fbpx
CulturaNewsPersonaggi

Sherlock Holmes Day: 8 parole inglesi legate al mondo del detective

Cambridge ci svela otto interessanti parole, tra etimologia e curiosità

In onore dello Sherlock Holmes Day, il Cambridge Assessment English condivide con noi otto parole inglesi legate al mondo del detective e dell’investigazione che vengono utilizzate anche nella lingua italiana. Scopriamo insieme tante piccole curiosità sul detective più famoso del mondo.

Sherlock Holmes Day, tra etimologia e curiosità

Sherlock Holmes Day 2021

Un uomo dal quoziente intellettivo sopra la media, con uno sguardo acuto e conoscitore di ogni particolare di tutti i misfatti più orrendi perpetrati nel suo secolo. Vi viene in mente qualcuno? Esatto, stiamo parlando di Sherlock Holmes, il detective nato nel 1887 dalla penna dello scrittore scozzese Arthur Conan Doyle e comparso in 4 romanzi e ben 56 racconti.

Dal suo alloggio londinese al 221B di Baker Street, dove ora sorge un museo dedicato, Holmes è diventato una delle più importanti figure della letteratura britannica. La sua popolarità gli ha permesso di diventare uno dei personaggi più rappresentati sul grande e piccolo schermo, con oltre 200 apparizioni diverse.

Per celebrarlo, in occasione dello Sherlock Holmes Day che si tiene il 22 maggioCambridge Assessment English condivide 8 parole inglesi legate al mondo del detective e dell’investigazione che vengono usate anche in italiano e altrettante curiosità. Le conoscete tutte? Scopriamolo insieme.

Il vocabolario di Sherlock Holmes

  • Detective: utilizzata anche in italiano come sinonimo di investigatore. Questa parola deriva dal verbo to detect ovvero rivelare, individuare. Il termine nacque come aggettivo ma iniziò a diffondersi come sostantivo intorno la metà del 1800. L’aspetto più curioso legato al personaggio di Sherlock Holmes è che per creare il personaggio Arthur Conan Doyle non si ispirò a un “detective policeman”. La sua ispirazione fu il dottor Joseph Bell, medico e professore dell’Università di Edimburgo in grado di fare diagnosi precisissime con una sola occhiata
  • Flashback:  nasce dall’unione di flash e back. Indica una specie di ritorno di fiamma nei motori e nelle fornaci e si è diffusa tra la fine dell’800 e l’inizio del 900. Il termine è utilizzato anche ini italiano e indica infatti una struttura narrativa dove si assiste all’interruzione degli eventi presenti in favore di rievocazioni del passato e ricordi.
  • Badge: in generale questo termine indica è un tesserino identificativo, ma nel mondo dell’investigazione indica in particolare il distintivo. Oggi uno dei badge più famosi legati al mondo dell’investigatore di Baker Street è quello della Sherlock Holmes Society, un club letterario e culturale con sede a Londra e dedicato agli appassionati. 
  • Cold Case: in italiano si può tradurre con “analisi dei casi a pista fredda”. Spesso indica un’indagine relativa a un caso rimasto irrisolto e per il quale non solo vengono riaperti archivi e fascicoli, ma si raccolgono anche nuove prove e testimonianze.

Altre parole inglesi utilizzate per il mondo dell’investigazione

  • Scotland Yard: si tratta dell’edificio sede del Metropolitan Police Service londinese. Spesso però è utilizzato come metonimia per riferirsi all’intero corpo di polizia. Il nome sembra derivare dalla sua sede originale, sorta nel 1829 e un tempo collocata sulla Great Scotland Yard.
  • Villain: questa parola non si traduce con “villano”, ma con “cattivo” e in generale, nei romanzi e nei film, indica il nemico. La somiglianza tra i due termini non è casuale: entrambi, infatti, derivano dal latino villanus, ma in inglese la parola si è evoluta verso un concetto più astratto. Entrata nel linguaggio letterario a partire dagli anni Venti dell’Ottocento, la parola prende vita nei romanzi di Sherlock Holmes con la figura del Professor Moriarty, antagonista per eccellenza del detective londinese.
  • Trivial: si usa per indicare qualcosa di banale, di poca importanza o poco valore. Oggi però è spesso considerata un termine aulico, utilizzato in contesti formali o per sottolineare le proprie doti intellettuali. Sherlock Holmes lo inserisce più di una volta nelle sue frasi. Uno degli esempi più noti è quello legato al racconto L’avventura dei sei Napoleoni, in cui un passaggio descrive la mentalità investigativa del detective: “I dare call nothing trivial when I reflect that some of my most classic cases have had the least promising commencement“.
  • Puzzle: si tratta di un enigma, un problema, una situazione molto complessa da risolvere. È una parola utilizzata spesso nel mondo dell’investigazione. Oggi, in Italia, la parola indica il gioco da tavolo nel quale far combaciare ogni pezzo per poi creare un disegno.
The Case-Book of Sherlock Holmes
  • Conan Doyle, Arthur (Author)

Veronica Ronnie Lorenzini

Videogiochi, serie tv ad ogni ora del giorno, film e una tazza di thé caldo: ripetere, se necessario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button