fbpx

Novità per il settore del podcastic: NPR, un’organizzazione americana comprendente oltre 900 stazioni radio, ha introdotto un sistema per tracciare le abitudini di ascolto. Una bella svolta ma con un grande ostacolo da affrontare.

NPR podcast

NPR-led System

Generalmente i podcaster, ovvero chi gestisce i podcast, non conoscono molto delle abitudini degli utenti. Certo possono tracciare quali brani, nel caso di distribuzione audio, l’utente finale scarica o riproduce ma non hanno accesso a informazioni quali le canzoni non terminate o le pubblicità saltate.

NPR ha però annunciato una soluzione: con la partnership di numerose compagnie di hosting è stato introdotto Remote Audio Data (RAD), un nuovo sistema di controllo dei parametri d’ascolto direttamente integrato nel podcast. La sicurezza della privacy dovrebbe essere garantita dalle app stesse.

Oltre 13 organizzazioni hanno deciso di utilizzare il sistema RAD nel 2019, con altre 10 compagnie a supporto tra cui Google, ESPN, iHeartMedia e New York Times.

Le big non sono d’accordo

Unico grande problema: due dei più grandi podcast non partecipano al progetto. Come affermato da una ricerca di Anchor apparsa su The Verge, il 52% degli ascoltatori per quanto riguarda i podcast proviene da Apple (iTunes) ed il 19% dal Spotify. Il progetto RAD non può nulla senza il supporto di questi due “big” ed entrambi non sembrano voler cambiare idea.

Apple sta testando il proprio sistema con cui controlla i dati del podcast ed in genere è molto restia alla condivisione dei dati degli utenti. Anche spotify tiene alla privacy degli ascoltatori sviluppando internamente il sistema di analisi. Al contrario RadioPublic ha un sistema che aiuta i creatori stessi ad interagire con gli spettatori.

Anche se NPR è afferma di fornire dati anonimi e di non poter curiosare sul numero di ascolti rivali, non sembrano esserci molte speranze. Tuttavia potrebbe non esser un problema il fatto che i partner siano preoccupati di una reazione negativa degli utenti, tracciati minuto per minuto.

Si preannunciano già scandali sulla privacy anche se RAD è solo l’ennesima prova che l’industria del podcasting sta maturando e diventando una valida opportunità di business.


Like it? Share with your friends!

What's Your Reaction?

Rabbia Rabbia
0
Rabbia
Confusione Confusione
0
Confusione
Felicità Felicità
0
Felicità
Amore Amore
0
Amore
Paura Paura
0
Paura
Tristezza Tristezza
0
Tristezza
Wow Wow
0
Wow
WTF WTF
0
WTF
Federico Marino

author-publish-post-icon
Amante dei motori, specie quelli grossi e rumorosi, appassionato di tecnologia e di tutto ciò che è scientifico e innovativo. Studente in ingegneria energetica, tento di sopravvivere al caos della Grande Milano con una piccola reflex, rock 'n 'roll sempre in cuffia e tanti buoni propositi!