fbpx
AttualitàNewsTech

Nello Utah gli adolescenti dovranno chiedere il permesso ai genitori per usare i social media

Il governatore dello Utah, Spencer Cox, ha firmato due disegni di legge che vedranno gli adolescenti residenti nello Stato dover chiedere il permesso ai propri genitori prima di potersi iscrivere su una piattaforma di social media.

Cosa cambia per gli adolescenti che vogliono iscriversi sui social media

Nello Stato del Sud-Ovest degli USA, i genitori degli adolescenti che vorranno iscriversi su un social media dovranno prima dare il loro consenso.

Significa che piattaforme come TikTok, Facebook, Instagram e Snapchat dovranno giocoforza modificare i propri form di iscrizione per i teenager dello Utah. Inoltre le due leggi non si fermano di certo qui. Tra gli altri obblighi vi è anche quello di impostare un coprifuoco, un monitoraggio costante da parte dei genitori e funzionalità relative alla verifica dell’età.

In più vi è anche una chiara raccomandazione verso le piattaforme più utilizzate. Quest’ultime, infatti, avranno l’obbligo di evitare ogni qual si voglia sviluppo di forme di dipendenza dalla piattaforma stessa.

Scopri Udemy, un’ampia selezione di corsi per poter utilizzare meglio i tuoi social

Significa che sia il design sia le funzionalità non devono indurre gli adolescenti a diventare dipendenti dal social stesso. Sicuramente un punto molto complicato da realizzare, e non è nemmeno ancora del tutto chiaro come lo Utah intenda applicare e far rispettare queste due leggi, così come non si sa ancora come risponderanno le società dietro i social stessi.

I dubbi in merito alla funzionalità di queste norme sorge soprattutto in relazione al fatto che entreranno in vigore entro la fine di questo mese. Eppure sono apparentemente molte le voci che si sono sollevate in America relative all’uso dei social da parte dei teenager.

Per esempio, Surgeon General ha affermato che “13 anni è troppo presto“, in una chiara critica all’età minima richiesta dalla maggior parte dei social per procedere con l’iscrizione. Inoltre anche altri Stati americani starebbero pensando a leggi molto simili, per limitare l’accesso ai giovani americani.

Eppure, se è vero che alcuni hanno sollevato lecite preoccupazioni, dall’altro lato non sono mancate le critiche a questa iniziativa. Electronic Frontier Foundation, organizzazione che promuove i diritti digitali, si è fermamente opposta alle due leggi approvate nello Utah, in quanto violerebbero i diritti dei giovani in relazione al Primo Emendamento.

Ultimo aggiornamento 2024-07-19 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Da non perdere questa settimana su Techprincess

🎮Il video del monaco buddista che gioca a Super Mario (e prega per ogni nemico ucciso)
 
💍A cosa serve un anello smart? | La prova di RingConn Smart Ring
 
💬noplace è l’applicazione più scaricata su App Store: scopriamo di cosa si tratta
 
Chi ha detto che il fotovoltaico deve essere complicato?
 
🎧 Ma lo sai che anche Fjona ha la sua newsletter?! Iscriviti a SuggeriPODCAST!
 
📺 Trovi Fjona anche su RAI Play con Touch - Impronta digitale!
 
💌 Risolviamo i tuoi problemi di cuore con B1NARY
 
🎧 Ascolta il nostro imperdibile podcast Le vie del Tech
 
💸E trovi un po' di offerte interessanti su Telegram!

Autore

  • Maria Stella Rossi

    Mangiatrice seriale di biscotti e ghiotta di pizza, adoro scrivere da sempre, ancor prima di imparare a tenere per bene una penna fra le dita. Sono una grande appassionata di libri, telefilm, film, videogiochi e cucina, mentre il mio sogno nel cassetto è quello di riuscire a catturare ed addomesticare una Furia Buia. Ma anche continuare a scrivere non è poi così male come desiderio.

    Visualizza tutti gli articoli

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button