fbpx
eSportNewsVideogiochi

Fortnite: negli USA una borsa di studio per i giocatori migliori

Dalla Ashland University dell'Ohio arriva un'importante iniziativa volta a incentivare gli studenti che ogni giorno si dedicano agli sport elettronici e, in questo caso specifico, a Fortnite. Il popolare battle royale di Epic Games verrà infatti incluso nel programma legato agli eSport dell'università statunitense, attraverso il quale verranno fornite borse di studio da ben 4.000 dollari ai ragazzi più talentuosi e meritevoli.

Fino a 4.000 dollari per gli studenti più talentuosi negli eSport

La Ashland University è la casa degli Eagles, team eSport che ha già avuto modo di partecipare alle competizioni dei titoli più noti, come League of Legends, Overwatch e Counter-Strike. Il coach Josh Buchanan ha dunque annunciato che il programma universitario accoglierà ben presto anche il più popolare Fortnite Battle Royale.

"Fortnite si rivolge sia al pubblico più esigente che a quello casual. Siamo entusiasti di fornire questa piattaforma ai giocatori che vorranno dare prova delle loro abilità in uno spazio più competitivo. Fortnite facilita un ambiente che permette ai giocatori di essere creativi e di innovare e mostrare la padronanza delle proprie capacità."

Sono queste le parole di Buchanan, che è entrato a far parte della Ashland University lo scorso febbraio, mese in cui l'università ha lanciato ufficialmente il suo programma eSport. L'ateneo ha dichiarato di poter vantare più di cinque anni di esperienza nella scena degli sport elettronici, con oltre 25 postazioni di gioco ubicate all'interno del suo complesso.

Come già accennato, le borse di studio verranno offerte agli studenti che si dedicheranno a Fortnite Battle Royale arriveranno fino a 4.000 dollari e saranno assegnate "in base alle abilità del giocatore e ai requisiti accademici". Se doveste trovarvi nei paraggi della Ashland University, questo è il form da compilare per entrare a far parte del programma eSport.

Si tratta senza dubbio di un'iniziativa decisamente interessante e dell'ennesimo, importante passo per l'industria degli sport elettronici. Voi che ne pensate?

Pasquale Fusco

A metà strada tra un nerd e un geek, appassionato di videogiochi, cinema, serie TV e hi-tech. Scrivo di questo e molto altro ancora, cercando di dare un senso alla mia laurea in Scienze della Comunicazione e alla mia collezione di Funko Pop.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button