fbpx
La macchina del tempoRubriche

Emiglio, il robot icona degli anni Novanta

"Emiglio è proprio il meglio!"

Cari nostalgici degli anni Novanta, la nuova rubrica “La macchina del tempo” ha in serbo una grande sorpresa per voi. Ricordate Emiglio, il robot di Giochi Preziosi che tutti abbiamo sognato di avere in casa almeno una volta? Immaginiamo proprio di sì. Ecco perchè oggi, sulla scia della nostalgia, abbiamo deciso di riportare in auge la storia del piccolo robot che ha invaso i negozi di giocattoli, vendendo ben oltre 1 milione di pezzi. Pronti per un tuffo nel passato?

Emiglio, il robot umanoide di Giochi Preziosi

Dai che Emiglio è proprio il meglio“, così recitava lo spot pubblicitario con cui Giochi Preziosi lanciò il piccolo robot nel 1994. Proveniente dal pianeta Amiko-6, e approdato sugli scaffali dei negozi di giocattoli, Emiglio è stato il primo giocattolo radiocomandato ad essere commercializzato in Italia. Una novità assolutamente incredibile nel mercato ludico degli anni Novanta. Alto 53 cm e del peso di 3 chilogrammi circa, questo robot umanoide era dotato di piccoli piedi cingolati, che gli permettevano di muoversi agevolmente, e di mani prensili, che utilizzava per trasportare piccoli oggetti poggiati su un vassoio – noi, dal canto nostro, abbiamo sempre sognato che Emiglio ci portasse il caffè a letto! -.

Tra le altre caratteristiche di Emiglio c’erano un vano portaoggetti sulla schiena – sempre utile per trasportare chissà cosa – e una piccola torcia posizionata all’altezza del petto. E per non farsi mancare nulla, il robot umanoide degli anni ’90 aveva anche occhi luminosi così da potersi muovere comodamente al buio. Ma non è tutto. La peculiarità del gioco, infatti, era quella di poter parlare con la persona che lo utilizzava. Insomma, un vero e proprio robot umanoide, con tanto di espressioni facciali, che ha letteralmente conquistato i bambini dell’epoca. Fino a diventare una vera e propria icona del decennio 1990/2000. E a convincere di produttori di giochi a rilasciare una sua versione femminile, Martina Cuoricina, diventata oramai un oggetto da collezione.

Evoluzione e declino di Emiglio

Se pensate che Emiglio sia rimasto fermo agli Novanta, vi state sbagliando di grosso. Nel corso degli anni, infatte, sono state lanciate sul mercato versioni sempre aggiornate del robot umanoide. Nel 2013, ad esempio, il robot Emiglio è stato dotato di un “bracciale cosmico“, ossia un wearable che gli permetteva di rilevare i movimenti umani e di spostarsi quindi verso la persona – piccola o adulta che fosse – con cui interagiva. A questo dettaglio si sono aggiunti anche la dotazione di sensori di movimento più sensibili, un design completamente rimodernizzato e tre diverse tonalità di voce. Per ascoltare Emiglio parlare in un tono diverso, infatti, bastava toccare il pulsante presente sul bracciale.

Emiglio Robot 2013

Ma la vera grande novità della versione degli anni 2000 – che soltanto pochi conoscono – è data dalle 10 diverse espressioni facciali con cui il robot umanoide potevano esprimere le sue emozioni, semplicemente muovendo bocca e occhi. Un upgrade alquanto notevole, che si va ad aggiungere alla dotazione del cuore luminoso che batteva nel petto di Emiglio. In questo modo, il robot poteva non solo muoversi al buio, ma anche illuminare con una luce soffusa la camera dei più piccoli, allontanando la paura dei mostri. Un amico robotico perfetto, che non ha riscosso però lo stesso successo dell’Emiglio degli anni ’90, tanto da costringere i produttori a sospenderne la vendita nel 2016. E così, dopo ben 12 anni di gloria, si chiude la storia del robot di Giochi Preziosi. Anche se rimarrà per sempre nei ricordi di tutti noi.

La strana storia del robot che celebra matrimoni

Nel racconto della storia del robot Emiglio non poteva certo mancare un dettaglio assolutamente divertente. Nel 2014, a San Juan Capistrano – California -, Neve Reese e Moe McLendon hanno pronunciato il loro fatidico “sì” al cospetto di Father Emiglio. Ebbene sì, avete letto bene. Il celebre robot della Giochi Preziosi ha celebrato un matrimonio, pronunciando le parole “Neve, prometti di coordinare le tue funzioni in cooperazione, in salute e malattia? Per favore, vocalizza il tuo accordo“. Un evento incredibile, che si deve alla passione per la robotica dello sposo, che ha lavorato duramente per combinare il robot di Giochi Preziosi con un modello di Y-Wing Fighter di Star Wars. Il risultato è stato incredibile, tanto da passare alla storia. Come lo stesso robot Emiglio, d’altronde.

Offerta
Emiglio - Robot il Compagno per mille avventure, con luci e...
  • Emiglio reagisce muovendo anche testa e orecchie
  • Si muove in 8 direzioni grazie al radiocomando
  • Dotato di sensore di prossimità con il quale Emiglio riconosce la tua presenza ed entra in contatto con te

Chiara Crescenzi

Editor compulsiva, amante delle serie tv e del cibo spazzatura. Condivido la mia vita con un Bulldog Inglese, fonte di ispirazione delle cose che scrivo.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button