fbpx
CinemaCulturaNewsSerie TV

“La TV lineare morirà”, parola di Netflix

Il CEO del colosso dello streaming ha affermato che, secondo lui, la TV lineare morirà entro pochi anni

Netflix vuole che la TV lineare muoia. L’amministratore delegato Reed Hastings, durante la telefonata con gli investitori, ha affermato con sicurezza che Netflix si trova in una posizione ideale perché la TV lineare sarà morta tra “5 o 10 anni”. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

Secondo Netflix la TV lineare morirà

Netflix pubblicita google tech princess

Hastings è finanziariamente incentivato a dire questo. Uno dei maggiori concorrenti del più grande servizio di streaming del pianeta è l’insieme dei canali di streaming totalmente gratuiti che si trasmettono su qualsiasi televisore dotato di antenna e i loro amici più costosi della TV via cavo.

Netflix ha bisogno che la TV lineare muoia perché ha bisogno di portare verso di sé coloro che, ancora adesso, utilizzano la TV lineare. Il servizio ha bisogno di ulteriori abbonati.

Secondo un rapporto del secondo trimestre del 2022, il colosso dello streaming ha infatti perso ben 1,3 milioni di abbonati negli Stati Uniti e in Canada negli ultimi tre mesi. Con oltre 220 milioni di clienti paganti in tutto il mondo, l’azienda si trova in una posizione scomoda. Per questo motivo si sta impegnando per guadagnare abbonati.

È infatti in arrivo il suo abbonamento con pubblicità (che non includerà tutti i contenuti che si ricevono ora) e cercherà di porre fine alla pratica della condivisione degli account, costringendo gli utenti a sottoscrivere un abbonamento o a rinunciare allo streaming su qualsiasi schermo più grande di un laptop.

Tuttavia quando si possiede il maggior numero di abbonati possibile, è necessario che i concorrenti (TV lineare, YouTube, TikTok etc) vadano giù. Quindi sì, è ovvio che Hastings vuole che la TV lineare muoia entro pochi anni.

Ma succederà davvero? I numeri degli spettatori televisivi sono in calo, questo è assolutamente certo. Dopo l’aumento dei contenuti originali sulla TV via cavo negli anni 2010, il mercato si è frammentato e il potere delle emittenti televisive è diminuito. La broadcast, però, è ancora gratuita. Non è necessario pagare per internet e poi pagare un abbonamento. Si può semplicemente accendere il televisore e, a patto di avere un’antenna sufficientemente buona, si ha accesso ad un sacco di ottimi contenuti.

Contenuti che Netflix sta disperatamente cercando di ricreare sul proprio servizio.

Nonostante sia gratuita, però, la TV lineare si trova in difficoltà rispetto allo streaming e a Netflix. Ma come può morire definitivamente la TV lineare se lo streaming, nonostante le innovazioni, continua ad avere così tanti problemi e fatica a competere sul fronte dei contenuti popolari? Non sappiamo se le previsioni di Hastings si avvereranno ma siamo curiosi di vedere in che modo ha intenzione di rispondere il colosso dello streaming.

Ci saranno altri assi nella manica oltre allo stop degli abbonamenti condivisi e all’arrivo del nuovo abbonamento con pubblicità?

Fire TV Stick Lite con telecomando vocale Alexa | Lite...
  • La versione più conveniente di Fire TV Stick - Goditi uno streaming rapido in Full HD. Include il nuovo telecomando...
  • Ideale per nuovi utenti - Accedi a film e programmi TV gratuiti dalle app, come RaiPlay e YouTube.
  • Configurazione semplice e design discreto - Inseriscila in un ingresso sul retro della TV, accendi quest'ultima e...
Source
The Verge

Veronica Ronnie Lorenzini

Videogiochi, serie tv ad ogni ora del giorno, film e una tazza di thé caldo: ripetere, se necessario.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button