fbpx
NewsSoftwareTech

Cina, il primo intervento oculistico a distanza grazie alla rete 5G

Il futuro della sanità risiede nella tecnologia come il 5G, la rete di quinta generazione ultra veloce.

Se fino a qualche anno fa sembrava impossibile, oggi si può affermare il contrario: in Cina è stato realizzato il primo intervento oculistico a distanza grazie alla rete 5G. Tanto criticata, la velocità della rete 5G ha permesso l’invio dei dati da un punto all’altro della Cina, attuando così un intervento molto delicato.

Rete 5G fondamentale per le operazioni a distanza

5G

A Tumxuk, città nella regione autonoma della Cina occidentale dello Xinjiang Uygur, sono stati effettuati tre interventi chirurgici oculistici grazie all’uso della rete 5G. I tre pazienti che dovevano essere operati si trovavano a 3.000 chilometri di distanza da dove è stato organizzato l’intervento. Ma come è stato possibile?

Intervento chirurgico in Cina, la procedura

Il primario del reparto di oftalmologia del Pekin Union Medical College Hospital, Chen Youxin, ha richiesto le immagini del punto su cui intervenire per studiare i casi dei pazienti. Poi ha stabilito un programma di intervento specifico per ognuno di essi.

Con l’ausilio di un software, i programmi di intervento del primario Chen Youxin sono stati inviati dall’ospedale di Pechino a quelli di Tumxuk. Passaggio avvenuto grazie alla velocità della rete 5G, la tecnologia di quinta generazione installata nell’ospedale di Tumxuk. Ed è così che un macchinario robotico ha effettuato l’operazione chirurgica con il laser.

La rete 5G ha attuato l’impossibile ed è andata a colmare una carenza non indifferente: in Cina c’è una forte carenza di oftalmologi. Quindi l’intelligenza artificiale e la rete 5G stessa hanno riempito questo vuoto e lo hanno fatto con successo. Infatti, è proprio in Cina che si punta molto alla formazione dei medici circa l’utilizzo delle ultimissime tecnologie. Aggiunge il primario che le operazioni hanno avuto il successo sperato, andando a buon fine. Perché quello che conta è soprattutto la salute dei pazienti.

Rete 5G e il futuro della sanità

vodafone 5G

A proposito della rete 5G e dei benefici apportati alla sanità, Vodafone ha presentato nove progetti 5G e ha mostrato per la prima volta in Italia un intervento di chirurgia da remoto grazie alla rete 5G.

È quanto avvenuto grazie alla professionalità del medico Matteo Trimarchi, otorinolaringoiatra dell’IRCCS Ospedale San Raffaele e docente presso l’Università Vita-Salute San Raffaele. Il professore ha effettuato un intervento di microchirurgia laser transorale su un modello di laringe sintetica all’Ospedale San Raffaele operando dal Vodafone Village.

Grazie alla bassissima latenza, alla banda ultra-larga e alla alta affidabilità del 5G, il chirurgo ha potuto azionare il laser e le pinze manipolatrici del robot da remoto. Al contempo riceveva un video stereoscopico dell’area di intervento. È la chiara dimostrazione che la medicina, grazie alla tecnologia, sta facendo passi da gigante e noi ne siamo testimoni.

Altri progetti per la sanità: “Ambulanza connessa”

Vodafone ha creato il progetto “Ambulanza connessa”. Realizzato in collaborazione con con l’IRCSS Ospedale San Raffaele, Regione Lombardia – Azienda Regionale Emergenza Urgenza, Croce Rossa Italiana – Comitato di Milano, in collaborazione con Altran, il progetto mira a connettere le ambulanze con il centro di gestione emergenze.

Grazie alle videochiamate in alta qualità, il trasporto del paziente in ambulanza avverrà in maniera sicura. Questo perché i medici monitorano la sua salute durante tutto il viaggio, più o meno lungo che sia. I parametri vitali e gli esami diagnostici in tempo reale sono condivisi con chi sta dall’altra parte dello schermo..

“Robotica di servizio”

“Robotica di servizio” è un progetto realizzato da Vodafone con IIT – Istituto Italiano di Tecnologia, IBM e l’IRCCS Ospedale San Raffaele. In cosa consiste? Un robot umanoide R1 di IIT sarà in grado di interagire in modalità personalizzata con gli utenti dell’ospedale e i loro accompagnatori. Questo avviene grazie alla tecnologia 5G e all’intelligenza artificiale di IBM.

Una nuova era per la sanità: Microsoft e la chirurgia olografica

Microsoft

#HolographicSurgery è una maratona internazionale di 24 ore sulla chirurgia olografica organizzata da Microsoft. L’obiettivo è quello di mostrare l’impatto sulla sanità della tecnologia di realtà mista, che grazie alla soluzione Dynamics 365 Remote Assist rende possibili nuove tecniche di collaborazione e visualizzazione delle informazioni. Permette inoltre di adottare nuove procedure chirurgiche e aumenta così il livello di precisione delle operazioni.

Durante la maratona, tredici operazioni ortopediche sono state mostrate sparse in tutto il mondo, guidate dal Dott. Thomas Gregory, Responsabile del Reparto Orthopaedic & Trauma del l’Avicenne AP-HP University Hospital. Grazie al computer olografico per la Mixed Reality HoloLens 2, i vari chirurghi impegnati hanno condiviso il loro campo visivo con i colleghi.

Offerta
Samsung Galaxy A72 Smartphone, Display Infinity-O FHD+ da...
  • Display 6,7 pollici Infinity-O: schermo con tecnologia FHD+ Super AMOLED
  • Splendido design: smartphone android dalle curve sottili e il design aerodinamico. L’alloggiamento ridotto della...
  • Sistema multicamera: foto di qualità superiore grazie alla fotocamera principale da 64MP che realizza scatti chiari e...

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button