fbpx
Videogiochi

L’Italia vista dall’Italia in un videogioco

Un titolo che punta in alto, per restituire al meglio la sensazione di essere immersi nel nostro Paese in un videogame

Un Soulslike ambientato in Italia. È così che si presenta Project Galileo, nuovo progetto originale in sviluppo da Jyamma Games, software house indipendente di Milano. Un concept ambizioso, che la casa sta affrontando con grande cura, puntando a creare un prodotto che sappia conquistare un grande pubblico. Un modo per portare in evidenza i talenti del nostro Paese e portare il nostro sguardo sulla nostra ricchissima nel settore del gaming.

Project Galileo, un nuovo titolo AA+ in sviluppo da Jyamma Games

Questa software house muove i primi passi nella seconda metà del 2019, sviluppando i suoi primi titoli in ambito mobile. I risultati non si sono fatti attendere e così, si è rapidamente ingrandita, accrescendo il proprio numero di collaboratori fino ai 40 attuali e aprendosi a nuovi progetti. Concept che passo dopo passo si fanno sempre più complessi, fino alla decisione di dedicarsi allo sviluppo di un titolo AA+, appunto Project Galileo (il cui nome non è ancora definitivo).

Negli ultimi giorni abbiamo avuto la possibilità di parlare con Giacomo Greco, founder e CEO di Jyamma Games. Dalle sue parole abbiamo potuto percepire perfettamente l’ambiente familiare e positivo della compagnia. Un aspetto che ha portato la software house ad attirare talenti del settore che si erano trasferiti all’estero, lavorando in grossi studi, e che ora hanno scelto di tornare in Italia.

project galileo concept art

Il nostro Paese dopotutto è uno dei fattori centrali di Project Galileo, come accennavamo prima. Greco non è entrato nei dettagli, promettendo che presto ne potremo sapere di più, ma ha spiegato come ci sia stato un grande impegno per creare un’ambientazione che fosse concreta e realistica. L’obiettivo è quello di fornire una visione dell’Italia che non sia filtrata da uno sguardo esterno. Una volta avviato il titolo, il giocatore si troverà effettivamente immerso nel Bel Paese, proprio come lo vediamo noi.

Dopotutto, come hanno dimostrato diversi casi negli ultimi anni, la cultura tricolore è ricchissima di spunti per il mondo dell’intrattenimento. Un mondo che è tempo di esplorare in maniera approfondita e valorizzare, tanto più se raccontata da chi ci è quotidianamente immerso.

Un progetto ambizioso, ma soprattutto di squadra

project galileo jyamma games giacomo greco motion capture

Project Galileo è la prima avventura oltre il mondo mobile per Jyamma Games, ma questo non ha frenato la software house. L’impegno è massimo, per puntare a creare un’opera di alto livello che renda giustizia al concept. Questo ha comportato una fase decisamente lunga di ricerca per poter approfondire al meglio l’ambientazione e riuscire a restituire la sensazione desiderata.

A testimoniarlo, anche le sessioni di motion capture, a cui abbiamo avuto la fortuna di assistere. L’utilizzo di questo tipo di tecnologia per registrare i movimenti del protagonista, degli altri personaggi del gioco e dei boss richiede uno sforzo non indifferente. Tuttavia, offre possibilità uniche di curare aspetti specifici del titolo, con l’obiettivo di rendere Project Galileo un videogioco con un’identità davvero forte e unica.

Quello che davvero è emerso dai nostri scambi con Greco e il resto del team di Jyamma Games è quanto sia importante il lavoro di squadra su questo progetto. Un’unione di intenti, cementata nella passione e fertilizzata da un ambiente accogliente. Un modo per spingere tutti a dare il massimo, di propria spontanea volontà, per il desiderio di realizzare il miglior risultato possibile.

giacomo greco jyamma games

Giacomo Greco ha commentato così il lavoro finora svolto su Project Galileo:

Siamo soddisfatti del lavoro svolto fino ad ora e questa fase di motion capture è un momento importante che segna un salto di qualità del nostro progetto verso lo sviluppo della demo che presenteremo ai publisher più importanti. Tutto questo è stato possibile grazie al nostro team composto da brillanti talenti Italiani provenienti dalle più prestigiose software house del panorama mondiale“.

A noi non resta che fare i nostri migliori auguri a Jyamma Games per i prossimi passi di questo titolo. Non vediamo l’ora di scoprire cos’hanno in serbo per noi e per tutti i videogiocatori…

Mattia Chiappani

Ama il cinema in ogni sua forma e cova in segreto il sogno di vincere un Premio Oscar per la Miglior Sceneggiatura. Nel frattempo assaggia ogni pietanza disponibile sulla grande tavolata dell'intrattenimento dalle serie TV ai fumetti, passando per musica e libri. Un riflesso condizionato lo porta a scattare un selfie ogni volta che ha una fotocamera per le mani. Gli scienziati stanno ancora cercando una spiegazione a questo fenomeno.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button