NewsViaggi

Gli utenti Alipay potranno pagare i taxi con il cellulare

Il servizio sarà disponibile (al momento) solo in alcune città italiane.

Grazie alla partnership nata lo scorso novembre, tra Tinaba, IT Taxi e Alipay, gli utenti di quest’ultimo servizio in Italia potranno pagare le proprie corse sui taxi associati all’Unione Radiotaxi Italiana con il proprio smartphone. Questa nuova possibilità è stata annunciata ieri con un comunicato congiunto delle tre realtà. Si tratta di un’introduzione molto importante, che faciliterà la vita di tantissimi turisti, in particolare quelli provenienti dalla Cina, dove Alipay è maggiormente diffuso.

I turisti in Italia potranno pagare il taxi con Alipay

L’ambito degli smart payment è uno di quelli maggiormente in crescita nell’ultimo periodo. Grazie alle tante innovazioni tecnologiche è sempre più facile utilizzare servizi che abbattano i costi di commissione, permettendo di sganciarsi sempre più dal contante. Non sempre infatti è possibile avere a disposizione banconote e monete corrette per pagare, rendendo le transazioni più difficoltose.

Il contante diventa particolarmente scomodo nel momento in cui ci si trova in un Paese straniero. Quasi sempre è infatti necessario cambiare i propri soldi nella valuta locale, ottenendo tassi non sempre vantaggiosi. Inoltre, anche la differenza linguistica può ostacolare i pagamenti.

alipau ittaxi tinalba turisti

Ora tutti questi problemi possono essere aggirati, almeno per i trasporti. Grazie alla partnership tra le aziende sopracitate, in dodici città italiane sarà possibile pagare il taxi (mezzo preferito dal 71% dei turisti stando a una ricerca Nielsen) con il servizio Alipay. Tale possibilità sarà offerta a Milano, Roma, Brescia, Genova, Bologna, Firenze, Prato, Trieste, Sanremo, Reggio Emilia, Pisa e Palermo.

Il pagamento sarà molto semplice. Per effettuarlo basterà inquadrare il QRCode all’interno della vettura con il proprio smartphone. Si tratta di un metodo veloce e sicuro da tempo adottato e apprezzato in Cina.

Il commento delle realtà coinvolte

Loreno Bittarelli, Presidente di URI (Unione dei Radiotaxi d’Italia) ha dichiarato:

Siamo felici di aver abilitato i nostri taxi nelle principali città italiane ad accettare i pagamenti degli utenti Tinaba e Alipay perché siamo convinti che porteranno tanti clienti in più a tutti i tassisti nostri associati. Siamo inoltre convinti che i tanti turisti cinesi in visita nel nostro Paese saranno soddisfatti di poter pagare il taxi in modo semplice e veloce con Alipay, evitando così di utilizzare il contante”.

Matteo Arpe, fondatore e Amministratore Delegato di Tinaba ha aggiunto:

Crediamo molto nell’accordo con Alipay, società con cui condividiamo la stessa visione sul futuro dei pagamenti digitali. Insieme, oltre a quella con IT Taxi stiamo studiando ulteriori collaborazioni volte a consentire a molti settori di poter essere maggiormente attrattivi per i tanti turisti cinesi che visitano il nostro Paese”.

Piero Candela, responsabile dello sviluppo di Alipay in Italia, ha infine commentato:

Siamo molto soddisfatti della collaborazione perché convinti che investire nel trasporto su taxi sia una spinta all’economia delle città turistiche. Accessibilità, sicurezza e facilità di pagamento nella mobilità cittadina sono fondamentali per lo sviluppo e la soddisfazione del turismo individuale cinese, che oggi registra i maggiori tassi di crescita in termini di volumi e valori di acquisto in Italia. Migliorare e rendere più veloci gli spostamenti dei turisti nelle città italiane permette inoltre di raggiungere più destinazioni e dedicare maggiore tempo alle eccellenze italiane nell’arte, shopping e food”.

Per maggiori informazioni, vi rimandiamo al sito ufficiale di Alipay.

Tags

Mattia Chiappani

Ama il cinema in ogni sua forma e cova in segreto il sogno di vincere un Premio Oscar per la Miglior Sceneggiatura. Nel frattempo assaggia ogni pietanza disponibile sulla grande tavolata dell'intrattenimento dalle serie TV ai fumetti, passando per musica e libri. Un riflesso condizionato lo porta a scattare un selfie ogni volta che ha una fotocamera per le mani. Gli scienziati stanno ancora cercando una spiegazione a questo fenomeno.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker