fbpx
CulturaNewsTech

I selfie sono il fenomeno tecnologico del futuro?

I selfie stanno subendo una trasformazione passando così da moda frivola a fenomeno tecnologico, almeno secondo l’ultimo studio di Sony Mobile. Il report e la ricerca associata, realizzata insieme a Futurizon, evidenzia la propensione dei consumatori moderni all’utilizzo della fotocamera dello smartphone per un notevole numero di potenziali impieghi.

Sony Mobile ha quindi deciso di esplorare un numero di settori probabili per incorporare la fotografia dello smartphone e i selfie come vera e propria leva tecnologica del futuro. Ma quali possono essere i potenziali usi? Eccone alcuni: dalla creazione di parchi divertimenti, detti selfie-coasters, all’utilizzo come assistente personale virtuale durante gli acquisti per provare diversi outfit sfiorando lo schermo dello smartphone. Una volta identificati i possibili ambiti di applicazione, è stato chiesto a più di 6.500 consumatori  di fornire la propria visione sull’evoluzione dei selfie e di esprimere il proprio parere sulla volontà di utilizzare le fotocamere degli smartphone per questi nuovi usi.

Il progetto ci ha fornito il vero senso di come selfie e video-chiamate siano evolute e perché potrebbero essere usate per trasformare così tanti settori”, dichiara Michio Marihashi, Marketing Strategy di Sony Mobile. “In Sony Mobile ogni giorno ci interfacciamo con la duplice sfida di realizzare smartphone in grado di semplificare la vita dei nostri utenti nel quotidiano, guardando sempre a cosa offre il futuro ed essere parte integrante del processo di innovazione e cambiamento. Abbiamo sempre considerato la fotografia come una funzione chiave dello smartphone e abbiamo già compiuto progressi tecnologici importanti nella fotocamera frontale del nostro Xperia XZ™ per ottenere foto di qualità superiore.

Il report identifica dunque i dieci migliori ambiti in cui i selfie giocheranno un ruolo fondamentale nei prossimi cinque anni: al primo posto troviamo il dating, fare un selfie con i le persone con cui si esce per scoprire cosa pensano realmente, seguito dal settore medico. Più del 25% delle persone preferirebbe vedere il proprio medico con un selfie o una video-chiamata. Al terzo posto si piazza il banking, poiché la metà dei giovani tra i 25-34 anni si sentirebbe molto più sicura se avesse accesso alla propria banca attraverso una “selfie password”.

A seguire si trova ovviamente anche il tempo libero e la frequentazione di palestre, con selfie che funzionano attraverso l’Intelligenza Artificiale per monitorare il corpo, sentire i battiti cardiaci e fornire suggerimenti per migliorare la tecnica e eseguire un movimento accuratamente. Non mancano nemmeno i vestiti su misura con foto 3D del proprio corpo, e l'ambito retail, dove la fotocamere dello smartphone diventa un camerino virtuale per provare diversi outfit.

Gli ultimi tre ambi riguardano pratiche come i pagamenti, la robotica, per controllare droni o robot, e luoghi come casa propria. A commento dello studio il Dr Ian Pearson, futurologo e creatore del report “Il Futuro dei Selfie”, aggiunge: “Attraverso questo studio, la cosa che mi ha affascinato di più è stato poter tenere traccia dell’evoluzione dei selfie e della fotografia degli smartphone con il team di Sony Mobile. Ma ancora più incoraggiante è stata la risposta dei consumatori, che hanno mostrato di essere aperti ad un’ampia gamma di usi futuri dei selfie e delle video-chiamate.

Francesca Sirtori

Indielover, scrivo da anni della passione di una vita. A dispetto di tutti. Non fatevi ingannare dal faccino. Datemi un argomento e ne scriverò, come da un pezzo di plastilina si ottiene una creazione sempre perfezionabile. Sed non satiata.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button