CulturaNewsTech

Microsoft acquisisce una startup per rendere l’IA più ‘umana’

In un post pubblicato sul suo blog ufficiale, Microsoft ha annunciato la recente acquisizione di Semantic Machines, una startup situata in quel di Berkeley, California. Questa piccola compagnia specializzata nel miglioramento delle cosiddette IA "conversazionali" aiuterà il colosso di Redmond a raggiungere un semplice, ma ambizioso, obiettivo: far sì che i bot possano avere una voce più simile a quella degli esseri umani.

Le conversazioni con le IA diventeranno più realistiche"

"Con l'acquisizione di Semantic Machines stabiliremo un centro d'eccellenza per le IA conversazionali a Berkeley per oltrepassare i limiti di ciò che è possibile nelle interfacce linguistiche", sono queste le parole utilizzate da David Ku, AI & Research Chief Technology Officer presso Microsoft, nel post pubblicato sul blog ufficiale della casa di Redmond.

La startup statunitense potrà quindi continuare ad operare a Berkeley, grazie all'inaugurazione del futuro centro sperimentale che vedrà all'opera gli ingegneri di Semantic Machines e quelli di Microsoft, al fine di migliorare le tecnologie di Intelligenza Artificiale e di implementarle in eventuali prodotti di Redmond – o in quelli di Amazon.

Stando alle informazioni ricavate da Crunchbase, quella piccola entità chiamata Semantic Machine è stata fondata appena quattro anni fa, nel 2014, quando poteva già contare 20.9 milioni di dollari, investiti da realtà quali General Catalyst e Bain Capital Ventures.

Secondo gli stessi ingegneri di Semantic Machines, la loro 'IA "umana" non sarebbe solo in grado di rispondere e prevedere le domande dell'utente in modo più preciso, ma anche di tenere una conversazione in maniera più fluida e naturale, cosa che gli assistenti vocali come Siri, Alexa e la stessa Cortana non possono garantire, almeno per il momento.

Prima dell'acquisizione da parte di Microsoft, gli sviluppatori di Semantic non hanno mai provato a realizzare un proprio prodotto, piuttosto si sono sempre focalizzati sulla realizzazione di soluzioni dedicate alle altre aziende. I loro progetti, dunque, si inseriranno perfettamente nell'ecosistema di Redmond basato sull'IA e che attualmente include Cortana, Azure Bot e i servizi Microsoft Cognitive.

Tags

Pasquale Fusco

A metà strada tra un nerd e un geek, appassionato di videogiochi, cinema, serie TV e hi-tech. Scrivo di questo e molto altro ancora, cercando di dare un senso alla mia laurea in Scienze della Comunicazione e alla mia collezione di Funko Pop.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker