fbpx

Oggi 18 settembre 2017 è stato rilasciato ufficialmente Blind. Si tratta di un thriller psicologico, da giocare in VR, pubblicato da Fellow Traveler e sviluppato dall’azienda torinese Tiny Bull Studios.

Dove sta la particolarità? Beh, nel fatto che in Blind il giocatore… deve impersonare una ragazza cieca. Per muoversi e rendersi conto di ciò che lo circonda dovrà affidarsi all’ecolocalizzazione, sfruttando una combo tra motion control e sistema di audio bineurale. In sostanza, nel gioco la protagonista avrà con sé un bastone che utilizzerà per generare onde sonore, le quali a loro volta andranno a “definire” i contorni degli oggetti che la circondano.

Così ha commentato Matteo Lana, CEO dell’azienda:
“La maggior parte dei titoli VR utilizza questo medium per espandere la percezione visiva del giocatore, mentre noi abbiamo deciso di ridurla. Blind propone al giocatore una modalità differente di confrontarsi con la realtà virtuale, utilizzando le meccaniche di ecolocalizzazione per coinvolgerlo in un’esperienza dal carattere unico, ricca di enigmi e mistero”.

È possibile giocare tramite Oculus Rift, HTC Hive e PSVR.


Condividi la tua reazione

Rabbia Rabbia
0
Rabbia
Confusione Confusione
0
Confusione
Felicità Felicità
0
Felicità
Amore Amore
0
Amore
Paura Paura
0
Paura
Tristezza Tristezza
0
Tristezza
Wow Wow
0
Wow
WTF WTF
0
WTF
Francesca Menta

author-publish-post-icon
Nella vita legge fumetti, guarda cartoni e fa altre cose noiose e banali che non vale la pena menzionare. Allenatrice di Pokémon dal 1999. A quanto pare adesso recensisce anche videogiochi, coronando il sogno di una vita: poter gridare con fare oltraggiato "Lo sto facendo per LAVORO" ogni qualvolta viene trovata di fronte ad una console.