fbpx
NewsTech

Anche Amazon e Microsoft tolgono il riconoscimento facciale alla polizia

Le due aziende tech su uniscono allo stop iniziato da IBM

Dopo IBM, anche Amazon Microsoft hanno deciso di non permettere più alle forze dell’ordine di usare i loro software di riconoscimento facciale. La decisione è stata presa in solidarietà con le proteste tutt’ora in corso negli USA legate al movimento Black Lives Matter (BLM).

Via anche il riconoscimento facciale di Amazon e Microsoft

La prima a dire ‘basta’ è stata Amazon, la quale ha annunciato mercoledì che avrebbe implementato una ‘moratoria di un’anno’ riguardo all’utilizzo da parte della polizia di Rekognition, la tecnologia di riconoscimento facciale dell’azienda. Microsoft ha poi seguito a ruota oggi, con un annuncio da parte di Brad Smith, presidente dell’azienda. Lo stop per quest’ultima durerà ‘fino a che non avremo una legge a riguardo, fondata sui diritti umani, che regoli questa tecnologia” e un simile appello è stato fatto anche da Amazon.

È da tempo che entrambe le aziende chiedono al Congresso di legiferare sulla tecnologia. Molti stati hanno infatti negli anni passato diverse leggi per vietarla totalmente.  È quindi stato nell’interesse delle aziende il pretendere la presenza di un campo legislativo chiaro su cui muoversi.

OffertaBestseller No. 1
NASUM Faccia Copertina, per Verniciatura a Spruzzo, Polvere,...
  • COMFORT E REGOLAZIONE PER CONTORNI - Il Faccia copertina antigas è realizzato in silicone alimentare. Il silicone...
  • PROGETTAZIONE DI FILTRI EFFICIENTI - Entrambi i lati della scatola del filtro possono efficacemente filtrare gas e...
  • APPLICAZIONE IN MOLTI CAMPI - La faccia copertina riutilizzabile di NASUM è dotata di scatole filtranti rimovibili che...
Bestseller No. 2
Boolavard 2015 Nuovo V per Vendetta Maschera con Eyeliner...
  • Il prodotto è una maschera facciale
  • Sulla base di V per Vendetta film
  • mascherina di plastica bianco

Giovanni Natalini

Ingegnere Elettronico prestato a tempo indeterminato alla comunicazione. Mi entusiasmo facilmente e mi interessa un po' di tutto: scienza, tecnologia, ma anche fumetti, podcast, meme, Youtube e videogiochi.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button