fbpx
Energizer Power Max P18K Pop

Addio Energizer da 18.000mAh, ti abbiamo voluto bene


Energizer Power Max P18K Pop è il nome del folle smartphone che avevamo visto durante lo scorso MWC 2019 a Barcellona. Impossibile non notarlo e soprattutto impossibile non sentire il peso una volta tenuto in mano, lo smartphone di Energizer si poneva un unico grande obiettivo: battere il Nokia 3330 in peso, dimensioni e autonomia. Una sfida che però, ahimé, non è riuscito a vincere.

Energizer Power Max P18K Pop: addio, martello di Thor

Pesava come il martello di Thor e con la sua batteria avrebbe potuto ricaricare anche l’armatura di Iron Man (supponendo che questa abbia un ingresso USB, magari Type-C), ma queste caratteristiche non sono state sufficienti a permettere al progetto di prendere forma. Presentato per la prima volta al Mobile World Congress 2019, Energizer Power Max P18K Pop non aveva solo un “grosso” nome ma anche una grossa batteria: ben 18.000 mAh. La mission della nota casa di batterie di pentol..ah no, solo di batterie, era quella di fornire agli utenti grande autonomia e magari fare un bel meme tipo “Tiè, Nokia 3330, abbiamo vinto noi“. La profezia però non si è avverata perché il 3330, quello originale, sebbene fuori produzione da anni ha comunque vinto la sfida e detiene ancora il primato di indistruttibilità e di autonomia senza fine.

Energizer Power Max P18K Pop

Scherzi e battute scontate a parte, personalmente al progetto ci avevo creduto e mi era piaciuto, perché in effetti ci potrebbero essere tantissime persone che per questioni lavorative o analoghe necessitano di uno smartphone dalla grande autonomia, proprio perché questo è uno dei principali problemi dei telefoni di oggi. Possiamo conquistare il mondo e fare i toast con gli smartphone odierni ma difficilmente arriviamo a fine giornata; per questo motivo Energizer, sicura di sé grazie alla forte esperienza con le batterie, aveva provato a lanciare una campagna su Indiegogo per produrre questo strano smartphone che, a conti fatti, non era neanche poi tanto male. Ahimé (e “ahi-loro” direi), l’idea ha ottenuto soltanto l’esile 1% di interesse da parte dei consumatori, e per tale motivo, la campagna è stata un vero e proprio fallimento.

La cifra necessaria per terminare con successo la campagna di crowdfunding era fissata a 1.2 milioni di dollari, ma, a conti fatti, Energizer, sotto concessione di Avenir Telecom per questo progetto, è riuscita ad ottenere finanziamenti pari a circa 15.000$, insufficienti anche per un’eventuale campagna ADV di scherno nei confronti di Nokia.

Energizer Power Max P18K Pop

Nonostante il fatto che molti blog avessero già avuto la possibilità di fare una recensione del dispositivo, Energizer Power Max P18K Pop non vedrà mai la luce, e, per questo motivo, possiamo ora fare tutti un minuto di silenzio, sperando che in quel momento non vi finisca la batteria.

Energizer Power Max P18K Pop: perché il progetto è stato un fallimento?

Energizer Power Max P18K Pop

Non ci sono chissà quali cause legate al fallimento, a parte il fatto che evidentemente la nicchia di persone interessate a questo prodotto era troppo piccola, così tanto da non rendere sufficiente il successo di una campagna di tale portata. Certo, il dispositivo è effettivamente particolare in quanto, come avrete visto dal video linkato qui sopra del nostro Hands-on in anteprima, Energizer Power Max P18K Pop ha dimensioni importanti e un peso considerevole. Secondo la critica, anche la fotocamera “Pop-up” è stata una mossa azzardata che, unitamente al prezzo decisamente alto per questo dispositivo, hanno fatto crollare completamente l’interesse degli utenti. Io stesso ricordo che, una volta allontanatomi dallo stand Energizer del MWC 2019, ho esclamato “fosse costato la metà ci avrei fatto un pensierino”. Certo, ora che il progetto non verrà mai realizzato è anche probabile che chi ha avuto il terminale lo rivenda al triplo del prezzo proprio per questo motivo, vero?


Ricky Delli Paoli

Parlo italiano e inglese di giorno, russo di notte. Molti mi definiscono "creativo", io rispondo che sbagliano perché sono un creatino. Fotografo, riprendo (sia come "video" sia se sbagliate qualcosa), faccio Time Lapse, metto miei filmati su YouTube e racconto cose alla gente.