fbpx
Tech

Chi sono gli utenti di Twitch?

Una nuova analisi diffusa dall'Osservatorio Italiano Esports ritrae in una chiave nuova gli utenti della piattaforma

Twitch negli ultimi mesi si è affermata definitivamente come una realtà fondamentale nel panorama dei social. Abbiamo visto personalità di ogni tipo e livello esplorare questa piattaforma, che sembra offrire davvero tantissime possibilità. Uno dei suoi aspetti chiave è da molto tempo l’attenzione per il settore degli eSport. Per questo motivo l’Osservatorio Italiano Esports (OIES) ha voluto approfondire la conoscenza di questa piattaforma, diffondendo una nuova analisi sul pubblico di Twitch.

Il pubblico di Twitch e il suo rapporto con la società

A occuparsi di questa ricerca è stata SOPRISM, monitoring partner dell’OIES. Alessandra Bochicchio, Insight Manager della compagnia e il co-founder Jonathann Mingoia hanno guidato gli spettatori nei risultati dell’analisi, spiegando l’approccio particolare tenuto. Insieme a loro erano presenti anche i due co-founder di OIES Enrico Gelfi e Luigi Caputo, oltre che Simone Ariu digital, CRM e Social Media Manager di Cagliari Calcio e Fabio Lalli, founder di IQUII.

Come si accennava, questa analisi di SOPRISM segue una strada leggermente diversa. Questa realtà sviluppa infatti le proprie ricerche sfruttando i dati messi a disposizione da Facebook. Questi sono estremamente sofisticati e permettono di ottenere un quadro eccezionalmente completo del campione studiato. Si possono ricostruire non solo aspetti demografici, ma anche quelli legati agli interessi, all’attività e molto altro ancora.

Ogni mossa compiuta sulle piattaforme del gruppo Facebook, che si tratti di un like o semplicemente l’interruzione dello scrolling per leggere un contenuto più approfonditamente viene presa in considerazione per creare un profilo dell’utente. Questi poi sono naturalmente consultabili solo in maniera cumulativa e aggregata, limitando i rischi per la privacy e fornendo dati utilissimi per questo tipo di analisi.

Nello studiare il pubblico di Twitch poi, la ricerca presentata dall’OIES effettua un interessante paragone, affiancando ai dati specifici quelli relativi all’intera popolazione italiana. Questo fattore di sovra o sottorappresentazione, rappresentato da un indice creato appositamente, permette di notare ancora di più la peculiarità dell’utenza. Un modo per capire ancora più a colpo d’occhio quanto gli spettatori del social siano interessati a temi specifici, alla ricerca di eventuali correlazioni da mettere a frutto.

Ma quindi, com’è il pubblico di Twitch?

Un primo aspetto dell’analisi si concentra sull’aspetto demografico. Si è notato che c’è una grande sovrarappresentazione maschile sulla piattaforma, con circa il 77% del pubblico totale formato da uomini. Per quanto riguarda l’età non sorprenderà sapere che circa il 70% del pubblico si attesta tra i 18 e i 34 anni, ma c’è una significativa presenza anche di molto giovani, tra i 13 e i 17.

Geograficamente c’è una presenza fortissima in Lombardia, soprattutto nella città di Milano, seguita da altre grandi città come Roma e Napoli. Durante il panel ci si è interrogati sulla ragione di ciò e tra le possibilità proposte c’è la maggior diffusione di eventi eSport, un migliore accesso a reti ad alta velocità e in generale la maggior concentrazione sul territorio di streamer e personalità della piattaforma.

Un aspetto particolarmente interessante di questa analisi riguarda gli interessi del pubblico di Twitch. Qui si possono trovare sorprese interessanti, proprio perché lo studio affronta la questione del rapporto con la popolazione nel suo complesso. E così si è trovato che oltre al mondo eSport e Geek, c’è un interesse per l’ambito degli skateboard che è decisamente superiore a quello che si riscontra in generale in Italia. Può essere quindi uno spazio da esplorare, sia per chi vuole creare contenuti, sia per le aziende del settore interessate a promuoversi.

Guardando ai profili che hanno una maggiore sovrarappresentazione tra il pubblico di Twitch, troviamo gli amanti dell’adrenalina e i cosiddetti workaholic in testa. Scendendo nella lista si trovano personalità da personal wealth manager, amanti dello sport e degli animali.

Un occhio ai brand

pubblico twitch

Non manca chiaramente nell’analisi l’aspetto dei marchi più apprezzati (o meglio più sovrarappresentati) per il pubblico di Twitch. In sostanza si tratta di comprendere quali siano i brand che gli utenti non solo apprezzano maggiormente, ma che apprezzano più del resto della popolazione. Un fattore importantissimo per scoprire come muoversi per campagne e promozioni.

Sul lato videogiochi si nota una particolare sovrarappresentazione delle console Microsoft, mentre guardando ai titoli non stupisce di trovare prodotti molto eSport come Call of Duty, Overwatch, Counter-Strike, League of Legends e Dota 2. Lato tecnologia si trova in cima all’elenco SteelSeries, seguita da brand come Sony, Logitech, Acer ed Apple.

Lato abbigliamento spicca a sorpresa Jack Wolfskin, la linea skateboard di Nike, Columbia Sportswear e Patagonia. Quest’ultima si ricollega a un altro fattore emerso dall’analisi. La ricerca ha infatti evidenziato come il pubblico di Twitch sia particolarmente sensibile ai temi sociali, in particolare quelli legati alla sostenibilità ambientale, seguite dal supporto ai diritti LGBT e in generale dal desiderio di uguaglianza sociale.

Per avere maggiori informazioni su questa analisi e in generale sulle attività dell’OIES, vi invitiamo a visitare il sito ufficiale dell’Osservatorio.

WeSkate Completo Skateboard per Principianti, 80 x 20 cm 7...
  • PREMONTATO COMPLETO: il nostro skateboard completo viene completamente assemblato, pronto per uscire dalla scatola e...
  • ROBUSTO E FORTE: la tavola ha uno spessore di 10mm ed è composta da legno di acero canadese a 7 strati, resistente e...
  • ECCELLENTE CONTROLLARE: design a doppia scalpello per una frenata più facile e maggiore energia dai talloni alle dita....

Mattia Chiappani

Ama il cinema in ogni sua forma e cova in segreto il sogno di vincere un Premio Oscar per la Miglior Sceneggiatura. Nel frattempo assaggia ogni pietanza disponibile sulla grande tavolata dell'intrattenimento dalle serie TV ai fumetti, passando per musica e libri. Un riflesso condizionato lo porta a scattare un selfie ogni volta che ha una fotocamera per le mani. Gli scienziati stanno ancora cercando una spiegazione a questo fenomeno.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button