News

LinkedIn Recruiter ora si affida all’intelligenza artificiale

L'intelligenza artificiale sbarca anche su LinkedIn. La più grande rete professionale online del mondo ha infatti annunciato Spotlight, una funziona che verrà incorporato all'interno di Recruiter, lo strumento dedicato al mondo HR.

Ma a cosa serve l'intelligenza artificiale in questo caso? Di base permetterà ai responsabili della selezione del personale di restringere le proprie ricerche e di individuare i candidati più adatti. Quest'ultimi infatti vengono messi in ordine di priorità in base alle informazioni disponibili, come il tipo di ruolo desiderato e la disponibilità ad essere contattati proprio da un recruiter.

L'IA si occupa anche di dividere i talenti in 3 gruppi:

  • Open Candidates: ossia i candidati aperti alle nuove opportunità che hanno condiviso i loro interessi di carriera;
  • Past Applicants: i talenti che hanno avviato – ma non completato – una domanda di lavoro;
  • Maggiore probabilità di risposta/interazione con il Talent brand: è l'ultima opzione e prende in considerazione le interazioni del candidato con le Career Page, i post o gli aggiornamento delle aziende.

Insieme a Spotlights, LinkedIn lancerà anche gli strumenti How You Match, che misura le
competenze degli iscritti rispetto all'esperienza richiesta, e 1-Click Apply, che offre ai candidati la possibilità di candidarsi per un’offerta di lavoro con un solo clic.

Tags

Team di redazione

L'account della redazione di Tech Business.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker