fbpx

Con l’utilizzo di internet e, specialmente, dei social network, il fenomeno del cyberbullismo sta diventando sempre più forte. Babbel ha quindi deciso di offrire al pubblico il suo glossario personale di difesa online, in onore della Giornata Nazionale contro il Bullismo e il Cyberbullismo che si celebra oggi.

Il Glossario di Babbel: in cosa consiste?

Bullismo e cyberbullismo spesso colpiscono gli stessi ragazzi: circa l’88% dei giovani ha subito azioni offensive attraverso differenti canali comunicativi almeno una volta al mese. Il bullismo è un attacco vero e proprio alla persona, che può verificarsi sia per colpirla fisicamente che psicologicamente, distruggendola con un semplice click.

I ragazzi che si trovano in queste situazioni devono riuscire a trovare il coraggio di parlare con i propri genitori e i propri amici, senza chiudersi in sé stessi con la convinzione che nessuno possa comprendere la situazione. Inoltre i genitori devono vigilare con attenzione le attività dei loro figli, specialmente online. Questo è ciò che ha affermato Ilaria Merici, psicologa e psicoterapeuta dello Studio Porta Nuova a Milano.

In occasione della Giornata Nazionale contro il Bullismo e il Cyberbullismo, Babbel invita tutti a riflettere su questo grave problema e offre il suo contributo selezionando nel suo personale glossario di difesa online alcuni termini cruciali per comprendere al meglio il cyberbullismo

Il Glossario è stato realizzato da Babbel per tutti i genitori e il suo obiettivo è quello di aumentare la consapevolezza dei rischi legati all’utilizzo di Internet e proteggere i propri figli dalle minacce online.

Babbel – Corsi di lingue
Babbel – Corsi di lingue
Developer: Babbel
Price: Free+

Il glossario anti-bullismo

Cyberstalking: è la versione online del reato di stalking, che mira a molestare e perseguitare l’altro, attraverso l’utilizzo di mezzi digitali di comunicazione come e-mail o social network. Il cyberstalker, a differenza dello stalker “normale”, approfitta dell’anonimato offerto dal web.

Proteus Effect: Effetto Proteo. Spesso la creazione di alter ego virtuali è per molti una parte essenziale dell’esperienza di gioco online ed facile immaginarla come un processo a senso unico con il giocatore impegnato a realizzare un sé alternativo in cui sperimentarsi. Il fenomeno si verifica quando gli utenti virtuali rischiano di conformarsi agli stereotipi legati all’identità che scelgono di assumere attraverso gli avatar.

Flaming: Si tratta di una vera e propria offesa fatta sui social network. Il tono del messaggio è intenzionalmente provocatorio e volgare, scritto con l’obiettivo di scatenare conflitti virtuali.

Happy slapping: Si tratta della diffusione virtuale di materiale video in cui la vittima viene colpita da uno o più aggressori e videoripresa. Ciò che viene pubblicato su Internet può assumere un carattere di diffusione virale, alimentando così la condivisione in rete.

Exclusion: iSi tratta di una sorta di sabotaggio sociale che avviene quando un utente viene escluso intenzionalmente da una community, chat o gioco interattivo.

Hikikomori: Si tratta di una forma di ritiro sociale, che avviene quando una persona utilizza internet come unico strumento per entrare in contatto diretto con il mondo esterno. 

Impersonation: Consiste nel furto di identità e avviene quando qualcuno si spaccia per un’altra persona con lo scopo di spedire messaggi reprensibili e screditare.

Sexting: la pratica di inviare foto di sé stessi in atteggiamenti sessualmente espliciti tramite social network o applicazioni di messaggistica online. E’ una pratica particolarmente pericolosa che spesso porta al cyberbullismo quando questi materiali vengono diffusi online su larga scala.


Condividi la tua reazione

Rabbia Rabbia
3
Rabbia
Confusione Confusione
2
Confusione
Felicità Felicità
6
Felicità
Amore Amore
4
Amore
Paura Paura
4
Paura
Tristezza Tristezza
10
Tristezza
Wow Wow
7
Wow
WTF WTF
2
WTF
Veronica Ronnie Lorenzini

author-publish-post-icon
Videogiochi, serie tv ad ogni ora del giorno, film e una tazza di thé caldo: ripetere, se necessario.