fbpx
NewsTech

Omron: dieci consigli per iniziare il 2019 in modo salutare

Cominciare il 2019 nel modo migliore? Ad aiutarvi è Omron, tramite questa serie di consigli!

Omron

L’avvento del 2019 ha inevitabilmente portato con sé molti momenti di riflessione, accompagnati al desiderio di cambiare le proprie abitudini. Ad aiutarvi ad effettuare le scelte giuste per iniziare l’anno nuovo in modo salutare è Omron, tramite questi dieci consigli.

Conosci te stesso

Vi sono molte malattie silenziose, che colpiscono senza farsi notare. Un esempio è l’ipertensione, una patologia che, nonostante ci siano alcune persone maggiormente a rischio, può affliggere chiunque.

Per evitarle, Omron suggerisce di essere più attenti e più ricettivi, monitorando regolarmente il proprio stato di
salute tramite appositi dispositivi, come quelli di monitoraggio della pressione sanguigna: la metà delle persone con questo indice alto non ne è consapevole!

In questo senso è fondamentale sfruttare gli strumenti più adatti, soprattutto se la propria condizione è associata ad altri attori. L’ipertensione può infatti essere collegata anche all’obesità o al diabete e, in questi casi, possono essere utili dispositivi come RS7 Intelli IT, validato clinicamente per l’uso nella popolazione obesa.

Obesità? Meglio indagare

Essere sovrappeso costituisce un rischio enorme per il cuore ma, per poterlo stabilire, non basta semplicemente pesarsi con la bilancia.

Una condizione simile può infatti presentarsi anche quando il peso e il BMI sono nella norma, a causa della non evidente obesità metabolica.

Omron consiglia, quindi, di tenere sotto controllo situazioni simili, sfruttando i tanti strumenti a disposizione in commercio.

Calma e alimentazione corretta

Ormai siamo tutti consapevoli del fatto che mangiare meglio possa anche portare ad un miglioramento del nostro stato di salute. Omron è però voluto scendere nei dettagli, concentrandosi su alcuni accorgimenti che possono aiutare perfino ad evitare patologie invisibili come l’ipertensione o le malattie cardiache.

Il primo consiglio è quello di ridurre l’assunzione di sale a 5-6 grammi al giorno, ad esempio sostituendo l’aggiunta di sale durante la cottura con la saliera direttamente in tavola. Secondo accorgimento utile può essere quello di ridurre il consumo di alcool, ancora più importante se unito all’ultimo consiglio, ovvero aumentare il consumo di frutta, verdura e latticini a basso contenuto di grassi!

L’allenamento è importante

Aspetto fondamentale per rimanere in salute è l’attività fisica: svolgere un allenamento giornaliero, anche se moderato, è capace di migliorare qualsiasi condizione, e di portare benefici a tutto l’organismo.

A dimostrarlo sono gli spagnoli che, proprio per la loro passione per la camminata veloce, secondo uno studio nel 2040 saranno gli abitanti della Terra con l’aspettativa di vita maggiore!

Omron consiglia quindi di eseguire almeno 30 minuti di esercizio dinamico moderato da 5 a 7 giorni alla settimana, così da mantenere reattivo organismo e metabolismo.

Monitoraggio con Omron

Sia a casa sia in mobilità, un monitoraggio effettuato correttamente e con i dispositivi giusti può rappresentare un fattore fondamentale per migliorare le proprie condizioni.

A questo scopo Omron propone una serie di strumenti che, tutti clinicamente validati, si rivelano ideali sia per eventuali controlli in trasferta sia per quelli quotidiani tra le mura di casa.

Ad affiancare questo consiglio è una procedura suggerita dall’azienda, stando alla quale sarebbe necessario, per effettuare la misurazione, evitare di bere alcool o caffeina almeno 30 minuti prima di rilevare i valori e riposare per almeno 5 minuti prima di misurare la pressione sanguigna.

Per ottenere risultati migliori, inoltre, occorre mantenere le giuste posture, descritte alla perfezione nei manuali di istruzioni!

La regolarità è importante

Qualsiasi consiglio, se seguito soltanto sporadicamente, non è utile. Alla base di ogni possibile miglioramento delle condizioni di salute vi è infatti la regolarità.

Omron consiglia quindi di avere pazienza, ricordare che l’evoluzione è un processo lungo e, solitamente, lento, e per cui ci vuole molta costanza!

Attenzione agli obbiettivi

Parte fondamentale del cambiamento è rappresentata dagli obbiettivi. All’inizio di un processo evolutivo si tende infatti a fissare dei traguardi eccessivi che, se non raggiunti, possono scoraggiare.

Impostare metriche realizzabili e realistiche è, secondo Omron, essenziale per rispettare i buoni propositi per l’anno nuovo.

Aiutarsi con le app

Temete di non riuscire a tenere sotto controllo non solo l’attività fisica svolta e i relativi progressi, ma anche l’assunzione dei farmaci previsti in un’eventuale terapia? A darvi una mano, stando a quanto consigliato da Omron, possono essere le app!

Queste ultime sono infatti degli ottimi strumenti, poiché permettono in modo semplice e immediato di tracciare i propri progressi, per poi inviare promemoria sulle abitudini e sui farmaci.

Comprendere i risultati

Allenamento, vita sana, giusta terapia: fondamentale quanto questo processo sono i risultati finali, che sarebbe fondamentale comprendere al meglio.

A fornire un valido supporto in questo senso possono essere alcune app contenenti panoramiche chiare dei risultati, come VIVA Body Composition Monitor. 

Quest’ultima consente infatti agli utenti di memorizzare i propri dati utilizzando Omron connect e, contestualmente, di salvare la cronologia di lettura della pressione sanguigna.

Ricorda: il cambiamento è lento

Ultimo, ma non meno importante, è il consiglio finale fornito da Omron. L’azienda vuole infatti ricordare nuovamente che il processo di evoluzione e cambiamento alla base del nuovo anno è un meccanismo estremamente lento.

Proprio per questo occorre fare un passo alla volta, e tentare il più possibile di rispettare il nuovo programma!

Tags

Maria Elena Sirio

Videogiocatrice dall'infanzia, innamorata del fantasy e dell'avventura (ma, soprattutto, di Nathan Drake), con una passione per il disegno, il cinema e le serie tv, che tenta di conciliare tutti questi interessi con la facoltà di Biotecnologie.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker