fbpx
Sharp HT-SBW460 recensione

Sharp HT-SBW460 recensione: la soundbar con Dolby Atmos
Elegante, semplice da installare e con un audio potente e cristallino: ecco come si comporta la soundbar di Sharp


Sharp HT-SBW460 nasce con un chiaro obiettivo: garantire un’esperienza acustica convincente ad un prezzo accessibile. Una dichiarazione di intenti che era già chiara alla fine del 2018, quando l’azienda aveva annunciato il prodotto, e che ci sembra ancora più convincente adesso, dopo aver trascorso quasi un mese in compagnia di questa soundbar.

Ma andiamo con ordine e partiamo dalla base: il design.

Sharp HT-SBW460 recensione: elegante e minimale

Alta solo 7 cm, la soundbar di Sharp è facilmente collocabile davanti a qualsiasi televisore. Non solo per le ridotte dimensioni ma anche per il design minimale e progettato per mimetizzarsi all’interno di qualsiasi ambiente.

Questo però non significa che sia anonima. Al contrario, Sharp HT-SBW460 risulta curata in ogni dettaglio. La griglia frontale in metallo, i loghi di Sharp e Dolby Atmos, il piccolo display LED: tutto risulta armonico ed elegante.

Persino i pulsanti situati sul lato destro del prodotto – pensati per accendere/spegnere la soundbar, cambiare sorgente, avviare/fermare la riproduzione o regolare il volume –  sono ben studiati nonostante risultino poco utilizzati.

Risulta libero invece il lato sinistro di HT-SBW460, mentre sulla parte posteriore troviamo tutta la connettività di cui possiamo avere bisogno:

  • 2 x HDMI
  • 1 x HDMI ARC/CEC
  • 1 x ingresso ottico
  • 1 x Coassiale
  • 1 x jack da 3,5 mm
  • 1 x USB

A bordo anche il Bluetooth 4.2, che potete sfruttare per collegare la soundbar ad uno smartphone o ad un tablet. A cosa serve? Semplice: con pochi click potrete usare Spotify, Tidal o qualsiasi applicazione di streaming.

Il sistema di Sharp però non prevede un solo elemento. A disposizione infatti abbiamo anche un subwoofer wireless che riprende le stesse linee semplici ed eleganti della soundbar. Il vantaggio? Potete posizionarlo ovunque. Non avete infatti vincoli legati ad eventuali cavi e nemmeno il bisogno di nasconderlo. L’estetica infatti è così essenziale da renderlo adatto ad ogni tipo di arredamento.

Sharp HT-SBW460 recensione designCompleta la panoramica il telecomando, motivo per cui potrete dimenticarvi i tasti presenti sulla soundbar. Ad affiancarlo, rendendo così rapida la gestione di HT-SBW460, è il già citato display LED frontale. Quest’ultimo infatti offre un feedback visivo delle operazioni svolte con il telecomando. Potete quindi vedere quale fonte avete selezionato, controllare il volume, selezionare i preset di equalizzazione e attivare il Bluetooth. Tutto questo rimanendo comodamente sul divano.

Preferite avere un solo telecomando? Nessun problema. Vi basta collegare la soundbar al televisore usando l’HDMI ARC-CEC. Questo vi consentirà di sfruttare il telecomando della vostra TV invece di quello dedicato.

L’installazione? Semplice come bere un bicchier d’acqua

L’installazione di Sharp HT-SBW460 è davvero elementare. Ad aiutarvi ci pensano le istruzioni (in italiano) incluse nella scatola ma non aspettatevi passaggi complessi. Nell’ordine dovete:

  • collegare la soundbar al televisore
  • collegarla alla corrente
  • accenderla
  • collegare il subwoofer alla corrente
  • attendere che i due si colleghino in totale autonomia

Nel peggiore dei casi dovrete solo premere il tasto “Pair” presente sulla parte posteriore del subwoofer.

Sharp HT-SBW460, 3.1 Dolby Atmos Soundbar con subwoofer...
  • Potente sistema audio Bluetooth con subwoofer wireless: esperienza di home cinema TV o di intrattenimento di gioco,...
  • Suono surround virtuale grazie a 3.1 con Dolby Atmos: perfetto per guardare film preferiti, ascoltare musica come...
  • Si adatta sotto la maggior parte dei televisori e monitor grazie al profilo sottile e basso (7 cm), l'indicatore LED...

La prova sul campo

Sharp HT-SBW460 recensione installazioneOk il design, ok l’installazione, ma come si sente?

Sharp HT-SBW460 vanta una potenza totale di 440W ed utilizza un sistema a 3.1 canali, il che significa che il Dolby Atmos è ottenuto con effetti di virtualizzazione. Inoltre sono supportati il Dolby TrueHD, il Dolby Digital Plus e il Dolby Digital e persino la tecnologia pass-through 4K.

Tutto questo garantisce un’esperienza acustica davvero soddisfacente, con un suono potente e cristallino, privo di distorsioni anche ai volumi più alti.

A disposizione avete anche il surround, che potete attivare con la sola pressione del tasto e che rende l’audio più avvolgente.

Infine avete la possibilità di regolare la soundbar per adattarla alle vostre esigenze. Come? Con due bilancieri situati sul telecomando: uno per gli alti e uno per i bassi. Se invece siete meno avvezzi alla tecnologia, non dovete preoccuparvi: vi basta premere il pulsante EQ del telecomando per usare i diversi preset: Music, News, Flat, Night e Movie.

Sharp HT-SBW460 recensione: un vero affare

All’inizio di questa recensione vi abbiamo detto che l’obiettivo di Sharp era offrire un’esperienza acustica di buon livello ad un prezzo accessibile. Sharp HT-SBW460 infatti costa solo 359 euro ed è un vero affare. Con questa cifra infatti vi portate a casa un dispositivo elegante, facilmente installabile e con un subwoofer Wi-Fi, una vera manna dal cielo visto che vi regala un enorme grado di libertà. In più avete un audio davvero soddisfacente e la possibilità di usarlo come speaker sfruttando il Bluetooth.

Se state cercando una buona soundbar, non fatevela scappare.

Sharp HT-SBW460, 3.1 Dolby Atmos Soundbar con subwoofer...
  • Potente sistema audio Bluetooth con subwoofer wireless: esperienza di home cinema TV o di intrattenimento di gioco,...
  • Suono surround virtuale grazie a 3.1 con Dolby Atmos: perfetto per guardare film preferiti, ascoltare musica come...
  • Si adatta sotto la maggior parte dei televisori e monitor grazie al profilo sottile e basso (7 cm), l'indicatore LED...

Erika Gherardi

Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link