fbpx
NewsTech

Oppo al MWC 2019 con 5G e zoom 10x lossless

Oppo si è presentata al MWC 2019 con due nuove tecnologie: da un lato l’ormai pronto 5G, dall’altro il già anticipato zoom 10x lossless.

Il 5G di Oppo

No, lo smartphone 5G non è ancora pronto. Il colosso asiatico però ha annunciato il suo arrivo, promettendo un device capace di unire un design accattivante alle potenzialità del nuovo standard. A cosa servirà? Davvero a tutto: si parla di cloud play dei video in 4K e 8K, di telefonate in 3D, di gaming, di realtà virtuale e shopping in realtà aumentata. Insomma, le potenzialità sono davvero enormi.

Cristiano Amon, Presidente di Qualcomm Incorporated, si è congratulato per l’impegno dell’azienda nell’innovazione del 5G: “Data la loro leadership nell’era del 4G, Oppo è ben posizionata per essere un leader nella transizione verso il 5G. Vediamo delle grandissime opportunità di guidare un’ulteriore innovazione nell’era 5G, e Qualcomm Technologies non vede l’ora di lavorare a stretto contatto con Oppo per realizzare il vero potenziale del 5G e supportare il lancio del loro primo smartphone 5G basato sul nostro Qualcomm Snapdragon 855 Mobile Platform con modem 5G X50, ricetrasmettitore RF integrato e soluzioni front-end RF

Lo zoom 10x lossless: a cosa servirà?

Continuiamo a parlare di tecnologie con zoom 10x lossless. Anche in questo caso non c’è un nuovo dispositivo ad accompagnare l’annuncio ma solo la dimostrazione di cosa sia in grado di fare la società asiatica.

Lo zoom 10x lossless prevede una tripla fotocamera così composta: un sensore principale, una lente grandangola e un teleobiettivo. Presente anche la stabilizzazione ottica che viene in questo caso applicata sia alla fotocamera principale che al teleobiettivo per assicurare una maggior stabilità. Il risultato è una combinazione unica tra hardware e software che permette allo zoom 10x di emulare una lunghezza focale di 160 mm. Insomma, preparatevi ad avere foto perfette anche da molto lontano.

Erika Gherardi

Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button