fbpx
AttualitàCulturaNewsTech

La lista di Facebook di “individui e organizzazioni pericolose” è stata leakata

La lista, pubblicata da The Intercept, include più di 4.000 persone e gruppi, tra cui criminali, gruppi di odio e organizzazioni terroristiche

La lista di Facebook, pubblicata da The Intercept, include più di 4.000 persone e gruppi, tra cui criminali, gruppi di odio e organizzazioni pericolose. Di seguito vi riportiamo i dettagli.

La lista di organizzazioni pericolose di Facebook è stata leakata

privacy facebook

Facebook ha elencato più di 4.000 persone e gruppi nella sua lista e li ha etichettati come pericolosi. Tra di essi troviamo suprematisti bianchi, movimenti sociali militarizzati e presunti terroristi. The Intercept ha recentemente pubblicato suddetta lista di individui e organizzazioni pericolose che Facebook non permette sulla sua piattaforma, fornendo un dietro le quinte su come il social network modera i contenuti che potrebbero portare alla violenza offline.

Più della metà della lista elenca presunti terroristi stranieri, in particolare mediorientali, sud asiatici e musulmani. Gli esperti hanno detto a The Intercept che la lista, così come la politica di Facebook, suggeriscono che la società pone restrizioni più severe sui gruppi emarginati.

Facebook ha un sistema di protezione a tre livelli. Gruppi terroristici, gruppi d’odio e organizzazioni criminali fanno parte del livello più restrittivo, Tier 1. Il livello meno restrittivo, Tier 3, include i movimenti sociali militarizzati. The Intercept, in merito al Tier 3, ha affermato: “Si tratta per lo più di milizie antigovernative americane di destra, che sono quasi interamente bianche”.

La lista non è completa

Brian Fishman, Direttore della politica di Facebook per il controterrorismo e le organizzazioni pericolose, ha però detto in una serie di tweet che la lista pubblicata da The Intercept non è completa. La lista è costantemente aggiornata. Fishman ha poi affermato:

Definire e identificare le organizzazioni pericolose a livello globale è estremamente difficile.

Fishman ha anche sottolineato che le organizzazioni terroristiche come il gruppo Stato Islamico e al-Qaeda hanno centinaia di entità individuali, molte delle quali sono elencate come voci separate al fine di “facilitare l’applicazione”, alterando il numero di entità da una particolare regione.

La lista Tier 1, ha detto, include più di 250 organizzazioni di supremazia bianca.

Facebook ha affrontato la pressione per essere più trasparente sulla sua politica contro gli individui e le organizzazioni pericolose. A gennaio, la commissione di supervisione incaricata di rivedere la moderazione dei contenuti del social network ha annullato una decisione di rimuovere un post che la società aveva etichettato come “violento”, notando che “Facebook non aveva specificato le regole agli utenti”. Il consiglio ha anche raccomandato che Facebook rendesse pubblica la sua lista di organizzazioni e individui pericolosi o elenchi di esempi.

Fishman ha infine detto che Facebook non ha condiviso la lista “per limitare il rischio legale, limitare i rischi per la sicurezza, e minimizzare le opportunità per i gruppi di aggirare le regole”, ma sta cercando di migliorare la politica.

Source
CNET

Veronica Ronnie Lorenzini

Videogiochi, serie tv ad ogni ora del giorno, film e una tazza di thé caldo: ripetere, se necessario.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button