fbpx
FeaturedRecensioniTech

Samsung Galaxy Note 10 plus recensione: un vero top per lavorare

Samsung Galaxy Note 10 è finalmente disponibile sul mercato. Lo abbiamo provato per un po’ di tempo e siamo pronte a raccontarvi tutto quello che dovete sapere nella nostra recensione completa della versione Note 10 Plus.

Samsung Galalxy Note 10 plus recensione completa

Samsung sta spingendo fortissimo sul suo ultimo phablet che per quest’anno si sdoppia in due versioni: Note 10 e Note 10 Plus. La versione plus sembra più grande all’apparenza ma in realtà le dimensioni sono molto simili al modello precedente Note 9. Ma andiamo per gradi. Partiamo subito con le caratteristiche tecniche delle due versioni di Note.

Samsung Galaxy Note 10 Samsung Galaxy Note 10+
Peso 168 grammi 196 grammi
Display 6.3 pollici, Dynamic AMOLED Infinity-O display (risoluzione 2280×1080 pixel), supporto HDR10+ 6.8 pollici, Dynamic AMOLED Infinity-O display (risoluzione 3040×1440 pixel), supporto HDR10+
RAM 8 GB 12 GB
Memoria 256 GB senza possibilità di espansione con SD 256 GB (espandibile fino a 1 TB)
512 GB (espandibile fino a 1 TB)
Batteria 3500 mAh con fast charge e Wireless power share (condivisione batteria) 4300 mAh con fast charge e Wireless power share (condivisione batteria)
Fotocamera posteriore 16 MP Ultra grandangolare
12 MP Sensore principale con OIS
12 MP Zoom
16 MP Ultra grandangolare
12 MP Sensore principale con OIS
12 MP Zoom
VGA Sensore di profondità
Fotocamera anteriore 10 MP 10 MP
Rete LTE 4G LTE 4G (sarà disponibile anche con 5G)
Connettività Wi-Fi, Bluetooth 5.0, Type C, NFC, GPS, Galileo Wi-Fi, Bluetooth 5.0, Type C, NFC, GPS, Galileo
Sensori Accelerometro, barometro, sensore impronte digitali sotto il display, sensore di prossimità Accelerometro, barometro, sensore impronte digitali sotto il display, sensore di prossimità

Insomma i due nuovi phablet con penniono di casa Samsung sono dei veri e propri top di gamma con caratteristiche elevatissime e feature molto interessanti.

Design pulito, foro e niente jack

Il design è pulito, ha perso il tasto di accessione e spengnimento sulla destra per integrarlo all’interno del tasto Bixby (tale tasto è totalmente settabile dalle impostazioni).

Scompare il jack da 3.5 mm per lasciare spazio a una batteria più capiente che ora raggiunge, nella versione Note 10 plus, i 4300 mAh che permettono di arrivare tranquillamente a fine giornata con un uso davvero molto inteso.

Il display Super Amoled è luminoso e “sporcato” dal foro centrale che ospita la fotocamera. Personalmete non mi da fastidio posizionato così sulla parte centrale ma direi che si tratta di gusti personali.

Il foro fa si che non ci sia il led di notifica e nemmeno la capsula auricolare che ora è integrata in un sistema di amplificazione del suono sotto il display. L’audio in chiamata è buono e non lede la privacy ma l’audio mentre ascoltate film oppure musica è ancora miglior. Toccando infatti sul retro la back cover, vi accorgerete che vibra con intesità e avvicinando l’orechcio potrete sentire un audio molto chiaro e ad alto volume. Insomma, anche se finirete per tappare per errore lo speaker inferiore, l’esperienza audio non cambia.

Samsung Galaxy Note 10

Pennino con air gesture e tante, tantissime funzioni 

La S-Pen esteticamente non è cambiata per nulla ma la sua anima è stata rinnovata: ora abbiamo 10 ore di autonomia e molte funzioni interessanti tra cui troviamo le Air Actions. Questo significa che potrete interagire con il vostro Samsung Galaxy Note 10 senza bisogno di toccare il display con il pennino. Per ora sono supportate solo applicazioni native Samsung. Simpatiche le Air Gesture anche se non so quanto venga naturale utilizzarle nel lungo periodo.

Il pennino ovviamente serve per scrivere sul display del vostro Note e, devo ammettere, svolgle molto bene il suo compito. Il sistema di riconoscimento della scrittura anche se avete una calligrafia da zampe di gallina, viene riconosciuta in modo preciso e puntuale. Una volta ultimata la vostra nota potete esportarla in diversi formati e condividerla.

DeX più funzionale e senza basetta

Uno dei pregi della serie Galaxy Note 9 era la compatibilità con la basetta Samsung DeX. Ora la basetta scompare per lasciare spazio a una soluzione molto più facile e pratica da utilizzare.

Se la base DeX necessitava di monitor, tastiera e mouse per funzionare. Ora con Note 10 la musica cambia completamente. Galaxy Note 10 sfrutta le funzionalità di DeX attraverso il cavo USB per la ricarica e potrà essere collegato direttamente al vostro laptop semplicemente scaricando l’applicazione dedicata (Windows o Mac che sia con le seguenti versioni del sistema operativo: Windows 7, Windows 10, High Sierra, Mojave).
Attivando la modalità Samsung Dex sul computer si potrà trasferire comodamente i file da un dispositivo all’altro. Gli utenti possono utilizzare le loro app mobile preferite con un mouse e una tastiera, mantenendo i dati al sicuro sul proprio smartphone grazie a Samsung Knox.
Galaxy Note 10 infine integra il collegamento a Windows direttamente nel pannello rapido. Con un semplice click, ci si può connettere al proprio PC Windows 10 per controllare le notifiche, inviare e ricevere messaggi e rivedere le foto recenti.

Sicuramente il nuovo DeX ha delle caratteristiche molto interessanti per chi usa lo smartphone come vero e proprio strumento di lavoro.

Fotocamera consolidata

La fotocamera del nuovo Samsung Galaxy Note 10 ha il medesimo comparto fotografico di Galaxy S10. Nonostante ciò, il processore elabora le immagini in modo che il risultato risulti leggermente differente. Le foto sono meno sovraesposte e con un effetto un po’ particolare.

Se voleve espolorare la fotocamera di Note 10 nel dettaglio, vi suggeriamo di guardare a nostra video recensione su Youtube (la trovate di seguito).

La fotocamera ha il pregio di poter essere utilizzata anche con il pennino come se fosse un telecomando che vi permette di girare la fotocamera e di scattare anche a distanza semplicemente premendo il bottone della S-Pen.

Due funzioni interessanti che troviamo su Note 10 Plus sono lo Zoom Audio che aumenta il volume della registrazione audio quando si fa zoom su dei soggetti che emettono suoni (concerti o persone che parlano) oppure l’aggiunta del fuoco live anche nei video grazie alla fotocamera TOF di profondità.

La fotocamera TOF permette anche di utilizzare l’applicazione Misurazione Rapida: si tratta di un app proprietaria di Samsung  capace di misurare gli ambienti

Samsung Galaxy Note 10: comprarlo oppure no?

Al giorno d’oggi è difficile entusiasmarsi per uno smartphone ma Samsung Galaxy Note 10 è stato capace di perfezionare un prodotto già di alto livello. Passare un Note 10 potrebbe essere una buona idea se con lo smartphone ci lavorare per davvero (avete bisogno di gestire processi complessi e laboriosi).

Avete un Note 9 e volete passare a Note 10? La risposta è si, subito: il comparto fotografico è migliorato, lo smartphone è una scheggia, non scalda, l’audio è top e DeX ora è ancor più utile e funzionale.

Tags

Fjona Cakalli

Amo la tecnologia, adoro guidare auto/camion/trattori, non lasciatemi senza videogiochi e libri. Volete rendermi felice? Mandatemi del cibo :)
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker