FeaturedRecensioniTech

Recensione AOC G2590FX: un grande monitor ad un piccolo prezzo

Risoluzione Full HD, una frequenza di aggiornamento di 144 Hz e un tempo di risposta di 1 ms: AOC G2590FX ha tutto ciò di cui avete bisogno per giocare senza però alleggerirvi eccessivamente il portafoglio. Certo, questo non significa che sia privo di difetti, ma l’ottimo rapporto qualità-prezzo rende questo monitor una delle opzioni migliori per chi i videogiocatori che vogliono risparmiare.

Un design essenziale

Prima di capire come si comporta AOC G2590FX, facciamo un passo indietro.

Il monitor da 24,5 pollici dell’azienda taiwanese si presenta con una parte frontale assolutamente minimale: le cornici sono sottilissime su tre lati, il logo AOC viene esaltato dall’ormai immancabile banda rossa inferiore e il profilo è completamente libero da ogni tasto. Le impostazioni infatti vengono affidate ad un piccolo joystick posto sul retro, che vi permette di modificare i vari settaggi in modo semplice e veloce.

Ottima poi la connettività, garantita dall’ingresso VGA, dalla Display Port 1.2 e da due HDMI 1.4, mentre le regolazioni sono ridotte al minimo. Tutto ciò che potete fare è inclinare leggermente verso l’alto o il basso (da 3,5° a 21,5°)  lo schermo, così da adattarlo alle vostre esigenze.

Ma come si comporta nella vita quotidiana?

Il monitor AOC G2590FX ha tante apprezzabili specifiche: la risoluzione Full HD è più che sufficiente per lavorare e giocare, la frequenza di aggiornamento di 144 Hz è l’ideale per gli amanti del gioco competitivo così come il tempo di risposta di 1 ms, mentre la tecnologia AMD Freesync farà contenti tutti coloro che sfruttano una GPU della multinazionale statunitense.

Il problema – se così vogliamo chiamarlo – è il pannello TN. Da un lato questa scelta consente al produttore di abbassare i costi, dall’altro però ci mette davanti un display con una resa cromatica leggermente meno soddisfacente rispetto ai pannelli IPS o VA. La sensazione iniziale sarà quella di ritrovarsi di fronte ad immagini leggermente “slavate”, ma niente paura, vi basterà avviare un qualsiasi videogioco per cambiare idea. Durante la nostra prova non ho potuto fare a meno di notare come i colori e l’esperienza generale di fronte a Overwatch – un titolo notoriamente variopinto oltre che frenetico – non abbia nulla da invidiare ad altri display. Alla fine i colori sono piuttosto vibranti, la fluidità è assolutamente incredibile e il divertimento assicurato.

AOC G2590FX gaming
AOC G2590FX con Overwatch

Ad essere invece più impacciato è l’editing fotografico. Lavorare con Adobe Photoshop è stato meno indolore del previsto: la sensazione generale infatti è di non avere il pieno controllo del vostro lavoro. Lo schermo leggermente “slavato” vi trarrà occasionalmente in inganno, quindi ricordatevi di effettuare qualche controllo in più prima di condividere con altri il vostro lavoro.

Monitor AOC G2590FX: comprarlo o non comprarlo?

A 249 euro è difficile ottenere di più. Il monitor AOC G2590FX svolge infatti un ottimo lavoro durante le sessioni di gioco, garantendo prestazioni eccellenti con qualsiasi titolo. Tra l’altro il menù OSD prevede una serie di preset dedicati ai generi più comuni, così vi basta scegliere il tipo di videogame per avere i settaggi più adeguati senza regolare manualmente ogni singolo parametro.

Certo, uscito dalla sua zona di comfort – il gaming -, il display perde un po’ di mordente, ma alla fine non è stato pensato per photo e video editor. AOC G2590FX è infatti dichiaratamente votato al mondo dei videogiochi e se, usato in questo ambito, non vi deluderà.

AOC G2590FX

  • Ottima resa durante il gioco
  • Eccellente frequenza di aggiornamento
  • Basso tempo di risposta
  • Menù OSD intuitivo
  • Il pannello TN sembra sempre un po' slavato
  • Fuori dalla sua zona di comfort (il gaming) non risulta altrettanto soddisfacente
Tags

Erika Gherardi

Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker