fbpx
Lifestyle

LEGO rimuoverà le etichette di genere dai giocattoli

Addio alle differenze tra giochi da maschio e giochi da femmina

LEGO stravolge il settore dei giocattoli. E questa volta non lo fa lanciando un set da migliaia di pezzi, bensì annunciando che lavorerà per rimuovere le etichette di genere dai suoi giochi. Una decisione che arriva dopo che una ricerca ha rivelato che anche il gioco creativo è determinato dal genere. Lo studio, condotto dal Geena Davis Institute on Gender in Media, ha portato alla luce che gli atteggiamenti rivolti alle attività dei bambini continuano ad essere influenzati dagli stereotipi di genere. Di tutta risposta, la compagnia ha deciso di dire via alle etichette che distinguono giochi “da maschio” e “da femmine”.

LEGO dice addio agli stereotipi di genere per la sua produzione

La ricerca commissionata da LEGO Group al Geena Davis Institute on Gender in Media ha portato alla luce dati davvero incredibili. Indagando un campione di 7.000 genitori e figli, di età compresa tra 6 e 14 anni, è venuto alla luce che la maggior parte dei bambini si sentono a proprio agio con una vasta gamma di attività ricreative, incluse quelle storicamente legate al genere. Ma le ragazze si sono dimostrate più convinte al riguardo. L’82% delle femmine, ad esempio, concorda sul fatto che le ragazze possono giocare a calcio e i ragazzi praticare danza. Quanto ai ragazzi, solo il 71% si è dimostrato di questo stesso parere.

Ma questo è forse il dato meno sorprendente. Il 42% delle bambine ha dichiarato di temere di essere prese in giro per aver giocato con un oggetto associato all’altro genere. Dall’altra parte, il 71% dei bambini ha ammesso di avere una paura simile, spesso condivisa dai genitori. Insomma, le ragazze sembrerebbe essere più all’avanguardia dei ragazzi. Non a caso, lo studio è stato pubblicato in occasione della Giornata Mondiale delle Bambini, e ha segnato il lancio della campagna LEGO “Ready for Girls“, che “celebra le ragazze che ricostruiscono il mondo attraverso una risoluzione creativa dei problemi”.

lego vendite

A tal proposito, la società ha aggiunto che ha intenzione di collaborare con il Geena Davis Institute e l’UNICEF per garantire che i prodotti e il marketing Lego siano privi di stereotipi dannosi. “Siamo sempre stati concentrati sull’assicurare che il gioco LEGO fosse per tutti i bambini, ma negli ultimi anni ci siamo concentrati maggiormente sull’attuazione di processi sistematici per garantire che i prodotti LEGO e il marketing siano il più inclusivi possibile“. Così ha dichiarato Julia Goldin, Chief Product e Marketing Officer Lego Group. E ha aggiunto: “Non usiamo la segmentazione di genere e testiamo tutti i prodotti con ragazzi e ragazze, così come è possibile acquistare per apprezzamento e non per genere“.

Giochi e stereotipi di genere: un binomio difficile da abbattere?

Forse i bambini non sentono le differenze di genere, ma è chiaro che l’impatto di questi stereotipi si faccia sentire tanto sui loro giochi quanto sui loro obiettivi di carriera futuri. Lo studio di LEGO dimostra che i genitori dei figli maschi sono portati a pensare che abbiano più probabilità di diventare atleti e scienziati. E che le ragazze risultano ancora essere più portate per la cucina che per altro. “Qual è l’influenza dei genitori? Riguarda ciò che sta accadendo in casa e come i genitori possono aiutare i loro figli a vedere e sperimentare un mondo meno di genere”. Così ha riferito Madeline Di Nonno, CEO del Geena Davis Institute.

Ma presto le differenze di genere potrebbero essere abbattute anche da una serie di iniziative adottate nel settore retail, e non solo. Sabato la California è diventata il primo Stato a richiedere ai grandi negozi al dettaglio di fornire sezioni di giocattoli neutre rispetto al genere. E non è tutto. In uno studio del 2020, il Geena Davis Institute ha scoperto che i personaggi femminili sono stati presenti in TV per un periodo prolungato rispetto a quelli maschili. Ma è un risultato ancora molto lontano da quello auspicato. “Quando entrate in un negozio al dettaglio con vostro figlio…cosa vedrà e qual è il messaggio che gli verrà trasmesso? Si tratta di assicurarsi che ci possa essere la rimozione delle etichette“. Così ha dichiarato la Di Nonno, affermando che ci sono molti bambini gender fluid.

A questo punto viene da chiederci: LEGO riuscirà ad abbattere le differenze di genere? Noi ci auguriamo di sì.

Offerta
LEGO Friends Il Parco Giochi dei Cuccioli, Playset con Mia,...
  • Introduci le bambine alla gioia LEGO di costruire e prendersi cura degli animali domestici con questo colorato playset...
  • Le bambine si divertiranno per ore con la mini-doll di Mia e i suoi cani Cookie e Coco al parco di Heartlake City,...
  • Accessori come gli occhiali da sole di Mia, più la spazzola, la ciotola, il biscotto, i 2 ossi e i 2 fiocchi per i...
LEGO Super Heroes DC Batman All’inseguimento del Pin...
  • Divertimento garantito per i piccoli supereroi con le loro minifigure preferite e le barche giocattolo
  • Include le minifigure di Batman e The Penguin, la Bat-barca e la barcanatra del Pinguino
  • Lo speciale Starter Brick dei set LEGO permette ai bambini dai 4 anni in su di iniziare subito a divertirsi

Chiara Crescenzi

Editor compulsiva, amante delle serie tv e del cibo spazzatura. Condivido la mia vita con un Bulldog Inglese, fonte di ispirazione delle cose che scrivo.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button