fbpx
NewsTech

Intelligenza artificiale e attacchi informatici, l’ultimo report di Darktrace

Darktrace ha pubblicato un nuovo report incentrato sui cyber attacchi guidati dall'AI

intelligenza artificiale

L’azienda leader nel settore della cyber security Darktrace ha recentemente rilasciato – e commentato – un nuovo report, incentrato sugli attacchi informatici guidati dall’intelligenza Artificiale.

Attacchi guidati dall’uomo o dall’Intelligenza Artificiale?

Darktrace riscontra ogni giorno attacchi informatici avanzati, capaci di prendere di mira ogni settore, ma il suo ultimo report ha evidenziato una nuova tendenza: molto spesso, dietro ad un malware, non vi sono più strategie guidate da umani, ma nuove tecnologie basate sull’intelligenza artificiale.

Queste ultime sono infatti facilmente in grado di acquisire autonomamente una comprensione del contesto, in modo tale da adattare il proprio comportamento rapidamente e mimetizzarsi nell’ambiente di destinazione.

Secondo il report dell’azienda, queste caratteristiche porteranno molto presto i criminali informatici a studiare i sistemi guidati dall’AI, in modo tale da migliorare i propri attacchi: diventerà quindi sempre più difficile distinguere tra malware umano e basato sull’AI!

Gli attacchi guidati dall’AI

L’azienda autrice del report ha identificato diverse tipologie di attacchi informatici guidati dall’AI, in modo tale da studiarli per poterne analizzare il possibile sviluppo futuro.

Queste minacce si sono dimostrate capaci di raggiungere particolari livelli di sofisticazione in ogni fase del ciclo di vita dell’attacco, dettaglio che permetterà agli attacchi derivanti dall’Intelligenza Artificiale di espandersi sempre di più, adattandosi in modo intelligente ai parametri del sistema infetto.

Attacchi simili saranno capaci di selezionare il metodo più efficace per l’ambiente di destinazione, per poi utilizzarlo per spostarsi, apprendere i comportamenti dei dispositivi infetti e i loro punti deboli, massimizzando il danno.

Nuovi attacchi e nuove difese

La continua evoluzione degli attacchi basati sull’AI porterà ad una vera e propria rivoluzione dell’industria della sicurezza informatica, che dovrà adattarsi per fronteggiare queste minacce.

Il primo esempio di questo tipo di rischi informatici derivanti dall’utilizzo dell’Intelligenza Artificiale è stato rappresentato da WannaCry, caso che ha portato l’ecosistema del cyber-crimine ad adottare rapidamente forme simili di attacco.

Le aziende che si occupano di sicurezza potranno quindi trionfare soltanto lavorando accuratamente su una Ai difensiva, rappresentante l’unica possibilità di affrontare il cambiamento che si verificherà nel panorama delle minacce.

Tags

Maria Elena Sirio

Videogiocatrice dall'infanzia, innamorata del fantasy e dell'avventura (ma, soprattutto, di Nathan Drake), con una passione per il disegno, il cinema e le serie tv, che tenta di conciliare tutti questi interessi con la facoltà di Biotecnologie.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker