fbpx
Giochi MobileNewsVideogiochi

Epic Games vs Apple: Fortnite su iOS è ancora un miraggio

Apple ha presentato una documentazione di 500 pagine in attesa dell'udienza prevista per il 3 maggio 2021

Epic Games vs Apple. La guerra continua. La società di Cupertino infatti si prepara a dare battaglia, anticipando le motivazioni che saranno il cardine della sua difesa in tribunale. Una diatriba quella tra il colosso dei videogiochi e quello della tecnologia che frena il ritorno di Fornite su iOS.

Epic Games vs Apple: cosa è successo?

Lo scontro è iniziato la scorsa estate, con la rimozione di Fornite da App Store e Google Play Store. Il motivo? Economico. Epic Games, creatore del gioco, aveva infatti integrato un metodo di pagamento diretto per aggirare le commissioni applicate da Google e Apple, pari al 30% dell’importo speso dall’utente.
L’aggiornamento però violava le policy delle due società che hanno risposto con la rimozione dell’applicazione.

A quel punto Epic Games ha prima risposto con uno spot provocatorio e poi con una causa civile per monopolio che sbarcherà ufficialmente in tribunale il 3 maggio di quest’anno.

La preparazione di Epic Games e la difesa di Apple

La mossa del publisher non è stata certo avventata. Il suo CEO, Tim Sweeney, aveva parlato di una preparazione durata mesi. Apple però non concorda. Stando alla documentazione presentata in vista del processo, Epic Games si prepara alla battaglia dal 2018.

Le 500 pagine anticipano anche la difesa dell’azienda di Cupertino, che evidenzia come i principi base dell’App Store siano rimasti invariati dalla sua creazione nel 2008.
La Mela inoltre sottolinea come il suo mercato digitale non sia solo una piattaforma virtuale, ma un luogo che garantisce sicurezza, privacy, stabilità e affidabilità agli utenti.
Tutto questo ovviamente ha un costo che, sempre stando a Apple, è perfettamente conforme a quanto fatto dalla concorrenza, non solo ora ma anche in passato. Insomma, quello dell’azienda guidata da Tim Cook non è uno standard che ha ridefinito il settore ma una scelta necessaria fatta con il lancio di App Store.

Le accuse mosse da Epic Games però non si limitano a questo. Lo sviluppatore di videogiochi ha accusato Apple di avere creato un contesto anticoncorrenziale. La risposta? Si basa proprio su Fortnite per iOS. Il gioco infatti prevede l’acquisto di V-Bucks per poter comprare, all’interno del gioco, una serie di contenuti digitali. I V-Bucks possono essere comprati ovunque e utilizzati su qualsiasi altra piattaforma poiché legati all’account di gioco.
Cosa significa? Se acquistate i V-Bucks su PC potete spenderli su iOS e viceversa.

Ricapitolando, la documentazione presentata da Apple è volta a dimostrare l’infondatezza delle accuse di Epic Games che, al contrario, rischia di far vacillare un intero sistema mettendo a rischio la sicurezza degli utenti finali.

Come andrà a finire? Lo scopriremo nei prossimi mesi.

OffertaBestseller No. 1
Candy CMXG 22 DS Forno Microonde con Grill, 22 Litri,...
  • Cook-in App: applicazione per smartphone e tablet che offre consigli, trucchi, ricette e informazioni sugli alimenti
  • 40 programmi automatici, compresi quelli dedicati agli alimenti per bambini e all'alimentazione sana
  • Possibilità di disattivare i principali suoni del microonde
Bestseller No. 2
Epic Games T-Shirt Originale Fortnite Bambino Ragazzo...
  • prodotto ufficiale Fortnite Epic Games
  • con cartellino e scritta retrocollo di originalità
  • novità 2019

Erika Gherardi

Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button