fbpx
Tech

DuckDuckGo, come funziona il motore di ricerca anonimo

Sempre più utenti utilizzano DuckDuckGo, ma quali sono i suoi punti forti?

Il motore di ricerca più famoso in assoluto è Google ma, negli anni, si è fatto lentamente strada il particolare motore di ricerca DuckDuckGo, amato soprattutto per le sue regole rigide sulla privacy e per essere completamente anonimo, poiché non salva alcun dato e non traccia gli utenti a scopi pubblicitari. Ma come funziona DuckDuckGo?

DuckDuckGo, il motore di ricerca che garantisce l’anonimato

DuckDuckGo motore di ricerca

DuckDuckGo è un motore di ricerca che punta tutto sulla privacy e sulla tutela dei dati online. Nato nel 2008, garantisce delle query – le ricerche effettuate su internet – anonime e non raccoglie alcun tipo di dato. Consente quindi agli utenti di essere liberi dai fastidiosi tracker a scopi pubblicitari.

DuckDuckGo per anni è rimasto nell’ombra, quasi sconosciuto, ma negli ultimi mesi ha avuto una crescita esponenziale che l’ha portato a raggiungere, in media, attualmente quasi 100 milioni di ricerche giornaliere. Questi numeri sono consultabili facilmente tramite il sito ufficiale del motore di ricerca, poiché l’intero progetto si basa sulla trasparenza. Si può quindi notare come fino a ora, da quando è stato lanciato, ci sono stati più di 81 miliardi di ricerche tramite DuckDuckGo, di cui più di 18 miliardi nel solo 2021 (che deve ancora, ovviamente, terminare).

Il successo, sempre consultando i dati, è iniziato circa dal 2019, per poi sfondare nel 2020 con 23 miliardi di query. Ma perché il motore di ricerca è diventato così famoso dopo dieci anni dal suo lancio? Gli utenti, utilizzando sempre di più il web, sono maggiormente consapevoli di come funziona la privacy online. Parecchi anni fa internet sembrava un mondo bellissimo e solo una piccola percentuale di internauti si preoccupava davvero riguardo la privacy dei propri dati. Al giorno d’oggi, invece, c’è più consapevolezza riguardo i propri dati esposti e gli utenti ricorrono a più sistemi per avere l’anonimato nel web. Basti pensare quanto hanno spopolato anche altri servizi, come le VPN, che promettono di nascondere il proprio indirizzo IP quando si naviga.

DuckDuckGo traffico

Come funziona DuckDuckGo?

DuckDuckGo funziona esattamente come un motore di ricerca tradizionale: si immette una parola o frase chiave nella barra di ricerca e si ottengono svariati risultati. Da questo punto di vista, quindi, ricorrere all’utilizzo dell’anatra con il papillon verde non comporta alcuna modifica rispetto a utilizzare altri motori di ricerca.

Ma, dietro le quinte, le differenze sono sostanziali. Come anticipato, la privacy è il suo punto di forza. Non raccoglie alcun dato collegato alle ricerche, vale a dire quindi che non immagazzina gli indirizzi IP dei dispositivi, l’identità dell’utente e altre informazioni che altri motori di ricerca invece raccolgono. I cookie, ad esempio, vengono utilizzati solo se strettamente necessari e, al contrario di altri motori di ricerca, non tiene traccia della cronologia di ricerca.

Inoltre DuckDuckGo offre risultati imparziali, al contrario di Google. Quest’ultimo mostra i risultati in base al profilo utente della persona che effettua la ricerca, considerando su quale risultato farà clic più facilmente. DuckDuckGo inoltre tenta di eliminare dai risultati i siti poco attendibili o coloro che offrono contenuti di bassa qualità con il solo scopo di generare più clic.

Un’altra cosa a favore di DuckDuckGo è l’essere al di fuori di qualsiasi ecosistema, di conseguenza non privilegia alcuni risultati rispetto ad altri, come succede per Google che spesso spinge le sue piattaforme come Google Places al posto di Tripadvisor. L’azienda afferma: “In DuckDuckGo, non stiamo cercando di conquistare il mondo. Non abbiamo un “ecosistema” in cui intrappolarti. Vogliamo solo aiutarti ad arrivare dove vuoi il più velocemente possibile e proteggerti il ​​più possibile in questo processo.”

DuckDuckGo scorciatoie siti

Oltre alla sicurezza della privacy, DuckDuckGo ha alcune funzionalità che non sono presenti su Google. Una di queste è “Bangs!”, che consente di cercare direttamente in altri siti, saltando i risultati di DuckDuckGo. Se si vogliono cercare delle scarpe su Amazon, ad esempio, basta cercare “!a scarpe” per visualizzare le scarpe direttamente su Amazon. Così anche per Wikipedia, Quora, Reddit e tantissimi siti famosi. Se DuckDuckGo è impostato come motore di ricerca predefinito, basterà inserire la query direttamente nella barra degli indirizzi del browser. DuckDuckGo, oltre che essere raggiungibile tramite URL come funziona per gli altri motori di ricerca, è presente come estensione per i più famosi browser desktop e come app per Android e iOS.

Come guadagna il motore di ricerca DuckDuckGo

Ovviamente dietro un progetto del genere sono necessari degli introiti. Per guadagnare, il motore di ricerca utilizza gli ads, ma sono ridotti al minimo, al contrario di Google che ormai dedica gran parte della prima pagina di risultati agli annunci. Gli ads inoltre non sono visualizzati in base al tracciamento, che appunto non avviene, ma sono basati sulle parole chiave della ricerca. Il numero davvero basso di annunci è fattibile poiché all’interno dell’azienda lavorano molti meno dipendenti della big tech Google.

Come avete potuto capire, DuckDuckGo è un motore di ricerca utile, affidabile, anonimo e trasparente, in continua e meritata crescita. Ovviamente, per ora, non può competere con i grandi numeri del motore di ricerca numero uno, ma possiamo dire che ce la stia mettendo davvero tutta.

HUAWEI NobelB-WAH9A MateBook D 14, Full View 1080P FHD...
  • Con la potente architettura di sistema e le capacità di software, offre lo schermo più grande e il peso minore...
  • La Collaborazione Multi Schermo facilita l'interazione tra dispositivi, consentendoti di proiettare lo schermo del...
  • Puoi accendere e accedere facilmente al tuo Matebook D 14 senza dover inserire una password semplicemente premendo il...

Sara Grigolin

Amo le serie tv, i libri, la musica e sono malata di tecnologia. Soprattutto se è dotata di led RGB.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button