fbpx
Logo F1 Virtual GP 2021

Torna il Virtual GP di F1: stasera la gara conclusiva del Campionato Virtuale
F1 Virtual GP 2021, piloti, risultati e orari: tutto ciò che dovete sapere sui GP Virtuali


Abbiamo imparato a conoscere la Formula 1 virtuale lo scorso marzo, in attesa dei Gran Premi reali. F1 Virtual GP 2021 ritorna torna in attesa della ripresa del Campionato del Mondo della Classe regina. Dopo le due emozionanti gare in Austria e Gran Bretagna, il Circus della F1 Virtuale stasera 14 febbraio arriva in Brasile per la tappa conclusiva dell’F1 Virtual GP, in attesa della partenza del Campionato reale di F1 prevista in Bahrain per il 28 marzo. Diciotto tra piloti reali e personaggi famosi si sfideranno in pista per una buona causa. Scopriamo allora modalità, date, orari e partecipanti della F1 Virtuale versione 2021.

Il successo sorprendente di F1 Virtual GP dell’anno scorso

La rinascita di F1 Virtual GP 2021 è frutto del successo della serie di Gran Premi “virtuali” messi in piedi l’anno scorso in in fretta e furia, ma che tanto sono piaciuti agli spettatori di mezzo mondo. Come molti di voi ricorderanno, la stagione 2020 di Formula 1 era pronta a partire da Melbourne, in Australia, quando il venerdì prima della gara, a poche ore dall’inizio del weekend di gara, è stata cancellata la prima tappa del Mondiale a causa dell’esplosione della pandemia di cui tutti conosciamo i dettagli.

Da quel momento, tutte le gare successive in programma sono state cancellate, posponendo l’inizio della stagione regolare all’estate. Per “riempire” il vuoto lasciato dalla Formula 1 reale, il Circus si è spostato nel mondo virtuale. La piattaforma scelta è stata il gioco ufficiale della Classe Regina, F1 2019, su cui già si svolgeva il Campionato F1 Esports. Dopo 8 divertenti gare da marzo a giugno, il Campione della inaugurale F1 Virtual GP è stato il pilota inglese George Russell su Williams, ma a vincere davvero è stato lo spettacolo.

George Russell Virtual GP 2020

Sono state infatti 30 milioni le persone che hanno guardato in media le gare della F1 Virtual GP durante il 2020, con una copertura imponente su social media e piattaforme online. La programmazione delle gare virtuali ha persino raggiunto la TV tradizionale, con Sky Sport che ha trasmesso sul suo canale F1 le gare del campionato con il commento di Carlo Vanzini e Matteo Bobbi.

Un campionato aperto a piloti di F1 reali tra cui il già citato Russell, Charles Leclerc, Alexander Albon e Lando Norris, a piloti del passato come Johnny Herbert e Vitantonio Liuzzi, a star del mondo dello sport come i calciatori Ciro Immobile, Thibaut Courtois, Sergio Agüero o il cricketer Ian Poulter, fino a Youtuber di successo come Jimmy Broadbent, Benjamin Daly (alias Tiametmarduk) o i “nostri” Luca Salvadori e Nunzio “NU89” Todisco.

Come si svolge F1 Virtual GP 2021: format, piattaforma e settaggi

Tutto questo però appartiene al passato perché, dopo il successo dell’anno scorso, la Formula 1 ha deciso di riportare l’F1 Virtual GP nel 2021, non senza con qualche cambiamento. La “stagione” virtuale sarà ridotta a tre appuntamenti, con un format differente e molto particolare e una piattaforma rinnovata, per avvicinarsi alla attesa stagione di Formula 1 del 2021, piena di debutti da Alpine ad Aston Martin, passando per il ritorno di Alonso, l’arrivo di Mick Schumacher e l’arrivo di Sainz in Ferrari. Ma vediamo i punti salienti di F1 Virtual GP 2021 come piattaforma utilizzata, format di gara e così via.

Su quale piattaforma andrà in scena?

Il gioco scelto per quest’anno è, ovviamente, F1 2020. Il videogioco ufficiale della Formula 1, sviluppato da Codemasters, regala un ottimo feedback di guida e consente di mettere in scena gare davvero avvincenti ed interessanti. Se volete conoscere meglio F1 2020, nei link in fondo alla pagina troverete la nostra recensione completa al titolo ufficiale della Formula 1.

Le auto saranno tutte uguali? E gli assetti, aiuti e settaggi?

Per creare gare più avvincenti e divertenti per gli spettatori di tutto il mondo, come di consueto per gli appassionati di Esports le monoposto presenti in pista avranno le prestazioni livellate. Per la precisione, tutte le auto, dalle Williams alle Ferrari, avranno le prestazioni della Mercedes di quest’anno, ovvero l’auto più veloce presente in griglia.

I piloti non potranno però agire neanche sull’assetto della propria monoposto. Infatti il setup della macchina sarà uguale per tutti. Per i più curiosi, il setup utilizzato sarà quello di default della modalità prova a tempo, quello “Bilanciato” (il terzo tra i 5 predefiniti, per intenderci). Un setup semplice, molto sicuro e sottosterzante e adatto per chi si approccia al gioco per la prima volta, ma di certo non velocissimo.

Assetto F1 2020

A livello di aiuti poi sarà consentito l’uso dell’ABS e, per chi lo riterrà opportuno, del controllo di trazione. Il cambio sarà però rigorosamente manuale, così come l’uso della benzina e dell’ERS. Proprio quest’ultimo fa il suo debutto dopo l’utilizzo dell’ERS automatico l’anno scorso, grazie anche alla semplificazione messa in atto da Codemasters su questo aspetto.

Per evitare di vedere gare decimate con pochissimi piloti al traguardo si è optato per l’assenza di danni estetici e meccanici alle auto. Prepariamoci quindi per vedere incidenti e sorpassi “ottimistici” per tutte le gare. Infine, sarà attivato il consumo di carburante e delle gomme, con queste ultime che però avranno la temperatura della carcassa della gomma disattivata: solo la superficie degli pneumatici sarà soggetta alla temperatura.

Il format: qualifiche e gara da 5 giri fatte dai Pro, poi gara al 50% dei “guest”

La grande novità di quest’anno è però l’assenza della qualifica. O meglio, la revisione totale di questa. Una delle maggiori critiche rivolte l’anno scorso alla F1 Virtual GP è stata proprio la qualifica, giudicata poco interessante da molti spettatori. Quest’anno la Formula 1 ha sparigliato le carte e ha pensato a una soluzione davvero innovativa.

David Tonizza e Brendon Leigh Virtual GP 2021

Le qualifiche infatti saranno a tentativo unico e saranno disputate dai piloti ufficiali Esport delle varie Scuderie. Vedremo quindi i Campioni del Mondo David Tonizza e Brendon Leigh sulle due Ferrari, con il neo-Campione Jarno Opmeer su Mercedes e così via. La qualifica a tentativo unico formerà poi la griglia di partenza per una gara sprint da 5 giri disputata sempre dai piloti Esport professionisti. L’ordine di arrivo della gara sprint poi formerà la griglia di partenza dei piloti “Guest”.

Ci sarà quindi una staffetta tra i piloti virtuali professionisti e i piloti reali e celebrità, con questi che, presa in consegna la monoposto, poi si sfideranno in una gara al 50% della lunghezza del Gran Premio reale. Un modo per dare la possibilità al grande pubblico di conoscere i piloti professionisti virtuali, e allo stesso tempo di coinvolgere il mondo reale e quello virtuale con una staffetta molto interessante.

Race for Charity, la raccolta fondi per beneficienza

Al termine di ogni gara ci sarà ovviamente l’assegnazione dei punti in classifica, seguendo l’assegnazione del Campionato reale di F1. Saranno quindi 25 i punti per il primo posto, 18 per il secondo, 15 per il terzo e così via, con in più il punto addizionale per il giro veloce. Al termine del campionato, ovviamente, vincerà chi ha totalizzato più punti.

Alpha Tauri Virtual GP 2021

Ma non c’è in palio solo la gloria. Formula 1 ha infatti posto un montepremi di 100 mila dollari da dividere tra i primi 10 classificati, che potranno devolvere la vincita ad un’associazione di beneficienza a loro scelta. La Scuderia faentina Alpha Tauri ad esempio ha deciso di devolvere l’eventuale montepremi all’associazione Wings For Life del Gruppo Red Bull, per sostenere la ricerca per le cure alle lesioni al midollo spinale.

I tre Gran Premi: Austria, UK e Brasile. Si parte domenica 31 gennaio

Visto quindi il “regolamento” e il format dell’F1 Virtual GP 2021 vediamo allora le date e circuiti su cui si svolgeranno queste avvincenti gare. Rispetto agli 8 Gran Premi visti l’anno scorso, quest’anno vedremo solo tre GP, ma su tre piste davvero eccezionali e perfette per regalare spettacolo.

Red Bull al Red Bull Ring Su F1 2020

F1 Virtual GP 2021 è partito il 31 gennaio alle 19:00 con il Gran Premio inaugurale in Austria. Il circuito del Red Bull Ring di Spielberg ha regalato uno spettacolo incredibile, con una lotta al vertice tra Arthur Leclerc ed Enzo Fittipaldi che ha visto prevalere giovane pilota brasiliano della Haas.

Il secondo GP è andato in scena domenica 7 febbraio, sullo storico circuito di Silverstone per il Gran Premio Virtuale di Gran Bretagna. La gara finale invece andrà in scena questa sera, domenica 14 febbraio, il giorno di San Valentino. Una serata perfetta da passare con la vostra dolce metà, no? E come ogni vero finale di stagione che si rispetti, prenderà il via sul circuito di Interlagos a San Paolo, per la prima edizione del Gran Premio Virtuale del Brasile.

I piloti ufficiali di F1 Virtual GP 2021: tra piloti reali e youtuber anche due italiani

Detto delle auto, delle modalità e della beneficienza, ecco i piloti che prenderanno parte all’F1 Virtual GP 2021. Tra piloti reali, vecchie glorie, star del panorama motorsport di Youtube e sportivi di successo abbiamo tanta carne al fuoco e 18 piloti agguerriti. A causa dell’assenza su F1 2020, non vedremo Aston Martin neanche in veste Racing Point, a causa dei contrasti tra i mutati title sponsor.

Locandina F1 Virtual GP UK

Mercedes: i campioni “reali” tra forfait, ex-piloti di F1 e sportivi

Partiamo dai più forti sul terreno di gioco reale, Mercedes. La squadra anglo-tedesca ha avuto un rapporto travagliato nel Virtual GP 2021. Per la prima gara in Austria, Mercedes ha scelto due piloti esperti sulle piste di tutto il mondo, nonchè già presenti nei Virtual GP dell’anno scorso. La squadra di Brackley si affiderà al belga Stoffel Vandoorne e al britannico Anthony Davidson.

Il 28enne pilota belga veste finalmente, seppur virtualmente, i panni di guida Mercedes dopo la mancata convocazione per il GP di Sakhir, quando la scuderia ha preferito il giovane pilota del suo Programma Giovani George Russell al suo posto per sostituire Lewis Hamilton, fermato dalla positività al Covid-19.

Al suo fianco ci sarà Davidson, 41enne pilota inglese che ha corso in F1 con Super Aguri nel 2007 e nel 2008 e, due volte sul podio alla 24 Ore di Le Mans con Toyota e Campione del Mondo Endurance nel WEC con la Casa nipponica nel 2014. Dal 2012 è inoltre commentatore tecnico per la Formula 1 su Sky Sports UK.

Il team anglo-tedesco ha però “disertato” il Gran Premio d’Inghilterra, che si è corso a ranghi ridotti: solo 16 piloti si sono affrontati tra Maggots, Beckets e Chapel. Quanto al Gran Premio del Brasile, la squadra Campione del Mondo in carica ha scelto di tornare, ma un approccio ancora diverso.

Mercedes ha infatti deciso di partecipare, ma con al volante delle sue monoposto due guest star. Da una parte abbiamo Jake Dixon, pilota motociclistico britannico che corre con il Team Petronas (sponsor di Mercedes F1) in Moto2. Dall’altra invece troviamo Rohan Dennis, ciclista australiano del Team Ineos (altro sponsor di Mercedes F1), vincitore di una tappa al Giro d’Italia. Questi due ospiti illustri sapranno replicare il dominio Mercedes in pista?

Ferrari: cambi ad ogni gara per il Cavallino

Passiamo a Ferrari, che ad ogni gara del Virtual GP decide di sparigliare le carte. Per la prima gara in Austria, la Scuderia di Maranello ha scelto come alfieri due giovani componenti della sua florida Ferrari Driver Academy, Arthur Leclerc e Marcus Armstrong.

Il monegasco classe 2000, fratello del 23enne pilota Ferrari Charles Leclerc, ha già corso per Ferrari al fianco di Charles in diverse gare dell’F1 Virtual GP 2020, formando un team “nazionale” del Principato. Dopo l’annuncio della sua presenza in F3 con il team Prema nel 2021, il giovane fratello d’arte proverà a portare in alto il Cavallino anche sui campi di gara virtuali. Insieme a lui abbiamo avuto Marcus Armstrong. Il pilota neozelandese, fresco dall’esperienza a Fiorano sulla Ferrari SF71-H del 2018, dopo un anno in chiaroscuro in F2 con il team ART GP proverà a tornare sui ritmi mostrati nel 2019 in F3, dove si è laureato vice-campione dietro all’altro rampollo della FDA, il russo Robert Shwartzman. In Austria, i due giovani piloti sono riusciti ad agguantare un terzo e un sesto posto, con il giovane Leclerc che ha ottenuto il gradino più basso del podio.

Per il GP di Gran Bretagna invece a Maranello hanno scelto due “cavallini” molto veloci e già affermatisi in F2 l’anno scorso, ma che aspettano il 2021 per il definitivo salto di qualità. Parliamo del già citato Robert Shwartzman e di Callum Ilott, due giovanissimi prospetti della Ferrari Driver Academy.

Shwartzman, russo di 21 anni, ha vinto il Campionato Formula 3 nel 2019, e l’anno scorso ha impressionato nella prima parte del campionato di F2, dove ha portato a casa 4 vittorie e 2 podi nella sua stagione d’esordio agguantando il quarto posto finale. Quest’anno correrà di nuovo per il Team Prema in Formula 2, tentando l’assalto al titolo. Per quanto riguarda Ilott, il 22enne inglese con 3 vittorie e tre podi ha conteso il titolo a Mick Schumacher fino all’ultima gara, ed è stato ufficializzato come terzo pilota ufficiale Ferrari, con la possibilità di fare diverse Prove Libere per il Cavallino.

Ma come d’abitudine, Ferrari stravolge tutto per il Gran Premio del Brasile. Un caro saluto a Ilott e Shwartzman, torna in pista Arthur Leclerc con al suo fianco una new entry, il giovanissimo svedese Dino Beganovic. Se di Leclerc già conosciamo vita, morte e miracoli, Beganovic è una vera novità.

Il pilota di origini bosniache è infatti il più giovane partecipante all’F1 Virtual GP con i suoi 17 anni appena compiuti. Il classe 2004 fa parte della Ferrari Driver Academy e correrà nel 2021 nel Formula Regional con il Team Prema, lo step precedente alla Formula 3.

Tutti i piloti che si avvicenderanno alla guida delle monoposto Ferrari saranno poi supportati ed “allenati” dal grande Amos Laurito, Coach Driver del team ufficiale Ferrari FDA ESports e grandissimo esperto di sim driving.

Red Bull, costruito intorno ad Albon

Red Bull spariglia le carte, decidendo di cambiare ad ogni gara la coppia titolare, con un’unica certezza: Alex Albon. Al fianco del neo-terzo pilota della Scuderia austriaca al Gran Premio d’Austria Virtuale c’è stato stati infatti Jeffrey Herlings, campione di motocross per il team KTM Red Bull. A Silverstone invece al fianco di Albon ci sarà il pilota della Red Bull Driver Academy Liam Lawson. Per la gara conclusiva invece abbiamo un altro ospite della “galassia Red Bull”, il drifter Johannes Hountodji.

Non deve sorprendere la presenza di Alexander Albon. Il 24enne pilota anglo-thailandese nonostante la retrocessione a terzo pilota per la stagione 2021 rimane all’interno dei progetti e della galassia Red Bull. Infatti nel 2021 oltre ad essere pilota di riserva per la scuderia di Milton Keynes sarà anche protagonista nel debutto di Red Bull Racing nel rinnovato Campionato DTM.

Sull’altro “toro” abbiamo trovato in Stiria l’olandese Jeffrey Herlings, quattro volte Campione del Mondo Motocross, appena ripreso da un infortunio dopo un round del campionato MXGP a Faenza. Per quanto riguarda invece il Gran Premio di Gran Bretagna, al fianco di Albon abbiamo il suo neo-compagno di squadra nella nuova avventura di Red Bull nel DTM, Liam Lawson.

Il giovanissimo 18enne Lawson affronterà il suo primo GP Virtuale in Gran Bretagna, mentre nella vita reale avrà un 2021 bello pieno. Correrà infatti insieme ad Alex Albon nel Campionato DTM, condividendo con l’anglo-thailandese la Ferrari 488 del Team Red Bull, ma affronterà anche il Campionato 2021 di F2 per il team HitechGP.

Infine, in Brasile a difendere i colori Red Bull insieme ad Alex Albon ci sarà Johannes Hountodji, drifter professionista sotto i colori Red Bull. Insieme al fratello Elias sono i protagonisti di una serie TV prodotta proprio dai “bibitari” austriaci, Red Bull DriftBrothers. Con la sua Nissan Silvia S15, Hountodji fa impazzire le folle in Formula Drift. Porterà le sue capacità “derapanti” anche in Formula 1?

Williams fa sul serio: Russell punta al bis

Passiamo ora ai Campioni Costruttori di F1 Virtual GP 2020, Williams. La squadra britannica come l’anno scorso fa sul serio, e schiera la sua coppia di piloti titolari, Nicholas Latifi e George Russell.

Il pilota canadese potrà usare questa vetrina per cominciare la stagione con il piglio giusto, mentre la promessa britannica classe 1998 vorrà di certo cercare di conservare il titolo di Campione F1 Virtual GP conquistato l’anno scorso dopo una grande lotta con Albon e Leclerc. In più, siamo sicuri che George sarà contento di tornare a lottare per la vittoria, dopo averla sfiorata durante la sua esperienza in Mercedes al Gran Premio di Sakhir a novembre.

Per Williams il Virtual GP d’Austria è stato decisamente amaro. Il pilota di punta George Russell ha infatti saltato per indisponibilità il GP d’Austria, ma è tornato in pista sulla sua Williams FW43 vincendo (sulla carta) il Gran Premio di Gran Bretagna. Ora è in piena corsa per il titolo anche con una gara in meno: riuscirà a fare il miracolo?

In quanto a Latifi, speriamo che il canadese si sia allenato durante la settimana, soprattutto sull’evitare le penalità. In terra austriaca infatti Latifi è riuscito ad ottenere ben 21 secondi di penalità a causa dei continui tagli. Su F1 2020 meglio non esagerare con i tagli… In Gran Bretagna è andata leggermente meglio, con un settimo posto e molte meno penalità.

In Brasile però la coppia viene di nuovo stravolta, e al fianco di Russell non ci sarà più Nicholas Latifi, ma il “super sub” che ha sostituito già Russell in Austria, il content creator spagnolo Flowstreet.

Alpine tra “rampolli” dell’Academy, star di YouTube e personalità francesi

Da una delle più longeve scuderie in Formula 1 ad una debuttante. Alpine F1 Team debutterà nella massima serie però solo il 28 marzo in Bahrain, poichè durante l’F1 Virtual GP correrà ancora con la livrea Renault. Una situazione resa possibile dalla presenza degli stessi sponsor della passata stagione, non venendosi a creare un conflitto di sponsorizzazioni sconvenevole. Per quanto riguarda i suoi piloti, Alpine ha scelto una tattica molto interessante. Alla prima gara in Austria dentro i piloti della Renault Sport Academy. A Silverstone invece ecco due YouTuber, tra cui la star francese Squeezie, mentre in Brasile spazio ad altre due star francesi: un grande figlio d’arte e a un… comico!

A livello di piloti, per il GP d’Austria abbiamo visto per l’ultima volta la Renault giallo-nera due rampolli della Renault Sport Academy, Oscar Piastri e Christian Lundgaard. Il pilota australiano classe 2001, fresco vincitore del Campionato Formula 3, vorrà farsi vedere all’alba del suo debutto in Formula 2 con il team Prema. D’altro canto, il coetaneo pilota danese spingerà per continuare la sua crescita, che lo ha visto vincere due gare e ottenere 4 podi nella stagione di Formula 2 appena passata..

Per quanto riguarda invece l’F1 Virtual GP 2021 di Gran Bretagna, Alpine abbandona l’approccio “pilotesco” per affidare le sue due Renault a due YouTuber, tra cui l’unica “quota rosa” in pista finora. Parliamo infatti di Squeezie, Youtuber francese da 15,5 milioni di iscritti sulla piattaforma, e Theamusante, giovane inglese specializzata proprio nel gaming a tema motorsport.

Per il Brasile si cambia tutto. Fuori gli YouTuber, dentro Nicolas Prost e Arnaud Tsamere. Il primo è il figlio del 4 volte Campione del Mondo Alain Prost: Nico, 39 anni, non ha ottenuto gli stessi risultati del padre, riuscendo però a ritagliarsi il suo spazio in Formula E e nelle gare di durata, dove ancora oggi è uno dei piloti di punta. Ha ottenuto tre vittorie e un terzo posto finale in Formula E, ma la particolarità della sua storia è che ha cominciato a correre tardissimo, debuttando a ben 22 anni.

Per quanto riguarda Arnaud Tsamere, il comico 45enne è uno dei più amati ed apprezzati in Francia,  salito alla ribalta dopo la sua partecipazione al programma On n’demande qu’à en rire del 2010.  Il suo legame con l’automobilismo però non è di poco conto. Pilota amatoriale, il francese è sposato con Margot Laffite, figlia dell’ex-pilota di Formula 1 Jacques Laffite.

Alpha Tauri italianissima con Liuzzi e Salvadori

Per noi italiani però sarà di grande interesse la coppia tutta italiana della romagnola Alpha Tauri. La Scuderia di Faenza infatti schiererà una coppia già vista l’anno scorso, formata da Vitantonio Liuzzi e Luca Salvadori.

Il pilota 40enne nato in Puglia ma stabilitosi in Abruzzo ha corso con Red Bull e con la stessa Alpha Tauri (all’epoca Toro Rosso) dal 2005 al 2007. Passato poi in Force India (oggi Aston Martin) dal 2009 al 2010, ha concluso la carriera in F1 in HRT nel 2011. Un pilota dalla grande esperienza e dal grande carisma, che sarà affiancato dal pilota motociclistico e youtuber Luca Salvadori.

Il 28enne pilota milanese, forte di una community di 300.000 iscritti su YouTube e di ottimi risultati sulle due ruote, vorrà bissare le ottime prestazioni ottenute l’anno scorso con Toro Rosso. Nell’F1 Virtual GP 2020 infatti ha tenuto in più riprese volte il ritmo dei piloti ufficiali di F1.

Liuzzi nel GP Virtuale d’Austria ha avuto parecchi problemi di connessione, che lo hanno lasciato “ai box” per gran parte della gara. Luca Salvadori invece è riuscito a confermare le ottime prestazioni dell’anno scorso, concludendo la gara al nono posto alla fine di una bella lotta con Christian Lundgaard su Alpine-Renault e Jimmy Broadbent su McLaren. Entrambi i piloti sono stati confermati per il GP di Gran Bretagna virtuale e per il finale di stagione ad Interlagos. Riusciranno a ripetere le gesta di Pierre Gasly a Monza entro la fine della stagione?

Per Haas è un affare di famiglia: Pietro ed Enzo Fittipaldi

La scuderia americana Haas F1 Team conferma un habituée della sua esperienza nell’F1 Virtual GP 2021 come Pietro Fittipaldi, a cui si affiancherà il giovane fratello Enzo.

Gli ultimi due eredi della “dinastia” brasiliana Fittipaldi, iniziata con il nonno Emerson vincitore di 2 Campionati del Mondo di Formula 1 nel 1972 e nel 1974 e di due 500 Miglia di Indianapolis, cercheranno di portare alto il nome della loro famiglia. Pietro, 24 anni, ha esordito nelle ultime due gare del Mondiale 2020 in sostituzione dell’infortunato Romain Grosjean dopo il terribile incidente del GP del Bahrain. Il nipote d’arte ha sorpreso un po’ tutti con la sua capacità di stare al passo di Magnussen dopo quasi 2 anni di inattività.

Il fratello minore Enzo, classe 2001, ha debuttato l’anno scorso in Formula 3 con il team HWA Racelab, e tenterà l’assalto al titolo nel 2021. Ha mostrato il suo talento anche in campo virtuale, portando a casa la vittoria nell’inaugurale F1 Virtual GP d’Austria. Il fratello Pietro invece ha “agguantato” un ottimo quinto posto: questi risultati hanno catapultato Haas al primo posto in classifica costruttori. Per questi ottimi risultati, i fratelli Fittipaldi sono stati confermati per i GP di Gran Bretagna e Brasile. Riusciranno a strappare il titolo a George Russell?

Alfa Romeo si… “difende” con il portiere del Real Madrid Courtois

Alfa Romeo accoglie nuovamente tra le sue fila l’unico sportivo non legato al mondo del Motorsport presente in griglia. Stiamo parlando del portiere del Real Madrid e della Nazionale di calcio belga Thibaut Courtois. Il 28enne gigante belga, grande appassionato di motori e di Formula 1, ha partecipato a gran parte dei Virtual GP l’anno scorso, e cercherà di compensare l’impegno con il Real e quello in pista per la Scuderia del Biscione.

Al suo fianco ci sarà un nome poco noto per gli appassionati italiani, PieFace23, pseudonimo di Jack McDermott. Il content creator inglese, streamer su Twitch e presente su YouTube con un canale da circa 300.000 iscritti, farà il suo debutto tra i “grandi” nell’F1 Virtual GP 2021. PieFace23 è poi l’uinEntrambi sono stati confermati per il GP di Gran Bretagna sia per quello del Brasile.

Per partecipare infatti Courtois ha sfoderato capacità da stakanovista. Thibaut Courtois infatti è andato in campo con il Real Madrid sabato 6, e la sera successiva ha messo il casco e ha dato spettacolo in pista Per il GP brasiliano invece Courtois andrà in campo proprio oggi alle 16:15 contro il Valencia, e alle 19 sarà pronto per difendere i suoi ottimi miglioramenti in pista. Uno sportivo a tutto tondo!

McLaren punta su due celebri Youtuber del mondo della F1 e su un “fratello d’arte”

Infine arriviamo a McLaren, che punta su due celebrità nel mondo motorsport di YouTube. Parliamo infatti di Jimmy Broadbent e di Benjamin Daly, alias Tiametmarduk. Il primo, content creator inglese con un canale da oltre 600.000 iscritti, è un’istituzione nel mondo motorsport di YouTube, nonchè pilota ormai navigato negli F1 Virtual GP. Per ora, entrambi sono stati confermati per il GP di Gran Bretagna dopo l’inaugurale gara sul Red Bull Ring.

Daly, d’altro canto, con il suo canale da oltre 570.000 iscritti fa parte di Veloce Esports, la più grande community di piloti virtuali fondata dall’ex Toro Rosso e Ferrari Jean-Eric Vergne. L’australiano l’anno scorso ha dato vita ad una battaglia epica con lo streamer Twitch e nel tempo libero pilota McLaren Lando Norris. Sapranno confermare i miglioramenti nella vita reale di McLaren anche nell’F1 Virtual GP 2021?

Il nostro “punterino” Jimmy Broadbent è stato confermato anche per il GP di Interlagos. Al posto di Ben Daly invece ci sarà per la tappa finale il fratello del 7 volte Campione del Mondo Lewis Hamilton, Nicolas. Il 28enne inglese ha però una storia molto particolare alle spalle. Affetto fin dall’infanzia da paralisi cerebrale infantile, il giovane Hamilton ha lottato per tutta la vita per migliorare la sua condizione e riuscire a correre come il fratello.

Dopo anni di cure e fatiche, nel 2011 è riuscito a coronare il suo sogno partecipando con un’auto con i controlli modificati alla Renault Clio Cup. Dopo quel debutto, il britannico è riuscito a diventare un pilota professionista, correndo con auto dai comandi adattati al BTCC, il campionato turismo inglese. Una storia incredibile, che culmina con il suo debutto in Formula 1, seppur virtuale, nella scuderia dove anche il fratello mosse i primi passi 14 anni fa.

La prima gara in Austria: vince Enzo Fittipaldi davanti a Vandoorne e a Leclerc

La tappa inaugurale dell’F1 Virtual GP 2021 del 31 gennaio sul Red Bull Ring ha regalato emozioni, sorpassi e controsorpassi, a livello del sempre emozionante Gran Premio reale.

Locandina Virtual GP Austria 2021

Dopo una partenza a dir poco caotica a causa di un incidente alla prima curva che ha coinvolto anche Stoffel Vandoorne, il gruppo si è lentamente sgranato e la classifica si è riempita di bandiere bianco-nere a causa delle continue penalità di 3 secondi per tagli in curva. Dopo qualche giro si è poi stabilita la lotta al vertice tra Enzo Fittipaldi su Haas e Arthur Leclerc su Ferrari, con sorpassi e “divebomb” che hanno infiammato gli ultimi 4 giri.

Alla fine, anche a causa dei minori secondi di penalità, Enzo Fittipaldi è riuscito a mantenere la testa della corsa e a vincere il suo primo Virtual GP. Al secondo posto un grande Stoffel Vandoorne, che negli ultimi giri grazie a un ritmo di quasi 2 secondi a giro più veloce ha ripreso il duo di testa e a passare Arthur Leclerc, che si è accontentato del terzo posto.

Bene Alex Albon, che sul circuito di casa di Red Bull taglia il traguardo al quarto posto, e Thibaut Courtois. A sorpresa, il portierone belga ottiene il decimo posto e soprattutto il giro veloce, che gli vale un punto addizionale in classifica.

Russell torna e vince l’F1 Virtual GP di Gran Bretagna: cos’è successo in pista

Dopo una gara sul filo delle penalità in Austria, anche l’F1 Virtual GP di Silverstone è stato deciso dai 3 secondi dati per il taglio di curva. In pista ha infatti tagliato per primo il traguardo Alex Albon su Red Bull. A causa però della penalità raccolta dal pilota thailandese, a portarsi a casa la vittoria è stato George Russell su Williams.

F1 Virtual GP UK Locandina

La gara di Silverstone si è aperta con una grande partenza di Ilott dalla pole position, seguito a ruota da Alex Albon e da Thibaut Courtois. Il portiere del Real Madrid ha regalato due giri incredibili dove si è dimostrato veloce e in grado di fare dei bellissimi sorpassi, come quello all’esterno ai danni di Alex Albon nel complesso di Maggots, Beckets e Chapel. Dopo qualche giro, George Russell, partito in quarta posizione, ha superato Albon e Courtois ed è partito all’inseguimento di Ilott. Il pilota inglese ha mantenuto la prima posizione per diversi giri, con un ritmo pari ai due esperti inseguitori.

Alla fine della gara poi, con Ilott che dopo essere stato superato ha perso contatto con il duo di testa, è andata in scena una grande lotta tra Russell e Albon. Una lotta ad armi pari ma inutile, a causa della penalità di tre secondi per taglio curva comminata ad Albon. Russell ha mantenuto il distacco entro i 3 secondi per garantirsi la vittoria, ma ha poi deciso di superare prima della Club l’amico-rivale per la vittoria sul campo. Sfortunatamente per Russell però Albon è riuscito a ripassare il pilota Williams, assicurandosi il primo posto sul campo ma cedendo la vittoria finale a George Russell.

Questa per il pilota Williams è la quinta vittoria consecutiva nei Virtual GP a cui ha preso parte. Il podio è stato poi completato da Callum Ilott su Ferrari, che ha condotto una gara fluida e senza errori. Alle sue spalle i fratelli Fittipaldi, Pietro ed Enzo, l’altro alfiere Red Bull Liam Lawson e l’altro pilota Williams Nicholas Latifi. Ottima gara per Luca Salvadori, che partito dall’ultima posizione è riuscito ad ottenere un buon decimo posto. Bene anche Robert Shwartzman, che partito dall’undicesima piazza ha portato a casa l’ottavo posto, e per Benjamin Daly. Lo youtuber australiano, dopo aver perso diverse posizioni alla partenza, è riuscito ad agguantare il nono posto.

La classifica piloti di F1 Virtual GP 2021

Enzo Fittipaldi 🇧🇷 (Haas) 35 punti
Alexander Albon 🇹🇭 (Red Bull) 31 punti
George Russell 🇬🇧 (Williams) 25 punti
Pietro Fittipaldi 🇧🇷 (Haas) 22 punti
Stoffel Vandoorne 🇧🇪 (Mercedes) 18 punti
Arthur Leclerc 🇲🇨 (Ferrari) 15 punti
Marcus Armstrong 🇳🇿 (Ferrari) 8 punti
Liam Lawson 🇳🇿 (Red Bull) 8 punti
Oscar Piastri 🇦🇺 (Alpine) 6 punti
Nicholas Latifi 🇨🇦 (Williams) 6 punti
Anthony Davidson 🇬🇧 (Mercedes) 4 punti
Robert Shwartzman 🇷🇺 (Ferrari) 4 punti
Luca Salvadori 🇮🇹 (Alpha Tauri) 3 punti
Benjamin “Tiametmarduk” Daly 🇦🇺  (McLaren) 2 punti
Thibaut Courtois 🇧🇪 (Alfa Romeo) 2 punti

Orari e dirette di F1 Virtual GP 2021: sempre alle 19 su YouTube, Twitch o Sky Sport

Per tutte e tre le gare l’orario è lo stesso, le 19:00 ora italiana, e l’evento avrà una durata di circa 90 minuti. Abbiamo già visto l’evento inaugurale a Spielberg del 31 gennaio e la gara di Silverstone del 7 febbraio. Manca solo la finale ad Interlagos stasera, domenica 14 gennaio, sempre alle 19.

La piattaforma su cui seguire questi appuntamenti? Le possibilità sono molteplici. La più semplice ed immediata sarà la diretta sul canale YouTube ufficiale della F1 con commento inglese, mentre ci saranno delle dirette anche sui canali ufficiali delle squadre con i diversi punti di vista, sempre in lingua inglese.

Inoltre ci sarà anche la possibilità di seguire su Twitch le gare dai canali di diversi piloti, tra cui quello di Arthur Leclerc, del leader del campionato Enzo Fittipaldi o del “nostro” Luca Salvadori. Infine, per noi italiani c’è una chicca in più. Come l’anno scorso infatti ci sarà la diretta su Sky Sport F1, canale 207 della piattaforma Sky. Qui verranno trasmesse tutte e tre le gare, con il commento di Carlo Vanzini e Matteo Bobbi.

Dopo il successo dell’anno scorso, F1 Virtual GP 2021 torna in grande stile per “riempire” il vuoto della pausa invernale tra una stagione e l’altra. Per i tanti appassionati di F1 sarà un’occasione per sfogare la propria voglia di corse, e per vedere all’opera tanti piloti interessanti. Noi le coordinate per vedere tutte le gare ve le abbiamo date, ora tocca a voi! Guarderete la F1 Virtual GP 2021? Fatecelo sapere sui nostri canali social!

F1 2020 Ps4 - Playstation 4
  • Il videogioco ufficiale della formula One world championship 2020
  • Nuova split-screen e molto altro
Offerta
F1 2020 Deluxe - Schumacher Edition - Xbox One [Edizione:...
  • Le jeu complet F1 2020 et le contenu dlc « seventy édition »
  • 4 voitures emblématiques de Michael Schumacher
  • Le modèle exclusif de Michael Schumacher, ses combinaisons de course, ses casques et sa gestuelle sur le podium
Offerta
Thrustmaster T300 Ferrari Integral Alcantara Edizione...
  • Volante con licenza Sony PS4 PS3 compatibile PC e licenza Ferrari; Base T300+rim Ferrari 599xx Evo alcantara+ 3TPA
  • Motore brushless di classe industriale, effetto force feedback lineare e fluidissimo, meccanismo a doppia cinghia
  • Volante ad alta precisione, tecnologia Heart, risoluzione a 16 bit, angolo di rotazione da20°a 1080°

Non perderti la nostra recensione di F1 2020!


Giulio Verdiraimo

Ho 22 anni, studio Ingegneria e sono malato di auto. Di ogni tipo, forma, dimensione. Basta che abbia quattro ruote e riesce ad emozionarmi, meglio se analogiche! Al contempo, amo molto la tecnologia, la musica rock e i viaggi, soprattutto culinari!