fbpx
FeaturedTech

Monese: che cos’è, come funziona, quanto costa

Monese è un servizio bancario istantaneo, nato nel 2015 da un’idea di Norris Koppel. Trasferitosi nel Regno Unito dall’Estonia, Norris faticava ad aprire un conto tradizionale e, di conseguenza, non poteva ricevere uno stipendio o affittare un appartamento.

Monese nasce proprio per rispondere a questo problema. Come? Offrendo ai propri clienti la possibilità di aprire un conto in pochi minuti, senza abbandonare il proprio divano. Potete infatti avviare la procedura tramite lo smartphone e poi gestire l’intero conto utilizzando l’applicazione ufficiale.

Non vogliamo però travolgervi con una marea di informazioni. Andiamo quindi con ordine e cerchiamo di rispondere a tutte le domande.

Monese: che cos’è?

Monese Norris Koppel
Norris Koppel, fondatore di Monese

Monese Ltd è un’azienda britannica, offre un conto online e permette di associare a questo conto una carta prepagata ma non è una vera banca. Questo significa che non potete richiedere dei prestiti, effettuare investimenti o trovare filiali e sportelli sul territorio.

Che cosa potete fare quindi? Beh, tutto il resto. Potete usare l’IBAN inglese per ricevere pagamenti, pagare bollette, farvi accreditare lo stipendio e usare la carta per pagare online o nei negozi fisici.

Monese come funziona?

Monese come funziona l'appSupponiamo che vogliate aprire un conto con Monese. Come si fa? In realtà vi servono solo tre cose:

  1. la maggiore età (dovete avere quindi almeno 18 anni)
  2. l’applicazione per iOS o Android
  3. un documento di identità (carta d’identità o passaporto)

La procedura è abbastanza rapida. Inserite la vostra email e il numero di telefono, scegliete la valuta che volete utilizzare (tra euro, leu romeno e sterlina) e aggiungete il vostro indirizzo, dopodiché dovrete scansionare un documento e registrare un breve video che certifichi la vostra identità.

A questo punto non dovrete fare altro che selezionare il tipo di conto e il gioco è fatto.

Monese applicazioneE ora? Beh, prima di tutto potete ordinare la vostra carta di debito oppure creare una carta virtuale. Entrambe possono essere utilizzate per pagare online oppure con Apple Pay o Google Pay.

Per la ricarica potete sfruttare un’altra carta oppure effettuare un bonifico al vostro nuovo IBAN inglese, mentre per prelevare contanti vi basta andare a qualsiasi sportello, proprio come fareste con un bancomat tradizionali.

Le funzionalità ovviamente non finiscono qui. Potete:

  • inviare o richiedere denari ad amici e parenti
  • definire un pagamento ricorrente
  • pagare le bollette (al momento è supportata solo Enel ma altri fornitori sono in arrivo)

Monese quanto costa?

Monese offre 3 diversi piani tariffari.

  Simple Classic Premium
Costo mensile 0 euro 5,95 euro 14,95 euro
Carta di debito Gratis (4,95 euro per la consegna) Gratis Gratis
Prelievo 200 euro/mese gratis

Poi 2% di commissioni

900 euro/mese gratis

Poi 2% di commissioni

Gratis
Spesa con la carta in valuta estera 2.000 euro/mese gratis

Poi 2% di commissioni

9.000 euro/mese gratis

Poi 2% di commissioni

Gratis
Apple Pay/Google Pay Supporto gratuito Supporto gratuito Supporto gratuito
Conto in doppia valuta Gratis Gratis Gratis
Trasferimenti istantanei tra utenti Monese Gratis Gratis Gratis
Pagamenti ricorrenti Gratis Gratis Gratis
Assistenza Gratis Gratis Gratis

Quali limiti?

Monese limitiMonese prevede un saldo massimo di 50.000 euro ed una transazione massima con carta di 4.000 euro.

Ci sono inoltre ulteriori limiti:

  • 7.000 euro/giorno per acquisti con carta;
  • 350 euro/giorno per i prelievi Bancomat;
  • massimo due ricariche al giorno con carta di debito per un massimo di 300 euro;
  • massimo dieci ricariche al mese per un massimo di 600 euro.

La sicurezza al primo posto

L’azienda inglese ha progettato il servizio non solo per essere semplice ed intuitivo, ma anche per tenere sempre al sicuro dati e risparmi.

Ecco perché l’accesso al conto può essere effettuato su un solo dispositivo ed è protetto da un PIN a 5 cifre (o dai vostri dati biometrici). Inoltre in caso di furto o smarrimento potete bloccare la carta direttamente dall’applicazione.

La rete bancaria inoltre viene monitorata 24 ore su 24 e 7 giorni su 7, così da individuare eventuali minacce in tempo reale.

Insomma, i vostri soldi sono al sicuro.

Erika Gherardi

Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button