fbpx
NewsSmart HomeTech

Il nuovo Nest Hub di Google aiuta a dormire meglio

Il nuovo dispositivo smart home di Google monitora il sonno stando comodamente sul comodino

La seconda generazione di Nest Hub conferma e migliora le grandi capacità dello smart display di Google ma porta il monitoraggio del sonno su tutto un altro livello. Il dispositivo resta infatti sul comodino per controllare come dormite, per poi darvi consigli su come riposare meglio.

Il nuovo Google Nest Hub migliora il monitoraggio del sonno

Il nuovo smart display di casa Google ha tutte le migliorie che potete aspettarvi da una nuova generazione di dispostivi smart home. Offre la stessa tecnologia sonora di Nest Audio, con il 50% di bassi in più rispetto all’originale. Potete così riempire le stanze con le note prese da YouTube Music, da Spotify o da Apple Music. E poi godervi le serie TV Netflix, gli show di Disney+ e tutti i video di YouTube. Mettendo in pausa e controllando la riproduzione mimando i gesti, senza bisogno di sfiorare il display (perfetto se lo usate mentre cucinate o pulite casa, per esempio). Inoltre aumenta la condivisione con i dispositivi compatibili per rendere la vostra casa ancora più smart.

L’arma migliore resta come sempre l’Assistente Vocale di Google, che usa tutta l’intelligenza artificiale del gigante della ricerca online per dare sempre risultati precisi. Ma la seconda generazione di Nest Hub offre un’arma in più: il monitoraggio del sonno.

Per riposare meglio

L’integrazione con il Calendario o Gmail rende più facile organizzare la giornata, ma il nuovo Hub migliora anche il vostro riposo. I clienti hanno dato a Google un feedback chiaro: usano il dispositivo soprattutto come sveglia e dispositivo per controllare la casa quando sono a letto. La camera da letto è il luogo più usato per i dispositivi smart home, quindi perché non ricavarne il meglio?

Migliorare il sonno è fondamentale. Secondo gli studi in materia dormire male e poco invecchia il nostro cervello dai tre ai cinque anni, produce oltre 6 mila incidenti stradali letali l’anno e alza del 48% la possibilità di sviluppare problemi cardiaci. Eppure un adulto su tre dorme troppo poco, uno su sette ha problemi di respirazione mentre dorme.

google nest hub seconda generazione sonno

Per questo motivo Google ha dotato il Nest Hub della funzione Motion Sense, basata sulla tecnologia radar a bassa energia Soli. Lasciando il dispositivo sul comodino, potete calibrare in pochi secondi i parametri e registrare il modo in cui dormite. La stessa precisione nel rilevare il vostro ciclo cardiano del sonno dei dispositivi indossabile, ma una comodità decisamente maggiore: resta a monitorarvi dal comodino. I microfoni rilevano disturbi come tosse e russamento, mentre la rilevazione di luce e calore capisce come influenzino il vostro riposo. Al mattino non dovete fare altro che chiedere “Hey Google, come ho dormito?“.

Nest Hub e Google Fit possono aiutarvi a dormire meglio

Il nuovo dispositivo si collega anche a Google Fit, dove potete unire i dati di altri sensori (come lo smartwatch che registra il vostro battito) per analizzare il vostro sonno. Google vi fornisce poi le linee guida sviluppate dall’American Academy of Sleep Medicine per migliorare il riposo. Consigli semplici se dovete solo aggiustare l’orario in cui vi coricate o le luci della stanza. Oppure potete usare i dati raccolti per consultare uno specialista del sonno.

Potete cancellare i vostri dati in qualsiasi momento, anche se Google assicura che non vengono usati per inviarvi annunci pubblicitari. La nuova funzione di monitoraggio del sonno è gratuita fino all’anno prossimo in anteprima. Google assicura di essere anche al lavoro per capire come integrare questa funzione con i dispositivi Fitbit, per offrire una soluzione unica.

Ma se invece decidete di non usare il monitoraggio, potete comunque usare questa sveglia superintelligente per riprodurre suoni e luci che possono conciliare il sonno. Inoltre la Sveglia luce graduale aumenta gratamente l’illuminazione del display e la suoneria. Potete anche posticipare la sveglia con un solo gesto della mano.

Google Nest Hub: prezzo e disponibilità dello smart display che monitora il sonno

Il nuovo dispositivo arriva in Italia in due colori, grigio chiaro e grigio antracite. Il display fatto al 54% di plastica riciclata arriva il 4 maggio 2021. Potete acquistare Google Nest Hub al prezzo di 99,99 sul Google Store e nei principali negozi di elettronica.

OffertaBestseller No. 1
Google Pixel 4a 14,7 cm (5.8") 6 GB 128 GB 4G USB Tipo-C...
  • Type: Smartphone
  • - 2G Network: GSM 850 / 900 / 1800 / 1900
  • - 3G Network: HSDPA 850 / 900 / 1700(AWS) / 1900 / 2100

Stefano Regazzi

Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button