fbpx
LeasysGo! recensione car sharing torino fiat 500

La recensione di LeasysGo!, il car sharing torinese delle FIAT 500 Elettriche
LeasysGo! recensione: come funziona e come va il nuovo car sharing italiano


Potevamo resistere alla tentazione di provare il prima possibile LeasysGo!, il nuovo servizio di car sharing partito da Torino? Certamente no, ed infatti appena possibile abbiamo colto l’occasione di vedere cos’è e come funziona LeasysGo. Un car sharing elettrico e italiano, partito da una delle città più belle d’Italia, che ha il pregio di utilizzare come auto “condivisa” la nuova FIAT 500 Elettrica. Allora via con la recensione di LeasysGo!: cos’è, come funziona e quanto costa il nuovo car sharing di Stellantis? Scopriamolo insieme!

Recensione LeasysGo!: cos’è il nuovo servizio di car sharing  elettrico di Torino

Partiamo dalle basi: che cos’è LeasysGo? Altro non è che il servizio di car sharing elettrico creato da FCA, oggi Stellantis, per entrare nel mercato della mobilità condivisa. Come quindi Car2Go stava a Mercedes, DriveNow a BMW e oggi ShareNow sta ad entrambe le Case tedesche, LeasysGo! sta a FCA.

La parentela è chiara già dal nome: Leasys infatti è la società che si occupa di noleggio a lungo termine e servizi finanziari di FCA, quindi la società giusta per gestire il debutto della società nel mondo del car sharing. L’avventura di LeasysGo! parte da Torino: le motivazioni dietro la scelta del capoluogo torinese sono molteplici.

piattaforma LeasysGo! noleggio

Per prima cosa, Torino è la sede storica di FIAT (non a caso l’acronimo sta per Fabbrica Italiana Automobili Torino), quindi far debuttare il primo servizio di car sharing nella città della FIAT è quasi d’obbligo. Inoltre, Torino è una città piuttosto adatta e abituata allo sharing: tra ShareNow ed Enjoy, la città è già preparata al debutto di un nuovo player. Infine, è stata scelta Torino anche perché LeasysGo! non parte completamente da zero: ha infatti rilevato alla fine del 2020 le operazioni di Bluetorino. Il servizio di car sharing del gruppo Bollorè infatti ha dichiarato la chiusura ad agosto del 2020, con la conseguente chiusura dello stabilimento di Bairo, nel Canavese, dove venivano prodotte le BlueCar, le auto usate per il servizio di sharing.

LeasysGo! quindi prende il posto di BlueTorino e ne eredita le colonnine sparse per la città. A differenza di Bluetorino però non siamo di fronte ad un servizio di noleggio auto con parcheggi riservati: LeasysGo! infatti è uno sharing free floating, ovvero è possibile parcheggiare la propria auto in tutti i parcheggi, a pagamento e non, del capoluogo torinese.

La flotta LeasysGo! e i suoi piani: FIAT 500 Elettrica, colonnine e altre città

LeasysGo! non userà un’auto del gruppo FCA casuale, ma ha scelto di debuttare nel mondo della condivisione con FIAT 500 Elettrica. La nuova reincarnazione del Cinquino è ora costruita a Torino, nello stabilimento di Mirafiori, e non poteva che essere lei l’auto prescelta per il car sharing italiano.

Le versioni messe a disposizione al pubblico sono 500e Berlina a tre porte e fanno parte dei due allestimenti più ricchi, Icon e lo speciale La Prima. Auto molto interessanti, dotate di batteria da 42 kWh e motore da 118 CV, di cui arriverà nei prossimi giorni una recensione dedicata qui su Tech Princess.

FIAT500e leasysgo a Superga

Oggi invece ci concentriamo solo sul servizio di car sharing LeasysGo!. La flotta messa a disposizione degli utenti conta al momento 300 FIAT 500e sparse per la città. Entro il 2021 poi è previsto l’arrivo di altri 50 “Cinquini”, per raggiungere le 350 auto pronte alla condivisione.

Il progetto non si ferma alle sole 500. Insieme a queste infatti LeasysGo! prevede di installare fino a 500 colonnine di ricarica all’ombra della Mole entro la fine dell’anno. Un servizio completo quindi, che va dalla disponibilità di auto a quella di colonnine per la ricarica.

Il futuro di LeasysGo! però non sarà confinato alla sola Torino: entro il 2021 infatti le 500 elettriche arriveranno anche a Roma e Milano, mentre il futuro parla anche francese e spagnolo. I piani di Leasys sono infatti di portare la condivisione auto by Stellantis anche a Lione e a Valencia, e chissà in quali altre città.

Come funziona LeasysGo!: modalità, costi e attivazione

Abbiamo detto che LeasysGo! è un servizio di car sharing in free floating, che non necessita il parcheggio in spazi dedicati e che utilizza come auto le nuovissime FIAT 500.  Ma qual è il costo di LeasysGo?

Le tariffe di LeasysGo! sono diverse da tutte quelle offerte dalle rivali: non c’è infatti una tariffa al minuto, bensì un abbonamento mensile, come Netflix o Amazon Prime. E non cito il portale di Jeff Bezos per caso: per entrare nella “famiglia LeasysGo!” è infatti necessario acquistare su Amazon il primo mese di abbonamento a 19,99 euro. Ed è infatti questa la tariffa mensile necessaria per utilizzare il servizio, 19,99 euro al mese.

LeasysGo! amazon abbonamento mensile

Cosa si ottiene con poco meno di 20 euro? Oltre all’accesso e alla registrazione al servizio, la tariffa mensile comprende 2 ore di guida da utilizzare nei 30 giorni. Per riuscire a comparare il costo del servizio italiano con i principali competitor, dividendo i 20 euro dell’abbonamento per le 2 ore comprese si ottiene un costo di 0,17 € al minuto. Un prezzo decisamente concorrenziale rispetto ai 31 centesimi al minuto di ShareNow per Smart ForFour o ai 25 centesimi di Enjoy, oppure rispetto agli 0,29 euro di Smart ForTwo, che rispetto a 500 ha anche l’handicap di avere due soli posti. Se poi doveste finire le due ore incluse ma voleste continuare ad utilizzare il servizio, potete noleggiare altre volte una 500e, passando ad una tariffa al minuto di 0,29 €, un prezzo in linea con quello dei rivali.

Si può poi continuare il noleggio anche per un’intera giornata: in questo caso, la tariffa massima diventa di 43,5 euro, che aggiunti ai 19 euro di partenza formano una tariffa giornaliera di 63,5 euro, totalmente in linea con i rivali che in più richiedono una tariffa al km, per ora non inclusa in LeasysGo. Non sono però ancora presenti pacchetti “giornalieri” che permettono già al momento del noleggio di scegliere di tenere l’auto un giorno intero.

A livello di costo al minuto quindi è una tariffa concorrenziale, ma di certo la prospettiva di dover pagare in anticipo ben due ore di guida può scoraggiare qualcuno.

LeasysGo! recensione: a chi si rivolge il servizio?

Il servizio di car sharing punta ad un pubblico metropolitano residente in città, che decide di utilizzare LeasysGo! come mezzo di trasporto principale al suo interno, preferendolo ai mezzi pubblici o all’auto privata. Un pendolare infatti difficilmente riuscirà a sfruttare tutte le due ore di guida, a meno che non si debba recare per lavoro o studio in zone non servite dalla metro come Mirafiori o Porta Palazzo.

Per i residenti torinesi invece è una soluzione intelligente, che permette di non dover impazzire nella ricerca di un parcheggio o di uscire di sera senza la preoccupazione di non trovare mezzi pubblici per tornare a casa, quando sarà di nuovo possibile farlo in tranquillità.

Inoltre per i residenti a Torino c’è un altro vantaggio nascosto. La mappa di LeasysGo! infatti permette di raggiungere senza problemi l’aeroporto di Torino Caselle, ma include al suo interno anche i maggiori centri commerciali fuori Torino (I Viali di Nichelino, Le Gru di Grugliasco, Torino Outlet Village di Settimo Torinese), nonché i negozi Ikea e Leroy Merlin di Collegno. Un plus non da poco rispetto agli altri servizi di sharing, che costringono a scegliere pacchetti orari per fare shopping. Con LeasysGo! si può andare in un centro commerciale, parcheggiare l’auto e poi andare via senza “sperperare” il proprio portafoglio orario.

Come iscriversi al car sharing LeasysGo!

L’iscrizione al servizio di LeasysGo! è molto semplice. Abbiamo acquistato per questa recensione LeasysGo! su Amazon a 19,99 euro. Una volta effettuato il pagamento abbiamo scaricato l’app di LeasysGo!, disponibile sia per iOS che per Android, e abbiamo cominciato l’iscrizione.

Per usufruire del servizio è necessario registrarsi con un account dedicato. Si può accedere creando un account LeasysGo! da zero, oppure utilizzando gli account per i servizi online del Gruppo FCA (sia di FIAT che di tutti gli altri marchi come Alfa Romeo, Lancia, Jeep o Leasys), o ancora è possibile iscriversi utilizzando un social network.

Vi starete sicuramente chiedendo come si usa il buono appena acquistato su Amazon. Il buono infatti non vi arriverà cartaceo o via mail, bensì dovrete inserire al momento dell’iscrizione il numero dell’ordine di Amazon, il classico codice lunghissimo a 18 cifre che contraddistingue ogni acquisto sul portale online. Per trovarlo, potete vedere direttamente dall’app o dal sito di Amazon. In alternativa, Leasys vi manderà una mail dove sarà riportato chiaramente il numero di ordine Amazon da copiare e incollare sull’app.

Una volta inserite le proprie credenziali, inserito il numero dell’ordine e accettato la mail di conferma dell’indirizzo di posta elettronica, vi verranno richiesti tutti i classici dati di profilazione e fatturazione: nome, cognome, indirizzo, codice fiscale, numero di telefono (indispensabile per eventuali problemi durante il noleggio), documento di identità e patente validi, numero di carta di credito da utilizzare. Bisogna inserire manualmente i dati della vostra carta di credito: non è infatti previsto per ora l’uso di PayPal o di altri sistemi di pagamento smart. Sarà richiesta anche la creazione di un PIN di sicurezza di 4 cifre, da inserire appena prima l’inizio del noleggio.

Vi verrà anche richiesto l’invio di quattro fotografie, il fronte e il retro di carta di identità e di patente. Una volta inserite anche le foto, dovrete aspettare che queste vengano verificate e registrate come idonee dal servizio, con un tempo di attesa di circa 1-2 giorni lavorativi. L’attivazione del servizio infatti avverrà solo se LeasysGo! ritiene validi ed idonei tutti i vostri documenti.

Non ci sono particolari restrizioni all’utilizzo del servizio: bisogna essere maggiorenni, avere una patente valida da almeno un anno ed essere in possesso di una carta di credito valida, o, se non la si possiede, avere accesso ad una carta valida di un genitore, ad esempio.

Niente neopatentati: le 500 hanno 118 CV, superando il limite di 95 imposto dalla normativa per la guida dei neopatentati. I più giovani dovranno aspettare di compiere un anno dal conseguimento della patente per accedere a LeasysGo!.

Come noleggiare un’auto LeasysGo!: facile e veloce dall’app

Ci siamo iscritti regolarmente e abbiamo appena ricevuto la mail di conferma che certifica l’avvenuta verifica dei nostri documenti. Siamo finalmente pronti ad utilizzare LeasysGo!: appena aperta l’app ci viene richiesto di rispettare le normative per il contenimento dell’epidemia di Covid-19, e veniamo informati che tutte le auto sono periodicamente igienizzate e sanificate. Per questa recensione di LeasysGo! ci siamo recati a Torino in un tranquillo martedì pomeriggio, con quindi molti pendolari e lavoratori in giro per le strade della città.

L’applicazione LeasysGo! è molto ben fatta, curata esteticamente e non mostra mai impuntamenti o problemi particolari.

app leasysgo car sharing torino

Prima di provare il servizio, abbiamo verificato la presenza delle 500 sul territorio cittadino. Al momento in cui realizziamo questa recensione di LeasysGo! abbiamo riscontrato una leggera disparità di presenza all’interno dei confini cittadini. Una disparità che però è fisiologica, condivisa da tutti gli altri servizi di Sharing. Le auto infatti si concentrano nelle zone di residenza nelle pause pranzo e in centro negli orari lavorativi. Un difetto risolvibile con una flotta più numerosa, e perdonabile soprattutto considerando che si trattava solo del quinto giorno di servizio.

Inoltre, si può notare una concentrazione particolare nella zona di Mirafiori, a Sud della città in corrispondenza del numero 52. Perché? I lavoratori dello stabilimento torinese infatti sono stati scelti come “tester” del servizio, per verificarne il corretto funzionamento. Comprensibile quindi che dopo pochi giorni la maggioranza degli utenti attualmente registrati siano proprio coloro che costruiscono la nuova 500 Elettrica.

Visualizzazione dettagli auto LeasysGo!

Come potete vedere, sull’app compaiono le posizioni di ogni FIAT 500e libera ed utilizzabile. La localizzazione è precisissima, ed anche in prossimità di palazzi alti come il Grattacielo Intesa Sanpaolo o situazioni difficili per i GPS non perde un colpo.

Si può scegliere la 500 in base alla distanza da noi o da un punto di interesse (ad esempio la stazione o il posto di lavoro) oppure in base alla percentuale di batteria. Si può sia cercare spostandosi sulla mappa sia inserendo i filtri nell’apposita sezione in alto a destra.

In basso invece troviamo 5 tasti, in ordine: Le mie corse, per vedere le ultime corse effettuate, Assistenza, per chiamare il numero verde e ricevere aiuto, il tasto LeasysGo! che ci porta alla mappa, Impostazioni e Profilo, per controllare o modificare dati o estremi di pagamento.

Prenotazione di un'auto LeasysGo!

Una volta scelta la vostra 500 prediletta, non dovrete fare altro che cliccare sul segnaposto che indica la “vostra” 500. Da qui si aprirà un menù che vi permette di conoscere il colore dell’auto, il numero di targa, la distanza da dove vi trovate, la percentuale di carica e l’autonomia residua. Facendo swipe dal basso verso l’alto potete ricevere istruzioni per il noleggio o le indicazioni per raggiungere l’auto. Cliccando invece su Prenota vi verrà richiesto di confermare la prenotazione della 500 in questione.

Una volta confermata, l’auto sarà riservata per voi per 15 minuti fino al vostro arrivo. Una volta arrivati nel luogo di ritiro potete anche accendere i fari dell’auto per trovarla più facilmente magari al buio, e una volta accanto alla 500 per aprirla basterà cliccare su “Apri Veicolo”.

Come partire su una FIAT 500e di LeasysGo!

Una volta aperta l’auto, che vi avvertirà accendendo le frecce e suonando il clacson, potrete salire a bordo. L’app vi chiederà lo stato dell’auto, la presenza di eventuali danni, oggetti smarriti o problemi: una volta inserito tutto l’inseribile, basterà cliccare su “Avvia noleggio” per partire. Facilissimo!

Gli interni di FIAT 500e

Per partire è necessario accendere il quadro tenendo il piede schiacciato sul freno: una volta fatto, FIAT 500e vi saluterà con le note della Dolce Vita, mentre sul quadro strumenti digitale comparirà la scritta in verde READY. A quel punto basterà inserire la marcia avanti schiacciando il pulsante D sulla plancia sul tastierino PRND del cambio, schiacciare l’acceleratore e partire!

Per delle considerazioni su FIAT 500e vi lascio alla nostra recensione del Cinquino elettrico: qui ci concentriamo sulla recensione di LeasysGo! e sul suo servizio.

App LeasysGo! durante il noleggio

Durante la guida, il telefono non è assolutamente necessario: potete tenerlo in tasca, collegarlo al sistema di infotainment dell’auto o caricarlo sulla piastra wireless sopra il tastierino del cambio. Sull’app è possibile visualizzare e controllare il tempo di noleggio in tempo reale e il vostro credito di ore residue prima della partenza.

Terminare il noleggio LeasysGo! o effettuare una sosta

Una volta raggiunta la vostra destinazione, è sufficiente spegnere l’auto premendo il freno e il tasto di accensione, e controllare che tutte le portiere e i finestrini siano chiusi. Una volta fatto, potete uscire dall’auto e prendere nuovamente il cellulare. Lì potrete selezionare il tipo di sosta, ovvero se volete solo fermarvi per una commissione e chiudere l’auto oppure terminare il noleggio. Cliccando su “Termina“, l’auto si chiuderà e voi non dovrete fare altro che allontanarvi: il noleggio è terminato con successo.

Chiusura auto LeasysGo!

Se voleste invece fare una sosta, potete chiudere l’auto dall’app oppure semplicemente prendere la chiave dell’auto posta nel portaoggetti nel tunnel centrale e chiudere l’auto, portando con voi la chiave. In questo modo nessuno potrà “rubarvi” l’auto, che sarà lì ad aspettarvi.

LeasysGo! recensione: FAQ per tutti gli usi

Chiudiamo la recensione di LeasysGo! con una lista delle FAQ (domande frequenti) più comuni.

  • “Devo pagare il parcheggio?”. No, LeasysGo! non richiede il pagamento di tariffe per il parcheggio in zone convenzionate nei confini cittadini: parcheggi con strisce bianche, ovviamente, con strisce blu e il parcheggio dell’aeroporto di Torino Caselle. Per altri tipi di parcheggio, ovvero i parcheggi fuori dall’area operativa, fuori dalla città di Torino o parcheggi interrati o privati, è invece necessario pagare.
  • “Posso uscire dall’area operativa?”. Sì, è possibile uscire tranquillamente dall’area operativa: è possibile recarsi ovunque si voglia all’interno del territorio italiano. Noi ad esempio ci siamo recati a Superga e nei dintorni di Torino per la recensione di LeasysGo! e di FIAT 500e. L’unica accortezza necessaria è quella di terminare il noleggio all’interno dell’area operativa di appartenenza. Questo significa che un domani se inizierete il noleggio a Torino non potrete interromperlo a Milano: dovrete sempre concluderlo all’interno dell’area operativa da cui siete partiti.
  • “Esistono dei parcheggi dedicati? Non ho voglia di cercare parcheggio.” Si, ci sono dei parcheggi dedicati a LeasysGo! all’interno della città: si chiamano e-Parking Leasys, e comprendono anche delle colonnine di ricarica dedicate alle piccole 500.
  • “Devo mettere in carica le auto una volta finito il noleggio?”. No: in caso di parcheggio “tradizionale” non dovrete assolutamente preoccuparvi della batteria. Anche parcheggiando in uno stallo e-Parking Leasys dotato di colonnine non dovete fare assolutamente nulla: non è richiesto infatti di mettere in carica le auto, com’era una volta per BlueTorino. L’auto comunicherà autonomamente al Team LeasysGo! la sua posizione e il suo stato di carica, ed un addetto si occuperà di metterla in carica e di igienizzarla.
  • “Se rimango a piedi con l’auto scarica?”. In questo caso dovrete chiamare l’assistenza dall’app LeasysGo!, che si occuperà di mandare assistenza alla vostra posizione.
  • “Se prendo una 500 per un giorno e voglio caricarla come faccio? Devo avere un cavo di ricarica?” Nonostante sia una situazione limite, LeasysGo! ha fornito tutte le 500e del servizio con un cavo di ricarica presente sotto il pianale del bagagliaio, nell’alloggiamento della ruota di scorta. Così se voleste ricaricare la “vostra” 500 in giro per l’Italia potrete farlo.
  • “Se faccio un incidente o prendo una multa?”. Tutte le FIAT 500e di LeasysGo! sono assicurate regolarmente e dotate di polizza Kasko. In caso di incidente quindi vi basterà compilare il CID e contattare il Servizio Clienti. In caso di multa invece il servizio vi recapiterà la multa a casa, e vi chiederà una tariffa di gestione della pratica, variabile a seconda del tipo di infrazione.
  • “Se dimentico qualcosa in auto?”. Se siete ancora in tempo, recatevi all’automobile da voi noleggiata, apritela e prendete ciò che avete dimenticato. Nel caso in cui invece fosse passato del tempo e l’auto fosse stata nuovamente noleggiata, contattate il Servizio Clienti dall’app per sapere se hanno ritrovato il vostro oggetto smarrito.

Conclusioni: pregi e difetti di LeasysGo!

Realizzando questa recensione, LeasysGo! ci ha convinti molto: l’app è realizzata bene, user-friendly, e il servizio è immediato e senza preoccupazioni. Inoltre, le FIAT 500e ci hanno impressionato per le loro qualità, staccando nettamente tutte le rivali degli altri servizi di sharing in città. Torino poi si è rivelata una città perfetta da cui iniziare, grazie al traffico relativamente basso e alla facilità di utilizzo di un’auto nei confini cittadini.

Di certo non è un servizio perfetto, come nessuno lo può essere. L’app ha il brutto vizio di scollegarsi dopo qualche minuto di non utilizzo, anche se lasciata aperta in background. Passando poi da un’app all’altra, ad esempio una di messaggistica per informare qualcuno che si sta partendo, l’app di LeasysGo! ha bisogno di un bel po’ di tempo di caricamento per funzionare come si deve. Infine abbiamo riscontrato un malfunzionamento ad un’auto, rendendo impossibile prenotare una 500e vicinissima al nostro punto di partenza, costringendoci a spostarci presso un’altra auto vicina. Un problema che però ci sentiamo di imputare ad un difetto di gioventù del software, visto che poi anche nei giorni successivi e dopo diversi noleggi e prenotazioni il problema non si è più ripresentato.

LeasysGo! cerca di attaccare il mercato del car sharing italiano con una formula differente. Auto top di gamma, curate e piacevolissime da guidare, utilizzabili solo tramite un abbonamento mensile che, se usate il servizio con costanza, le rende convenienti. Per gli utilizzatori sporadici la tariffa di 20 euro può essere un salasso importante, ma grazie all’amplissimo raggio d’azione su Torino e dintorni LeasysGo! può essere un fido compagno non solo per il casa-lavoro, ma anche per le gite domenicali o per le commissioni nei centri commerciali, spesso difficilmente raggiungibili con i mezzi. Per questo promuoviamo senza appelli LeasysGo!, un ottimo alleato per la vita quotidiana in città. I leader del mondo del car sharing farebbero bene a temere questo novellino tutto italiano…

Novità: Acquista la tua iscrizione a LeasysGO! - Il nuovo...
  • Con l'acquisto del Voucher Amazon “LeasysGO!” del valore di € 19,99 accedi, al costo aggiuntivo di 19,99€ al...
  • ATTENZIONE !!! Voucher e istruzioni verranno inviate per posta elettronica. Non riceverai alcuna spedizione a casa. Il...
  • Il servizio è attivo nella città di TORINO. L'abbonamento garantisce 120 minuti di mobilità mensile con Nuova Fiat...

Altri articoli sul mondo Stellantis da non perdere


Giulio Verdiraimo

Ho 22 anni, studio Ingegneria e sono malato di auto. Di ogni tipo, forma, dimensione. Basta che abbia quattro ruote e riesce ad emozionarmi, meglio se analogiche! Al contempo, amo molto la tecnologia, la musica rock e i viaggi, soprattutto culinari!