fbpx
MotoriNews

Porsche 911 Turbo S: come rinnovare un classico

Anche se il Salone di Ginevra 2020 è stato annullato, questo non ha fermato l’industria automobilistica. Le varie azienda hanno infatti presentato incredibili novità in diretta streaming tra cui Porsche che ha mostrato la nuova 911 Turbo S.

Porsche 911 Turbo S

La nuova Porsche 911 Turbo S è una variante revisionata della generazione 992, più veloce, più efficiente e fedele allo stile iconico dell’azienda. Questo modello vanta una potenza di 650 CV e 800 Nm,  70 CV e 50 Nm in più rispetto al modello precedente con un netto miglioramento delle prestazioni. Sebbene la velocità massima rimanga 330 km/h, la nuova Porsche 911 Turbo S è in grado di raggiungere i 100 km/h da ferma in appena 2,7 secondi. Questo grazie anche al design estremamente dinamico della vettura.

Sono presenti infatti dei flap mobili anteriori per diminuire l’attrito dell’aria oltre ad appendici aerodinamiche anteriori e posteriori. Non manca nemmeno l’alettone posteriore che viene alzato alle alte velocità. Gli ammortizzatori più efficienti e precisi offrono vantaggi significativi all’esperienza di guida in termini di stabilità, tenuta di strada, sterzata e velocità in curva.

Gli interni

L’interno ha una finitura sportiva e di alta qualità con coperture in pelle e finiture in carbonio e argento chiaro. Sarà disponibile anche un interno alternativo bicolore realizzato da Porsche Exclusive Manufaktur. È caratterizzato da un’interazione coordinata di colori, materiali e migliorie individuali.

I sedili regolabili in 18 direzioni sono dotati di cuciture che rendono omaggio alla prima 911 Turbo completati da elementi grafici e loghi di alta qualità. Lo schermo centrale è ora 10,9 pollici e può essere utilizzato facilmente e senza distrazioni grazie al nuovo layout.

 La 911 Turbo S coupé sarà disponibile in Italia a partire da 224.527 euro. Il modello cabriolet della vettura costerà circa 238.435 euro. 

Porsche e la sostenibilità ambientale

Durante la presentazione, il CEO dell’azienda, Oliver Blume, ha sottolineato l’attenzione di Porsche nei confronti dell’ambiente. Entro il 2025, infatti, metà delle auto prodotte da Porsche sarà totalmente elettrica. In attesa di ciò, l’azienda si impegna nell’ottimizzazione dei motori a benzina e diesel per renderli più efficienti in termini di consumi e quindi in termini di emissioni. La sostenibilità rappresenta un obiettivo importante che è diventato uno dei pilastri portanti della strategia aziendale di Porsche.

Ad affermare questa ideologia, oltre  alla nuova Porsche Taycan, la prima auto full electric dell’azienda presentata nel 2019, Porsche ha ridotto le emissioni di Co2 delle sue fabbrice. L’azienda ha infatti ridotto le emissioni del 75% per ogni macchina costruita. 

Tutte le Porsche. Edizione aggiornata
  • L'aggiornamento del volume che comprende i modelli apparsi sino a tutto il 2015 è stato curato da mauro gentile,...
  • 432 pag
  • Facile da usare

Daniele Cicarelli

Indigente giramondo con la grande passione per i videogiochi, l'Arte e tutte le storie Fantasy e Sci-Fi che parlano di mondi alternativi senza zanzare. Fermo sostenitore dell'innovazione, del progresso tecnologico e della superiorità del Tipo Erba. Dalla parte dei Villains dal 1991.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button