fbpx
Intel barriera corallina AI Project Corail copertina
© Underwater Earth / XL Catlin Seaview Survey / Aaron Spence

Intel monitora la salute della barriera corallina con l’AI
In occasione dell'Earth Day Intel ha svelato i dettagli del suo Project Corail


In occasione dell’Earth Day 2020Intel ha svelato tutti i dettagli riguardanti il suo Project Corail per monitorare la salute della barriera corallina tramite l’AI.

Il Project Corail di Intel monitora la barriera corallina tramite l’AI

Il progetto, lanciato a maggio 2019, è portato avanti anche da Accenture e dalla Sulubaaï Environmental Foundation, una organizzazione no-profit filippina dedicata alla protezione delle risorse naturali nella provincia di Palawan. Sono state fino ad ora raccolte 40mila immagini della barriera attorno all’isola di Pangatalan, che i ricercatori hanno usato per valutare in tempo reale il suo stato di salute.

Intel barriera corallina AI Project Corail schemaMa in cosa consiste esattamente Project Corail? Per la raccolta dati è innanzitutto presente una boa equipaggiata con pannelli solari adatti all’ambiente marino, batterie e un trasmettitore (Wi-Fi 4G). Attaccata alla corda di ormeggio è poi presente una fotocamera, che raccoglie le immagini e le manda al computer a bordo della boa. Un computer che è composto da un Raspberry Pi connesso ad un Intel Neural Compute Stick 2 e che si occupa di fare una prima elaborazione dei dati.

Le foto sono poi comunque mandate ad un PC a riva equipaggiato con una Intel Arria 10 FPGA per un’elaborazione secondaria ed infine mandate in cloud sui server Microsoft Azure. Tramite un algoritmo di intelligenza artificiale, parte della Applied Intelligence Video Analytics Services Platform (VASP) di Accenture, è possibile contare classificare la popolazione marina.

Intel barriera corallina AI Project Corail fotoA tenere in posizione la boa è una struttura marina in cemento, la Sulubaaï’s Sulu-Reef Prosthesis, che offre anche supporto ai frammenti di corallo instabili. La struttura incorpora inoltre al suo interno pezzi di corallo vivo che può crescere ed espandersi, creando l’habitat necessario alla vita marina locale.

Il prossimo passo

Se questo programma pilota avrà successo, Project Corail potrà essere usato per monitorare le barriere coralline di tutto il mondo, in grave pericolo a causa di inquinamento, riscaldamento climatico e la pesca eccessiva. Tra i miglioramenti possibili di una futura ‘versione 2’ del progetto ci sarebbero un miglior algoritmo AI, delle batterie di backup e possibilmente anche delle fotocamere a infrarossi per fare riprese notturne. La piattaforma potrebbe anche essere adattata per monitorare la migrazione di pesci tropicali e la violazione delle aree soggette a restrizioni da parte delle persone.

OffertaBestseller No. 1
Intel Core i7-9700K processore 3,6 GHz Scatola 12 MB Cache...
  • 8 core 8 thread
  • 4.6 ghz in modalità turbo senza overcloccare
  • Arriva a 5/5.1 ghz su tutti i core con ottime temperature
Bestseller No. 2
Intel Core i5-10400 (tatto: 2,90 GHz; attacco: LGA1200; 65...
  • Frequenza di base: 2,9 GHz; TurboBoost: 4,0 GHz
  • Attacco LGA1200
  • Chipset Intel 400 Series

Giovanni Natalini

Ingegnere Elettronico prestato a tempo indeterminato alla comunicazione e alla divulgazione. Estremamente curioso e interessato a quasi tutto: scienza, tecnologia, società, ma anche fumetti, podcast, internet culture e videogiochi.