fbpx
Cultura

Olimpiadi Tokyo 2020: i risultati di domenica 25 luglio

Nella kermesse nipponica continuano le sorprese

Altro che giorno dedicato al riposo. In una pazza domenica 25 luglio alle Olimpiadi di Tokyo 2020 i risultati fioccano in maniera incessante regalando emozioni a non finire in una girandola di gare palpitanti e di podi incredibili. Andiamo a vedere come sono andate le cose.

Olimpiadi Tokyo 2020: Italia…una “Giornata di bronzo

L’Italia ottiene 3 medaglie, tutte di bronzo. La prima è quella di Elisa Longo Borghini, nella prova individuale di ciclismo femminile su strada (con la piemontese brava a bissare il terzo posto ottenuto nella medesima specialità cinque anni fa a Rio de Janeiro), la seconda è quella di Odette Giuffrida, nel torneo individuale dei 52 kg del judo (dove a Rio, la romana, si era addirittura arrampicata sino all’argento), e la terza è quella inattesa di Mirko Zanni, nel sollevamento pesi, categoria 67 kg uomini, disciplina nella quale i colori azzurri non salivano sul podio addirittura dai Giochi di Los Angeles 1984 .

E pensare che i bronzi sarebbe potuti essere addirittura sette. Sono infatti quattro le buone chance di podio sfuggite alla pattuglia tricolore per un soffio: quelle con Alice Volpi (fioretto femminile individuale) e Andrea Santarelli (spada maschile individuale) nella scherma, quella con il duo Chiara Pellacani/Elena Bertocchi nel “sincro” dei tuffi (dal trampolino dei 3m) e infine quella con Manuel Lombardo, che nel judo (categoria 66 kg) non è riuscito a prendersi il terzo gradino del podio.

Olimpiadi Tokyo 2020: Giappone scatenato, USA di forza

Dopo una prima giornata “balbettante” i padroni di casa e Team USA, che ieri era addirittura rimasto a secco, battono un colpo forte.

I nipponici (adesso con 5 ori e 1 argento), trascinati dai fratelli judoka Hifumi Abe (66 kg uomini) e Uta Abe (52 kg donne), dallo skater Yuto Horigome (che vince uno storico oro nella disciplina che ha debuttato ai Giochi) e dalla nuotatrice Yui Ohashi (400m misti), risalgono di prepotenza il medagliere sistemandosi al momento in seconda posizione, alle spalle della sempre “capoclassifica” Cina (6 ori, 1 argento, 4 bronzi), davanti a quegli Stati Uniti che, dopo una prima giornata senza allori, oggi ne piazzano a referto 10 (4 ori, 2 argenti, 2 bronzi).

L’Italia è sesta, con 5 medaglie, frutto di 1 oro, 1 argento e 3 bronzi appunto.

Olimpiadi di Tokyo: vittorie incredibili, sconfitte che fanno rumore

Il terzo posto di Elisa Longo Borghini è stato di per sé un successo, ma da dove arriva quel risultato? La gara di ciclismo femminile su strada sembrava segnata: lo squadrone olandese avrebbe dovuto ottenere tutte le medaglie a disposizione e invece così non è stato.
A vincere in questa specialità, con una fuga partita praticamente al kilometro zero, è stata infatti l’austriaca Anna Kiesenhofer: la donna che fa la ciclista part-time, perché normalmente lei si occupa di numeri e matematica in senso ampio, vista i suoi master ottenuti nelle più prestigiose università del mondo fra cui Cambridge.
Le olandesi alla fine, accortesi di aver lasciato troppe libertà alla fuggitiva, hanno provato a rimediare dovendosi “accontentare” soltanto dell’argento di Annemiek van Vleuten.

Per una vittoria memorabile, c’è sempre una sconfitta che segna il passo. Avete presente il giochino dei pronostici che tutte le testate sportive del mondo compiono qualche mese prima delle Olimpiadi e nel quale si dice che gli Stati Uniti hanno sempre un oro sicuro nella loro tasca indicando il basket maschile per far riferimento ai “Giganti della NBA”? Ecco, la notizia del giorno è che gli statunitensi hanno perso all’esordio.

A batterli, in un torneo dove l’Italbasket di Meo Sacchetti ha debuttato battendo splendidamente la Germania (92-82), è stata la Francia: sarà l’avvisaglia di un colpo di scena oppure diventerà il trampolino di lancio per gli americani per andare poi a vincere l’oro?

La risposta, così come per tutte le altre gare, a partire da domani: lunedì 26 luglio.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button