fbpx
AttualitàCulturaNews

Il wallet virtuale di Facebook è pronto per i primi test

Tutto pronto per i primi test di Novi, il nuovo portafoglio di criptovalute di Facebook.

Facebook lancia Novi in USA e Guatemala

Facebook starebbe finalmente avviando i test di Novi, il portafoglio digitale di cui si parla già da qualche anno. David Marcus, capo dei pagamenti dell’azienda, ha annunciato che la società starebbe lanciando “un piccolo test pilota” negli Stati Uniti e in Guatemala.

“Stiamo testando le funzioni principali delle funzionalità e le nostre capacità operative nell’assistenza clienti. Speriamo così di incentivare l’utilizzo di stablecoin come metodo di pagamento”.

Engadget.com fa sapere che la società sta lanciando il wallet senza implementare Diem. Quest’ultima è la criptovaluta ideata da Facebook, che al momento esiste solo come idea, dato che è sommersa da problemi di natura burocratica. Legislatori e regolatori da tutto il mondo, infatti, starebbero respingendo la nuova cripto. 

La fase di test userà quindi come moneta il dollaro Pax (USDP). Trattasi di una stablecoin scelta perchè, come ci spiega Marcus, “opera con successo da oltre tre anni e ha importanti attributi normativi e di protezione dei consumatori”

Cinque senatori si schierano apertamente contro le ambizioni di Zuckerberg

La notizia del pilota ha già suscitato nuove e aspre critiche da parte dei legislatori. Martedì, poche ore dopo l’annuncio iniziale di Marcus, un gruppo di cinque senatori democratici degli Stati Uniti ha inviato una lettera a Facebook chiedendo alla società “di interrompere immediatamente il progetto pilota Novi e di impegnarsi a non portare Diem sul mercato”. La lettera fa leva sulle recenti rivelazioni di un informatore secondo le quali il brand era “all’incessante ricerca di profitti a spese dei suoi utenti”.

Ecco il contenuto della lettera dei senatori:

“Data la portata degli scandali che circondano la vostra azienda, scriviamo per esprimere la nostra più forte opposizione al rinnovato sforzo di lanciare una criptovaluta e un portafoglio digitale. Nello specifico ci riferiamo rispettivamente ai progetti denominati Diem e Novi. Questo perchè la capacità esistente di Facebook di gestire la sicurezza e proteggere i consumatori si è dimostrata del tutto insufficiente”.

Engadget riporta che lo staff di Novi è pronto a rispondere in modo formale alla lettera in questione. Intanto, ritornando sui progetti a lungo termine per Diem, David Marcus scioglie ogni dubbio in merito alla criptovaluta:

“I nostri piani per Diem non sono cambiati. Intendiamo lanciare Novi con Diem una volta sbrigate le varie problematiche di tipo burocratico”.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button