fbpx
FeaturedNews

DJI annuncia il nuovo Osmo Mobile 3: caratteristiche e prezzo

Tutto sul nuovo gimbal per smartphone, compatto e connesso

Lo stabilizzatore tre assi per smartphone di DJI è stato completamente ridisegnato per una nuova portabilità ed è sempre più connesso: nasce Osmo Mobile 3.

DJI Osmo Mobile 3: apri il tuo mondo!

La grande famiglia di stabilizzatori meccanici di DJI cresce oggi grazie alla presentazione del nuovo modello dedicato agli smartphone, l’Osmo Mobile 3. Questa nuova versione riprende i punti di forza dei modelli precedenti abbinandoli a un nuovo design e alla DJI Mimo App, fondamentale per un buon editing dei vostri video.

“Apri il tuo mondo!” è lo slogan con cui è stato lanciato. Rispetto ai modelli precedenti, dispone di due fermi che consentono al sistema di stabilizzazione di essere comodamente ripiegato sull’impugnatura. In questo modo viene praticamente dimezzato l’ingombro per essere facilmente riposto in una borsetta e portato sempre con sé in viaggio. Ottimo per chi è abituato a portare con sè obiettivi, treppiedi, gorillapod e chi più ne ha più ne metta, lo spazio non è mai abbastanza!

Anche su questo modello troviamo le due manopole sugli assi che permettono una calibrazione facile e veloce del gimbal per dispositivi di tutte le dimensioni, oltre che per la ripresa con orientamento verticale o orizzontale. Il collegamento allo smartphone avviene tramite Bluetooth 5.0: grazie ai tasti posti sul gimbal stesso, potrete fare praticamente tutto, con una sola mano e senza bisogno di interagire col telefono.

Queste le dimensioni:
– Aperto: 286 x 126 x 98 mm
– Chiuso: 157 x 130 x 46 mm

Il supporto, invece, è adatto a smartphone delle dimensioni massime di:

– Larghezza: 88 mm
– Altezza: 162 mm
– Spessore 9.5 mm.

DJI dichiara 15 ore di autonomia con una singola carica: troviamo una porta di ricarica USB C, ma anche un connettore USB A in cui inserire un cavo per ricaricare lo smartphone sfruttando direttamente la batteria interna dello stabilizzatore come fosse una powerbank.

Software e DJI Mimo

Un’altra novità di questo Osmo Mobile 3 risiede nel software. Dji ha deciso di non creare una versione di DJI Mimo compatibile alla perfezione con tutti gli smartphone esistenti (cosa quasi impossibile). Ha invece cercato di rendere compatibile Osmo Mobile 3 con le applicazioni “Fotocamera” native dei principali smartphone (a breve arriverà la lista delle compatibilità). Così, in un mondo di fotocamere doppie/triple/quadruple, l’utente può utilizzare il sensore che preferisce, controllandolo tramite i comandi posti su Osmo.

I punti di forza, secondo DJI,  sono i seguenti:

  • ActiveTrack 3.0: gli algoritmi di riconoscimento del volto di DJI arrivano su Osmo Mobile 3, permettendovi di seguire il soggetto desiderato automaticamente.
  • Controllo con gesti: per riprendere senza nemmeno toccare gimbal né telefono, ideale per gli autoscatti.
  • Modalità Story: ideale per la post-produzione nell’app DJI Mimo. Avrete a disposizione tracce audio, effetti di transizione, colori e 13 divertenti template. Il tutto è semi-automatico, e pronto da condividere al volo.  Social friendly per eccellenza.
  • Sport: Se state pensate di dovervi muovere rapidamente, magari per riprendere una partita di basket, con questa modalità incrementerete la velocità di risposta del gimbal, per essere al passo con le scene più veloci.
  • Timelapse & Motionlapse: i video in timelapse “trasformano i minuti in secondi”, mentre motionlapse vi permette di impostare a mano i punti su cui spostare l’inquadratura nel corso della ripresa, per un effetto più dinamico.
  • HyperLapse: un timelapse in movimento, con stabilizzazione elettronica dell’immagine (EIS) ed ActiveTrack 3.0, per il massimo dell’impatto visivo.
  • Panorama: Due modalità: 3×3, che sostanzialmente riprende un quadrato e 180°, che ruota lo smartphone di conseguenza.
  • Slow-Motion: 4X o 8X, scegliete voi.

Versioni e prezzo

Questo interessantissimo gimbal è disponibile da oggi 13 agosto in doppia veste ad un prezzo davvero interessante: la versione standard ha un costo di soli 109€, invece il Combo completo anche di borsa e treppiedi è disponibile a 129€.

Vi lascio un breve video di presentazione:

Che pensate di questo gimbal? A noi ha convinto molto, fatecelo sapere tra i commenti alla nostra pagina Facebook!

Tags

Livio Marino

Sangue siciliano, milanese d'adozione, mi piace essere immerso in tutto ciò che è tech. Passo le giornate dando ordini ad Alexa, Google ed al mio cane, Maverick.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker