fbpx
NewsSoftwareTech

App e servizi per il ritorno a scuola

La tecnologia rende più semplice e meno stressante il rientro in aula

Tornare fra i banchi di scuola o nelle aule universitarie dopo l’estate ha un sapore agrodolce anche per il più appassionato degli studenti. Bisogna ritrovare il ritmo: per fortuna la tecnologia può aiutarci a farlo. Abbiamo pensato a una serie di app e servizi per studenti che può tornarvi utile mentre vi incamminate verso la vostra scuola. A volte basta sbloccare lo smartphone per semplificarsi la vita scolastica.

App e servizi per gli studenti che tornano a scuola

Studiare senza l’ausilio di smartphone e PC non è più possibile per gli studenti di oggi. E chiunque sia iscritto a un istituto di ogni ordine e grado avrà già scaricato l‘app per il libretto scolastico, una per leggere email e comunicazioni e quella scelta dal consiglio di classe per le videolezioni in DaD. Ma ci sono tantissimi altri strumenti software che potete usare per aiutarvi nell’apprendimento. Quindi ecco alcuni consigli digitale da seguire, divisi per categorie.

App per prendere appunti

Ad ogni livello scolastico l’insegnamento sta cambiando. Se fino a qualche anno fa l’istruzione era basata sul “rapporto frontale” con gli insegnanti e invitava gli studenti ad abbassare la testa e prendere appunti, oggi la prospettiva è cambiata. Ci sono tecniche più efficaci e i supporti didattici (libri, diapositive, schermi) sono spesso forniti direttamente agli studenti. Ma questo non significa che non si prendano più appunti. La frase chiave, il riassunto della spiegazione, le idee per la ricerca hanno bisogno di un posto dove andare.

evernote app per la scuola studenti-min

Evernote rappresenta il meglio in termini di semplicità e intuitività, specialmente su smartphone e tablet con Android e iOS. Potete organizzare gli appunti in un secondo e iniziare a scrivere quello che volete ricordare. E poi potete aggiungere contenuti multimediali di ogni tipo, dalle fotografie del progetto di laboratorio alle registrazioni. E tutto resta sincronizzato online, per poterlo usare anche su qualsiasi computer. Una comodità senza pari.

‎Evernote
‎Evernote
Developer: Evernote
Price: Free+

Se invece usate soprattutto il PC per seguire le lezioni, One Note di Microsoft è probabilmente già installata ed è semplicissimo usarla. La grafica risulta un po’ più spartana rispetto a Evernote, specie su mobile. Ma l’integrazione perfetta con tutto il pacchetto Office le dà un vantaggio evidente se utilizzate soprattutto il computer per la vostra vita scolastica. Potete anche accedere a tutti i vostri appunti multimediali direttamente dal browser.

I servizi per la dettatura

Se volete seguire la lezione senza battere freneticamente sulla tastiera ma preferite comunque avere una trascrizione di quanto detto, vi serve un software di dettatura. Ce ne sono di ottimi per le aziende ma che hanno un costo un po’ proibitivo per gli studenti. Se avete il computer sotto mano, usate speechnotes.co. La comprensione dell’italiano nella versione free non è perfetta ma è più che sufficiente per la maggior parte dei casi.

In alternativa, potete usare la funzione di dettatura di Google Docs oppure di Apple. Non sono sempre precisissimi ma dovrebbero bastare all’evenienza.

OffertaBestseller No. 1
SAMSUNG Chromebook 4+, Computer Portatile XE350XBAI Chrome...
  • Schermo più ampio, visione più chiara – il pc portatile Chromebook è dotato di schermo Full HD da 15.6" che...
  • Connessione facile e veloce – grazie alla porta USB di tipo C, il computer portatile Samsung può essere collegato ad...
  • Tasti ergonomici – lavora più a lungo e in modo più efficiente grazie ai tasti confortevoli che agevolano la...

Ritorno a scuola: app per gli studenti che prendono appunti a mano

Qualcuno potrebbe essere più comodo a prendere appunti a mano. Ma questo non significa che debba poi passare ore a battere quanto scritto a computer per poterlo caricare sul cloud. Se avete una bella calligrafia basta fotografare il testo scritto. Lo stesso vale se il vostro professore occupa bene la lavagna (e non la cancella troppo spesso). Anche One Note ed Evernote permettono di fotografe ed estrapolare testo da scritte a mano.

app per la scuola studenti scannerizzare documenti-min

Ma se volete qualcosa di più preciso, potete utilizzare Office Lens per scannerizzare il documento e salvarlo sul cloud. La funzione di estrapolazione del testo teoricamente funziona solo per l’inglese ma fa un discreto lavoro anche in italiano, se non vi inorridite guardando qualche doppia mancante o errore grammaticale.

Se non volete scaricare un’app apposita, sia l’applicazione di Office per mobile che Google Drive hanno la possibilità di scannerizzare il testo.

Programmi per aprire e modificare documenti

Se dovete spesso aprire e modificare documenti di testo, diapositive, PDF e quant’altro, vi serve una suite per l’ufficio, anche se siete a scuola o in università. Il grande classico in questo caso è Microsoft Office. Ed è un grande classico perché funziona, meglio degli altri (almeno per la maggior parte degli utenti). Provate a chiedere all’istituzione presso cui studiate se ha qualche convenzione: moltissimi istituti superiori e università offrono l’abbonamento a Office 365 gratuitamente o scontato.

microsoft office

Qualora non fosse possibile usare Office, oppure se non vi piace, potete puntare su un’alternativa gratuita. Quella che ha maggior compatibilità e funzioni nella nostra esperienza è LibreOffice, che non ha davvero niente da invidiare a nessuno, Microsoft compresa. Oppure potete usare i Google Docs, cui potete accedere da qualunque dispositivo connesso.

Gli strumenti di Google sono ottimi anche su mobile. Ma sullo smartphone è davvero comoda l’app (gratuita) di Microsoft Office, che apre tutti i tipi di documento d’ufficio e i PDF, permettendovi davvero di fare di tutto.

Ritorno a scuola: le app per organizzare la giornata degli studenti e restare concentrati

L’organizzazione è la chiave della produttività. Ma perché puntare tutto sull’autodisciplina quando c’è la tecnologia? La prima app per gestire impegni scolastici (e non), orari delle classi e lezioni online è un buon calendario. Le opzioni nei vari store sono infiniti, ma noi consigliamo di andare sul semplice. In particolare, se usate Gmail e le applicazioni Google, puntate su Google Calendar. Se siete utenti Apple, il calendario base va benissimo. Chi usa Outlook per gestire le email, può usarlo anche per gli appuntamenti.

Il secondo step è scriversi cosa dovete fare nell’arco della giornata. Compiti per i più piccoli, progetti per i più grandi: tutti hanno bisogno di una lista delle cose da fare. La nostra applicazione preferita per farlo è Microsoft To Do, non tanto per le molte opzioni ma per la semplicità con cui potete usarle. Ma Todoist è altrettanto valida.

microsoft to do

Infine, se volete restare concentrati dovete eliminare le distrazioni mentre studiate. Sapete già come mettere lo smartphone in modalità aereo e se avete un iPhone o un Pixel potete utilizzare la modalità di time-out delle app (per esempio i social o i giochi). Ma se volete uno strumento extra, scaricate sullo smartphone Forest. Un’app che fa crescere un albero sullo smartphone quando non lo guardate, restando concentrati. La divisione temporale è basata sulla “Tecnica Pomodoro”, che prevede vi concentriate per 25 minuti per poi riposare 5. Ma potete regolarlo come preferite, in base alle vostre esigenze.

Forest: Rimani concentrato.
Forest: Rimani concentrato.
Developer: Seekrtech
Price: Free+

App per l’apprendimento, a scuola come a casa

Volete continuare ad apprendere anche fuori da scuola? Oppure siete curiosi di imparare qualche materia che in classe non fate mai? Niente può sostituire il rapporto educativo con maestri e professori a scuola, né spiegarvi un argomento meglio del docente universitario. Ma potete comunque stuzzicarvi l’intelletto in molti modi.

Duolingo ha “gamificato” l’apprendimento delle lingue straniere, facendovi divertire mentre apprendente. Il nostro consiglio, se riuscite, è di fare un corso tenendo come prima lingua l’inglese, per esempio quello Spagnolo-Inglese. In questo modo ripassate una lingua mentre ne studiate un’altra. E otterrete molte storie e modalità nuove, che di solito vengono dapprima testate sul pubblico anglosassone.

Per ampliare i vostri orizzonti, potete seguire Khan Academy, che tratta tantissimi argomenti interessanti in tutte le fasce di apprendimento. La sessione per la matematica è particolarmente curata ma le risorse sono tantissime. Se volete seguire corsi su YouTube, fate sempre attenzioni alle fonti. Per un’infarinatura generale (o per gli studenti fino alle superiori), non sono niente male i Crash Course.

Dizionari e traduttori

In questa sezione potremmo perderci fra le milioni di proposte che potete trovare sul web e fra le app. Invece ci limitiamo ai migliori e più diffusi dizionari:

Per le traduzioni? Non fidatevi troppo di Google Traduttore. Ma usatelo.

App per gli studenti che tornano a scuola: Calcolatrici da smartphone

La calcolatrice di base del vostro smartphone basta per i calcoli più semplici. Ma basterebbe anche ricordarsi bene le tabelline e operare in colonna, in quel caso. Se volete calcolare qualche coseno e capire come funzionano i logaritmi, vi serve una calcolatrice scientifica. Noi apprezziamo HiPER per Android e Panecal per iOS perché ci ricordano le calcolatrici che usavano al liceo.

Ma la vera svolta è scrivere l’esercizio sul foglio o trovarlo sul libro e vederlo risolto davanti ai vostri occhi. Per questo c’è Photomath, che mostra anche i passaggi in modo che possiate controllare eventuali errori. Basta che non la usiate per barare!

‎Photomath
‎Photomath
Developer: Photomath, Inc.
Price: Free+
Photomath
Photomath
Developer: Photomath, Inc.
Price: Free+

Con queste applicazioni dovreste avere tutto quello che vi serve per riprendere a studiare alla grande. Buono inizio delle lezioni!

OffertaBestseller No. 1
Apple iPhone 12 (128GB) - Azzurro
  • Display Super Retina XDR da 6,1"
  • Ceramic Shield, più duro di qualsiasi vetro per smartphone
  • 5G per download velocissimi e streaming ad alta qualità

Stefano Regazzi

Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.

Ti potrebbero interessare anche:

Un commento

  1. Strumenti fantastici, Stefano! Grazie per averli condivisi!

    Ti consiglio anche Tweek Calendar – https://tweek.so/it per creare liste di cose da fare e checklist senza stressarsi e concentrarsi sui compiti essenziali.
    Tornare a studiare è già abbastanza stressante 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button