fbpx
CulturaFeaturedPerché guardarlaSpettacoli

The Mandalorian: la nuova vita in streaming di Star Wars – Perché guardarla?

Le avventure del Mandaloriano hanno riacceso la fiducia della vecchia guardia del franchise (e non solo). Scopriamo di più nella nostra recensione

The Mandalorian è arrivata come un fulmine a ciel sereno. Anzi, come qualcosa di diametralmente opposto ma ugualmente inaspettato: un raggio di Sole in una notte buia e tempestosa. Proprio nel momento in cui il franchise di Star Wars si è trovato in crisi, per via di una serie di film che non hanno incontrato il successo del pubblico (soprattutto lo zoccolo duro di fan storici) il Mandaloriano ha fatto il suo debutto su Disney+, riaccendendo la scintilla. Non bisogna però credere che questo show sia rivolto solamente agli appassionati della saga di Star Wars. Vediamo insieme quindi perché dovreste dare una chance a uno dei più importanti Original di Disney+ a prescindere dalla vostra passione per le spade laser. Date un’occhiata alla nostra recensione di The Mandalorian.

The Mandalorian, di che cosa parla?

il mandaloriano e un suo alleato a cavallo

La trama

Al centro di questa serie troviamo un cacciatore di taglie senza nome, di origine mandaloriana. Un guerriero instancabile in armatura, fedele al credo dei suoi predecessori che non toglievano mai l’elmo e combattevano strenuamente, riuscendo in imprese eccezionali. Grazie ai loro insegnamenti, il nostro protagonista è apprezzatissimo all’interno della gilda dei cacciatori di taglie, che gli assegna una nuova missione, molto particolare.

Il Mandaloriano (in inglese The Mandalorian) dovrà infatti recarsi a recuperare una creatura su un pianeta lontano. Il mandante è uno degli ultimi ufficiali rimasti dell’Impero, in lento disfacimento dopo la morte (apparente) della sua guida Palpatine. La ricompensa è un quantitativo considerevole di beskar, il leggendario metallo mandaloriano estremamente resistente. Il protagonista quindi accetta di compiere l’impresa, ma una volta di fronte al suo obiettivo la situazione diventerà molto più complicata e la sua vita cambierà per sempre…

The Mandalorian e il legame con Star Wars

Affrontiamo subito la questione Star Wars: se siete dei fan della saga di George Lucas, non potete perdervi The Mandalorian, punto. Si tratta di una serie che ritorna alle origini del franchise nelle sue atmosfere, approfondendo quel mondo e incastrandosi magnificamente (e in maniera molto emozionante) con tutto il suo complesso canone, con innumerevoli richiami a libri, fumetti e serie animate, realizzati con la cura e l’amore degni dei più grandi appassionati.

Se però Jedi e spade laser non vi sono mai andati giù o semplicemente li avete ignorati finora, non significa assolutamente che non possiate godervi The Mandalorian, anzi. Il grande pregio di questo progetto è che riesce a funzionare bene senza fare troppi debiti con il franchise di cui fa parte.

La formula magica segreta di Star Wars

il mandaloriano e il bambino sulla astronave

Una delle ragioni principali di questo successo è che The Mandalorian fa propria una lezione fondamentale di Star Wars, ovvero quella di ibridare i generi. Fin dalle sue origini la saga è andata ben oltre la fantascienza classica, mescolando a essa (presente soprattutto nell’ambientazione) elementi del fantasy, dell’epica giapponese e del western. Quest’ultimo in particolare risulta chiave per inquadrare la serie Disney+, in maniera del tutto indipendente dal franchise originale.

Perché, fin dalla prima puntata e volendo anche dal breve riassunto che ne abbiamo fatto qui sopra, è possibile notare come The Mandalorian sia profondamente intriso di atmosfere western. A voler scavare di più, è facile ricondurlo addirittura allo spaghetti western nello specifico sotto diversi punti di vista. Il Mandaloriano protagonista sembra uno degli eroi di Sergio Leone, quell’uomo senza nome che ha affascinato generazioni e generazioni nella trilogia del dollaro.

The Mandalorian: ambientazione

Il tutto però è rivisto nella chiave di Star Wars e dello spazio. E così al posto dei villaggi con le palle di rovi che rotolano troviamo pianeti lontani nei confini estremi della galassia; al posto degli indiani troviamo razze aliene come i Jawa o i Tusken; al posto del fidato cavallo troviamo l’astronave Razor Crest e così via.

Ed è questo incontro tra tanti sapori differenti che colpisce. Due contesti già noti, che però quando si incontrano, creano qualcosa che, sebbene già visto in altri progetti passati (qualcuno ricorda il cult Firefly?), risulta completamente nuovo al palato. Un aspetto capace di colpire ed emozionare a prescindere dalla propria passione o meno per Star Wars.

The Mandalorian ha ancora un asso nella manica, però

poster di the mandalorian con il protagonista

Questo gioco di atmosfere e sfumature non è sufficiente però. Perché se inizialmente questo aspetto può catturare lo spettatore e incuriosirlo (rinnovandosi poi con i richiami all’epica giapponese) non può durare in eterno. C’è bisogno di offrire sostanza, creare una vicenda appassionante e costruire qualcosa intorno a quello scheletro. E The Mandalorian lo fa benissimo.

Prendendosi i propri tempi, la serie crea una vicenda sempre più intricata e appassionante, con una pletora di personaggi che si incontrano e hanno un proprio complesso arco evolutivo. Un processo di cui, alla fine della seconda stagione, si iniziano a vedere i primi frutti ma che può ancora offrire moltissimo.

The Mandalorian: il personaggio e il rapporto con Baby Yoda

Soprattutto, crea un protagonista che diventa (e questa è una parola chiave) uno degli eroi più affascinanti degli ultimi anni. Il Mandaloriano è un personaggio incredibile proprio perché imperfetto e tormentato. L’evoluzione del suo rapporto con il Bambino, o Baby Yoda per i più, è emozionante e, per quanto non completamente originale in linea con l’approccio postmoderno della serie, pieno di richiami ad altre opere. Una boccata d’aria fresca se confrontato alle figure che hanno popolato la cultura popolare negli ultimi anni.

Lo showrunner Jon Favreau e Dave Filoni, principali autori della serie, hanno compiuto un’impresa eccezionale. Sono riusciti con un solo progetto non solo a riconquistare gli appassionati di Star Wars e a spalancare un enorme finestra per il franchise, ma anche a dare vita a un’opera adatta a ogni tipo di fan. Sì, anche a chi a questa saga non si è mai avvicinato.

Conclusioni: The Mandalorian, prima e dopo…

the mandalorian e baby yoda bambino

Questo show è quindi uno dei prodotti migliori che possiate trovare su Disney+. L’intervallo tra la seconda e la terza stagione (che dovrebbe arrivare a dicembre 2021) offre uno spazio ideale per rimettersi in pari. Potete vederlo direttamente sulla piattaforma di streaming Disney+, insieme a tantissimi altri contenuti di Star Wars. Fra questi, anche i film della saga ovviamente, da guardare rigorosamente nel giusto ordine

Star Wars - Peluche di baby Yoda, 25 cm
  • Peluche di baby Yoda, personaggio “il Bambino” della serie The Mandalorian - Star Wars, 25 cm.
  • 100% originale. Con etichetta con licenza ufficiale.
  • A pelo corto e molto morbido.

Mattia Chiappani

Ama il cinema in ogni sua forma e cova in segreto il sogno di vincere un Premio Oscar per la Miglior Sceneggiatura. Nel frattempo assaggia ogni pietanza disponibile sulla grande tavolata dell'intrattenimento dalle serie TV ai fumetti, passando per musica e libri. Un riflesso condizionato lo porta a scattare un selfie ogni volta che ha una fotocamera per le mani. Gli scienziati stanno ancora cercando una spiegazione a questo fenomeno.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button