fbpx
AttualitàNewsTech

Report Acronis: boom di attacchi hacker alle PMI tramite Phishing

Phishing, violazione dati e Ransomware le principali minacce

Acronis, società leader nel campo della Cyber Protection, ha evidenziato tramite un report quanto le PMI stiano soffrendo gli attacchi Phishing da parte di hacker. Questo tipo di azienda è infatti molto vulnerabile a questo tipo di violazioni.

Secondo il documento in questione, durante i primi 6 mesi del 2021 ben 4 organizzazioni su 5 avrebbero dovuto gestire una minaccia alla sicurezza digitale. Il costo medio di una violazione dati ammonta a più di 3 milioni e mezzo di dollari, mentre solitamente un riscatto richiesto da un ransomware supera i 100mila dollari.

Si tratta di cifre davvero alte, che diventano però insostenibili se a doverle pagare sono organizzazioni piccole e medie. Queste ultime, purtroppo, sono anche le più esposte a questo tipo di minacce.

hacker pmi phishing acronis

Gli attacchi hacker alle PMI secondo Acronis: il Phishing sempre più diffuso

Gli attacchi di Phishing continuano ad aumentare, diffondendosi tramite link dannosi spesso inoltrati tramite email false e URL malevoli, che riproducono siti reali per estorcere dati agli utenti.

Un altro problema che riguarda le PMI è la facilità con cui è possibile attaccare i lavoratori in remoto, che troppo spesso utilizzano per scopi personali i dispositivi aziendali. In questo modo si espone notevolmente l’intera azienda a questo tipo di attacchi.

A testimoniare quest’ultimo aspetto, è il dato sugli attacchi bruteforce ai sistemi remoti tramite RDP. Sono aumentati a livello globale del 300%, sfruttando l’esigenza di lavorare in modalità smart-working a causa della pandemia legata al Covid-19.

Le parole del dirigente Acronis

Candid Wüest, Vicepresidente di Cyber Protection Research di Acronis, ha dichiarato:

“Sebbene l’aumento degli attacchi interessi le organizzazioni di tutte le dimensioni, un aspetto a cui non viene dedicata sufficiente attenzione da chi si occupa degli attuali trend delle minacce digitali è l’impatto che esse stanno avendo sulla community delle piccole imprese. A differenza delle grandi aziende, le piccole e medie imprese non hanno i fondi, le risorse o le competenze del personale necessarie per contrastare le minacce odierne. Esse si rivolgono pertanto ai Service Provider IT, ma se i sistemi di questi ultimi vengono compromessi, le PMI sono in balia degli hacker.”

Source
Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button