fbpx
NewsTech

#SpazioAllOspite: Andrea Scognamiglio presenta Enel X

Sul nostro canale Twitch torna l’appuntamento settimanale di #SpazioAllOspite. Questa settimana Fjona Cakalli ha intervistato Andrea Scognamiglio, Head of Global e-Home di Enel X. Laureato con lode in Ingegneria Meccanica, Andrea Scognamiglio ha maturato un’esperienza decennale nel settore Energy&Utility a livello internazionale come Senior Managing Partner in Gartner per poi approdare in Enel X dove è a capo della Divisione Global e-Home. Andrea Scognamiglio ci ha parlato di smart home, energia, sostenibilità, innovazione, esplorando le soluzioni proposte sul mercato da Enel X. 

Durante l’intervista Andrea Scognamiglio ha esordito spiegando il ruolo di Enel X all’interno del Gruppo Enel: “Enel X è la business line globale del Gruppo Enel che offre soluzioni innovative a supporto della transizione energetica. Con una strategia orientata verso digitalizzazione, sostenibilità e innovazione, offre un ecosistema di soluzioni fortemente interconnesse, che trasformano l’energia in nuove opportunità in diversi settori: mobilità elettrica, efficienza energetica pubblica e privata, consulenza energetica e servizi finanziari.”

Andrea ha proseguito spiegandoci il suo ruolo all’interno di Enel X: “Sono responsabile globale di e-Home, la business unit di Enel X che permette ai clienti residenziali di rendere la loro casa più efficiente, intelligente e confortevole a prezzi accessibili, attraverso soluzioni ad alta efficienza energetica come climatizzatori, caldaie, impianti fotovoltaici, servizi per la casa e smart home”.

Tra le soluzioni più recenti, circa un anno fa, Enel X ha lanciato Homix, smart home con Alexa integrata. Molto più di un termostato intelligente, Homix Home è in grado di gestire non solo la temperatura di casa, ma anche l’illuminazione e la sicurezza. Il vero cambiamento avviene quando l’efficienza, l’innovazione tecnologica e la sostenibilità diventano accessibili.

SpazioAllOspite: Andrea Scognamiglio presenta Enel X

“Nella divisione Enel X e-Home abbiamo un mantra”, spiega Andrea, “la sostenibilità accessibile a tutti, perché se è solo per pochi eletti non potremo mai cambiare il mondo e renderlo un posto migliore. Fin dall’inizio è stato per noi fondamentale far sì che i nostri prodotti e servizi fossero veramente disponibili per tutti e per farlo abbiamo lavorato per abbattere le barriere di accesso a queste soluzioni, primo fra tutti il prezzo. Questo vuol dire per esempio mettere a disposizione dei clienti un pannello fotovoltaico da tetto a soli 2500 euro, con sopralluogo, installazione e 10 anni di garanzia inclusi, un prezzo 10 volte inferiore a quello di mercato di 10 anni fa”.

Ma la sfida non finisce qui, Enel X offre soluzioni sempre più accessibili a tutti: “come il fotovoltaico da balcone o finestra” spiega Andrea “che con una spesa minima copre tutti i piccoli consumi, quelli che abbiamo anche quando non siamo a casa. Parliamo di un 20-25% di risparmio sui consumi di energia. Per questo tipo di pannelli non è neanche necessario richiedere il permesso al condominio, è sufficiente darne comunicazione, come avviene per esempio per l’installazione di una parabola o di un climatizzatore”. 

Andrea Scognamiglio ha continuato soffermandosi sulla differenza tra smart home e domotica: “Sono due sinonimi, uno più anglofono dell’altro. La parola domotica è più altisonante, per cui tendenzialmente si usa per sistemi più complessi. Sempre nell’ottica di rendere la sostenibilità accessibile a tutti, abbiamo reso anche la domotica, che aiuta a ridurre i consumi, alla portata di chiunque”.

Fjona Cakalli ha intervistato Andrea Scognamiglio, Head of Global e-Home di Enel X

“Grazie alla domotica è possibile efficientare i consumi domestici, attraverso dispositivi smart che imparano dalle nostre abitudini di vita. Per rendere tutto ciò ancora più accessibile, abbiamo integrato tutte le funzionalità della nostra smart home Homix anche nel modem, lanciando Homix Smart Modem, oggi disponibile sottoscrivendo un contratto con alcuni operatori telefonici. In questo modo il costo del modem, e quindi della smart home, è incluso in quello dell’abbonamento a internet, azzerando quindi la barriera economica. Tutto questo non lo stiamo facendo solo in Italia, ma in tutti i paesi in cui Enel X è presente”.

L’accessibilità, tuttavia, è intesa anche come facilità di utilizzo: “L’integrazione con Alexa è quindi un punto a favore di Homix in questo senso, in quanto le persone possono controllare la casa tramite comando vocale. Per esempio, dicendo “buonanotte” Homix spegne tutte le luci. Il comando vocale, insieme ad altre funzioni preimpostate, facilitano l’utilizzo anche per gli ipovedenti. Inoltre lo schermo da 7″ di Homix Home consente una migliore usabilità, soprattutto per le persone più anziane” spiega Andrea Scognamiglio.

Perché preferire Homix rispetto ad altri sistemi di smart home? Andrea Scognamiglio ci ha raccontato che il dispositivo è stato reso compatibile anche con prodotti non della gamma Homix, garantendo però sempre il rispetto degli standard di sicurezza: “Homix infatti non è utilizzabile solo con i dispositivi smart della gamma, ma anche con i device compatibili di aziende diverse, come le lampadine Ikea o Philips o i climatizzatori LG. Compatibilità dunque, ma sempre con una attenzione alla sicurezza, per cui vengono stabiliti standard minimi da rispettare”.

Perché preferire Homix rispetto ad altri sistemi di smart home?

Homix è disponibile per essere acquistato anche su Amazon e questa scelta va ancora nella direzione dell’apertura verso i clienti: “Non abbiamo paura di esplorare i diversi canali di vendita, vogliamo che i nostri clienti ci valutino, anche in modo spietato. Per esempio, oggi Homix ha 4.1 stelle su Amazon, e ne siamo molto contenti. Nonostante la nostra media in termini di punteggio sia elevata, in questo anno abbiamo ricevuto molti feedback che ci hanno aiutato a migliorare ulteriormente il prodotto.” 

“Abbiamo imparato a essere agili, anche nell’evoluzione di Homix. L’abbiamo pensato circa 3 anni fa, in meno di 2 anni l’abbiamo implementato e portato sul mercato. Aggiorniamo il software in continuazione e lavoriamo per rendere Homix sempre migliore e disponibile ovunque. Nel mondo della Smart Home ci sono due poli, Stati Uniti e Cina. Noi vogliamo essere il terzo polo in Europa e per fare questo stiamo cercando tanti “alleati”.

Andrea ha poi proseguito parlando del trend del “green”: ” Noi riteniamo che il mondo vada nella direzione del “green”, e vogliamo essere il driver di questo cambiamento. Oggi siamo in una situazione di “green parity”, ciò vuol dire che fare un impianto sostenibile costa quanto uno inquinante. Un passaggio obbligato, che abbiamo compreso circa 10 anni fa. Ora il passo successivo è scegliere di andare verso la sostenibilità. Per facilitare le persone in questa scelta, offriamo ai nostri clienti installazioni chiavi in mano, offerte in bundle con la commodity che rimborsano i costi delle quote non incentivabili dei prodotti ad alta efficienza energetica, possibilità di accedere al superbonus 110% con interventi che includono impianto fotovoltaico, pompa di calore e finestre. In questo modo incentiviamo i nostri clienti a rendere le loro case più sostenibili”.

Enel X attrae molti giovani, anche dal punto di vista occupazionale

Andrea Scognamiglio ha anche sottolineato la centralità del ruolo dell’installatore nel processo di transizione energetica. “Enel è anche un’azienda del Paese, quindi crediamo che sia giusto lavorare anche con i piccoli installatori, per permettergli di competere con i giganti. Ad esempio, il 60-70% delle nostre installazioni sono state fatte con artigiani”.

Infine altro tema importante che abbiamo trattato è il modo in cui Enel X si interfaccia con i giovani. A tal proposito Andrea Scognamiglio ha affermato che “Enel X attrae molti giovani, anche dal punto di vista occupazionale, ma dobbiamo coinvolgerli ancora di più ed essere bravi a comunicare le cose che facciamo”.

“Il mio consiglio ai giovani? Impegno e passione per raggiungere qualsiasi obiettivo. Tante persone vi diranno “non si può”, ma voi non arrendetevi mai e credeteci sempre. I risultati prima o poi arriveranno. Il mio team è fatto da giovani e donne con tanta passione che cerco ogni giorno di valorizzare. A me è successa la stessa cosa, ho incontrato persone che hanno valorizzato la mia passione e mi hanno permesso di rendere raggiungere tanti obiettivi”.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button