fbpx
NewsTech

AppleToo, il sito creato dai dipendenti Apple per denunciare le discriminazioni in azienda

Stanno già arrivando le prime testimonianze

L’organizzazione dei dipendenti Apple ha compiuto un altro passo in avanti con il lancio di un sito web chiamato “AppleToo”. L’obiettivo è quello di raccogliere le storie dei lavoratori Apple che hanno subito molestie o discriminazioni all’interno dell’azienda.

I dipendenti Apple si uniscono contro le discriminazioni dell’azienda

“Per troppo tempo, Apple ha eluso il controllo pubblico”, si legge nel sito web. “Quando facciamo pressione per la responsabilità delle persistenti ingiustizie a cui assistiamo o subiamo sul posto di lavoro, ci troviamo di fronte a un modello di isolamento e degrado. Non più. Abbiamo esaurito tutte le strade interne. Abbiamo parlato con la nostra dirigenza. Siamo passati al team People. Niente è cambiato. È tempo di pensare in modo diverso”.

Solo circa 15 dipendenti Apple attuali ed ex sono stati direttamente coinvolti nello sforzo organizzativo. Ma nelle ultime ore gli organizzatori hanno lanciato il sito web e l’account Twitter e hanno inviato la notizia su un server Discord da 200 persone dedicato a dipendenti e appaltatori Apple.

La causa ha già ottenuto il sostegno di organizzatori come Timnit Gebru, che ha lavorato in Apple prima di entrare a far parte di Google nel 2018. Dopo che Gebru è stata improvvisamente licenziata da Google nel dicembre 2020, ha reso pubbliche le sue esperienze con il razzismo e la discriminazione all’interno dell’azienda. Ma non ha mai parlato pubblicamente dell’esperienza in Apple. Ora ha raccontato a The Verge: “ho vissuto così tante cose eclatanti quando ero in Apple e mi sono sempre chiesta come riuscissero a sfuggire ai riflettori. Sono felice di vedere che i lavoratori Apple si stanno organizzando. È tempo che Apple sia ritenuta responsabile”.

Dal lancio, otto dipendenti Apple hanno condiviso le loro storie attraverso il sito web di AppleToo. Ma l’impressione è che nei prossimi giorni si aggiungeranno sempre più testimonianze.

Source
The Verge

Sara Grigolin

Amo le serie tv, i libri, la musica e sono malata di tecnologia. Soprattutto se è dotata di led RGB.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button