fbpx
AttualitàCulturaNews

Siamo pronti per un futuro cashless?

Gli italiani si affidano sempre di più ai pagamenti smart e lasciano da parte i contanti, come emerge dalla ricerca Ipsos per Adyen

I pagamenti cashless sono sempre più in voga in Italia, con oltre il 63% delle transazioni che avviene senza bisogno di scambiarsi contante. Ma siamo pronti per un futuro fatto solo di carte di credito e pagamenti con smartphone e smart watch? Adyen ha provato a rispondere con un sondaggio Ipsos, che risulta davvero incoraggiante.

In Italia sempre più pagamenti cashless

La piattaforma di pagamento Adyen ha clienti che vanno da Spotify e Microsoft fino a Prada, Ferragamo o la Rinascente a Milano. Un pool di clienti molto ampio, che fa sì che, pur senza saperlo, quasi tutti abbiamo almeno una volta usato la piattaforma per qualche pagamento. Ma per avere una fotografia più chiara ha chiesto a Ipsos di realizzare un indagine sulle abitudini nei pagamenti di noi italiani. Per poi illustrarci la situazione in un evento ad hoc.

Il primo dato che emerge è che la quasi totalità degli italiani effettua pagamenti cashless. Il 95% utilizza carte di credito, mentre ben il 29% preferisce i pagamenti smart, utilizzando telefono o smart watch. In totale, oltre il 63% dei pagamenti ormai è cashless.

Il futuro cashless

Addirittura l’80% degli italiani dice di preferire metodi diversi dal contante, giudicati comodi (67%) e veloci (58%). Ma anche sicuri (33%), con il 61% che li preferisce perché limitano l’evasione fiscale, il 37% che decanta la diminuzione degli scippi e bel il 28% che li sceglie perché garantiscono maggior igiene.

pagamenti digitali cashless italia adyen-min

Tuttavia, per la maggior parte degli italiani il contante non è destinato a sparire: solo il 14% è pronto per un futuro totalmente cashless.

Lucia Spadaccini, Senior Researcher, Ipsos Italia, sottolinea inoltre che: “La nostra indagine conferma come la crescita degli smart payments sia un trend ormai consolidato e che continuerà negli anni a venire. È interessante semmai notare che i dati oggi segnalano una porzione molto consistente (47%) degli attuali utilizzatori di carte come aperti verso l’adozione di nuovi strumenti. Aspetto che ci porta a ipotizzare un possibile passaggio a metodi smart. Un fenomeno che potrebbe svilupparsi a partire dalle fasce di età più giovani dove già oggi i profili orientati agli smart payments rappresentano ben il 45% della popolazione fra 18 e 24 anni”.

Sempre meno differenze fra Nord e Sud

Un’altra novità rilevata da Ipsos riguarda la diminuzione del divario fra Nord e Sud per l’adozione del cashless. Anzi, le prime due regioni per pagamenti digitali sono Emilia-Romagna e Puglia, con il 43 e il 39% rispettivamente. La media nazionale invece è al 35%. Ma la ricerca sottolinea anche che la diffusione del delivery durante la pandemia ha portato moltissime nuove persone a pagare online.

Pagamenti cashless in Italia, online e nei negozi

L’aumento della soglia a 50 euro per i pagamenti senza PIN e la possibilità di pagare con smartphone e smart watch senza soglia soddisfa un gran numero di italiani. I quali hanno anche aderito al 44% al cashback di Stato, accolto positivamente da ben il 68% della popolazione.

Se l’e-commerce diventa la nuova normalità, anche nei negozi i pagamenti senza contanti aumentato: il 69% utilizza carte di credito nei negozi. Ma ben il 73% degli italiani pensa che i costi siano troppo alti per gli esercenti, specie per transazioni di basso importo.

Durante la pandemia, la risposta agile dei retailer ha convito gli italiani: l’84% ha dischiarato di aver apprezzato la possibilità di usare l’e-commerce (87%) o il sito del retailer (84%). Anche la consegna a casa (81%) e il ritiro in negozio (71%) sono piaciuti. Così come la possibilità di pagare online (66%) o con il link di pagamento, inviato via email o WhatsApp (63%).

Philippe De Passorio, Country Manager, Adyen Italia spiega: “La pandemia ha segnato un punto di svolta epocale in questo senso. I consumatori hanno potuto beneficiare di nuove modalità di acquisto e pagamento, che si sono rivelate molto più affini al loro stile di vita. I confini fra esperienza offline e online stanno diventando sempre più sfumati, perché così sono percepiti dal cliente odierno che non ragiona in ottica di canali ma di desideri. È il paradigma dell’omnicanalità che diventa il “new normal”.

pagamenti cashless in italia adyen
Philippe de Passorio, Country Manager Italia di Adyen

Il futuro dei pagamenti forse non sarà del tutto cashless, ma sembra che dimenticheremo sempre di più i contanti a casa. Per maggiori informazioni su Adyen, potete visitare il sito ufficiale.

Bestseller No. 1
Novità Apple iPhone 12 (128GB) - Azzurro
  • Display Super Retina XDR da 6,1"
  • Ceramic Shield, più duro di qualsiasi vetro per smartphone
  • 5G per download velocissimi e streaming ad alta qualità

Stefano Regazzi

Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button