fbpx
FeaturedRecensioni TechTech

La recensione di Makalu 67: c’è un nuovo mouse ultraleggero sul mercato

Il mercato chiede l’ultraleggero e i brand si attivano per soddisfare ogni esigenza. Non solo grandi marchi si stanno adattando alle richieste del pubblico, ma anche i nuovi arrivati cercano il loro posto. Per questo motivo, oggi, nella nostra recensione di Makalu 67, vi raccontiamo la storia di un mouse ultraleggero ideato da un brand emergente: Mountain. Si tratta di un’azienda veramente nuova, nata nel 2018, forte di un’ottima partenza su Kickstarter. Qualcuno di voi, infatti, ne avrà già sentito parlare grazie alla realizzazione di Everest, una tastiera con tastierino numerico mobile.

Nell’attesa del suo arrivo, analizziamo insieme tutte le caratteristiche di Makalu 67. Si tratta di un mouse con una struttura “bucherellata”, dal peso di circa 60 grammi, con un sensore PixArt PAW3370, switch Omron e illuminazione LED RGB. Siete curiosi di sapere come si è comportato? Vediamolo in azione.

Mountain Makalu 67 RGB Gaming Mouse con design unico a...
  • PixArt PAW3370: sensore ottico per gaming regolabile con risoluzione fino a 19000 DPI
  • Design ultraleggero a nervature: un design unico e leggerissimo, creato per gli impieghi più intensivi
  • Illuminazione RGB personalizzabile individualmente, per il massimo dello stile e dell’eleganza

Makalu 67 recensione: leggero e solido

Iniziamo la nostra recensione di Makalu 67 con l’analisi del suo aspetto fisico. Si tratta di un mouse ultraleggero, dal peso veramente contenuto di circa 67 grammi. La sua leggerezza deriva, in parte, dalla sua struttura forata. L’idea non è completamente nuova, sebbene la realizzazione pratica, invece, lo sia. Abbiamo, infatti, già visto qualche mouse con una copertura forata a nido d’ape, ma il Makalu 67 prevede una struttura brevettata chiamata “ribcage. Questa è sostanzialmente una particolare unione tra l’assenza di materiale e la geometria, che garantisce leggerezza, ma anche solidità, robustezza e comodità.

Il mouse presenta linee morbide, smussate su ogni lato, per nulla aggressive. La superficie tondeggiante garantisce un’ottima ergonomia generale. Il posteriore è ben curvato e garantisce una buona presa claw e palm anche per mani di piccole dimensioni. Non abbiamo parti gommate, eppure il grip risulta buono, grazie a un buon incavo nella parte laterale. Non abbiamo troppi tasti: ci sono i due click destro e sinistro, la rotella, il pulsante dei DPI e i due tasti laterali. La loro posizione è buona e facilmente raggiungile durante l’utilizzo.

Sulla parte inferiore, troviamo i piedini realizzati in PTFE, adagiati sempre su una struttura a groviera. Per ultimo troviamo il cavo, realizzato in tessuto morbido, davvero ottimo. Morbido e flessibile non risulta mai di troppo ingombro e ci consente di muovere la periferica in completa libertà. Non manca ovviamente una illuminazione RGB che colora, però, soltanto la base in cui sono posti rotella e dpi.

È l’ultraleggero che fa al caso nostro?

Passati i test di forma e resistenza, è il momento di mettere alla prova le prestazioni del Makalu 67. Durante la nostra recensione abbiamo deciso di sfruttarlo in particolare sul campo di battaglia. Non siamo novelli all’uso degli ultraleggeri e, dunque, lo abbiamo messo parecchio sotto stress. Il primo impatto è stato ottimo: il mouse è davvero ergonomico. La sua forma e le sue linee, lo rendono adatto a prese claw e palm. La sua struttura comoda, ma soprattutto leggera, è perfetta per lunghe sessioni. Il prodotto è molto solido e robusto, inoltre, le scanalature laterali regalano il giusto grip nei momenti più concitati.

Provenendo da mouse senza fili, abbiamo sempre ampie aspettative per quel che concerne la mobilità. Nonostante il Makalu 67 sia cablato, non abbiamo riscontrato particolari impedimenti. Il cavo, infatti, è davvero leggero e flessibile e, in alcune circostanze, sembra quasi di non averlo. Questo gioca, certamente, un notevole punto a favore.

Per quanto concerne le sue prestazioni in gioco, il mouse di casa Mountain non ci ha deluso. Ha sempre risposto in maniera precisa e puntuale, senza perdere un colpo. Il sensore è buono, reattivo e ci ha permesso di scendere sul campo di battaglia al pari dei nostri avversari. Leggerezza, mobilità, precisione: queste sono le caratteristiche vincenti di questo prodotto.

Gestiamo tutto via software

Sebbene si tratti di un mouse abbastanza economico, abbiamo davanti una soluzione completa gestita tramite software. Base Camp è il programma che ci consente, infatti, di accedere a tutte le opzioni e personalizzare al meglio la nostra periferica.

Abbiamo una schermata abbastanza sobria e di facile comprensione. Attraverso il software possiamo modificare non solo l’illuminazione LED, ma anche la gestione dei tasti. Come accade anche per altri concorrenti, attraverso Base Camp, possiamo assegnare funzioni ai vari tasti programmabili del nostro Makalu 67. Il tutto funziona alla perfezione, senza intoppi o particolari difficoltà.

Makalu 67 recensione LED

Makalu 67 ha passato i nostri test?

Alla luce di tutte le prove svolte, non possiamo che essere più che soddisfatti della periferica Makalu 67 di casa Mountain. Durante la nostra recensione lo abbiamo messo sotto stress nei giochi e ne abbiamo fatto uso durante i momenti più tranquilli. Le sue risposte sono sempre state adeguate alla situazione.

Ci piace che sia leggero, ci piace che il suo filo non sia di intralcio, ci piace la sua ergonomia. Utilizzarlo è un piacere: la presa è salda ed è facile raggiungere ogni tasto senza sforzo. Anche la robustezza è una caratteristica da tenere in considerazione, non sempre valida in periferiche tanto leggere.

L’unica nota dolente è, forse, la totale assenza di una copertura verso la parte più interna. Non ci sono, infatti, membrane che proteggano le parti funzionali dalla struttura aperta. Questo potrebbe significare un eccessivo accumulo di polvere con conseguente usura delle componenti interne.

Al netto di questo, però, abbiamo un mouse non troppo costoso (circa 50€), solido, robusto, preciso e leggero.

Mountain Makalu 67 RGB Gaming Mouse con design unico a...
  • PixArt PAW3370: sensore ottico per gaming regolabile con risoluzione fino a 19000 DPI
  • Design ultraleggero a nervature: un design unico e leggerissimo, creato per gli impieghi più intensivi
  • Illuminazione RGB personalizzabile individualmente, per il massimo dello stile e dell’eleganza

Giulia Garassino

Ingegnere Aerospaziale da sempre amante di videogiochi e tecnologia. Cresciuta con Crash Bandicoot, Spyro e Metal Slug. Competitiva sugli FPS, non si lascia scappare platform, hack & slash e GDR. Il mio titolo preferito? Nier Automata. Il gioco su cui ho speso più ore? Battlefield, che domande! Eppure, una grandissima fetta del mio cuore è occupata da Fable, amore di vecchia data. Dimenticavo, ho provato così tante tastiere che, ad occhi chiusi, potrei dirvi che switch montano!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button