fbpx
NewsTech

MacBook Pro: la produzione procede a ritmi ridotti

Ecco gli ultimi aggiornamenti

La ripresa della produzione dei MacBook Pro di Apple segue un ritmo particolarmente ridotto in queste settimane. Al momento, infatti, Quanta Computers, il partner produttivo scelto da Apple per i suoi MacBook Pro, deve fare i conti con problemi di vario tipo, tra personale ridotto e difficoltà logistiche a causa del lockdown e dell’ondata di nuovi contagi in Cina e, in particolare, nell’area di Shanghai dove si trovano gli stabilimenti di produzione.

La produzione dei MacBook Pro di Apple continua a ritmo ridotto

La ripresa delle attività produttive attesa non c’è stata. I MacBook Pro sono tornati ad essere assemblati nello stabilimento di Quanta Computer ma attualmente la capacità produttiva sarebbe inferiore al 20% della massima secondo quanto riporta DigiTimes. I problemi da affrontare sono numerosi. L’azienda deve fare i conti con carenza di manodopera, a causa dei contagi, e problemi logistici. Potrebbe essere necessario attendere molte settimane prima di un ripristino delle attività. Le difficoltà registrare dal sistema produttivo vanno avanti oramai da diverse settimane. Una soluzione nel breve periodo, per ora, non c’è.

Tutto rimandato a luglio?

Secondo alcune analisi, infatti, la produzione dei MacBook Pro tornerà a ritmi alti soltanto a partire dal prossimo mese di luglio. Nel frattempo, però, i tempi di consegna si allungheranno in misura significativa. La disponibilità di MacBook Pro, soprattutto in alcuni mercati, è destinata ad essere particolarmente ridotta nel prossimo futuro. Maggiori dettagli sulla questione potrebbero arrivare a breve.

 

Offerta
2021 Apple MacBook Pro (16", Chip Apple M1 Pro con CPU...
  • Chip Apple M1 Pro o M1 Max: un incredibile balzo in avanti per le prestazioni della CPU, della GPU e del machine...
  • CPU fino a 10-core con prestazioni fino a 2 volte più veloci, per sfrecciare come mai prima d’ora anche con i flussi...
  • GPU fino a 32-core per una grafica fino a 4 volte più scattante nelle app e nei giochi più complessi

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button