fbpx
NewsTech

Zoom pagherà 85 milioni di dollari per risolvere la causa sulla privacy

Il pagamento prevede anche la questione del 'zoombombing'

Di recente è stato rivelato che Zoom ha accettato di pagare 85 milioni di dollari per risolvere la causa sulla privacy e sul zoombombing. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

Causa sulla privacy e zoombombing per Zoom: ecco che succede

Zoom sta affrontando ulteriori conseguenze per i suoi precedenti fallimenti in materia di privacy e sicurezza. Reuters riporta che Zoom ha accettato di pagare 85 milioni di dollari per risolvere una causa che accusa il gigante della videochat di violare la privacy e di permettere lo “zoombombing” (cioè i troll che entrano nelle chat degli altri).

L’accordo preliminare richiede anche misure di sicurezza più severe. Tra di esse troviamo avvertire i partecipanti con app di terze parti e offrire una formazione speciale orientata alla privacy al personale di Zoom.

Il giudice Lucy Koh ha rivelato che l’azienda era ampiamente protetta contro i reclami di zoombombing grazie alla sezione 230 del Communications Decency Act contro la responsabilità per le azioni degli utenti.

L’accordo potrebbe anche portare ad alcuni pagamenti se la causa raggiunge lo status di class action proposta. In ogni caso non aspettatevi chissà quali cifre. Gli abbonati riceverebbero un rimborso del 15% o di 25 dollari, mentre tutti gli altri riceverebbero un massimo di 15 dollari. Gli avvocati intendevano raccogliere fino a 21,25 milioni di dollari in spese legali.

In una dichiarazione, Zoom ha negato di aver fatto qualcosa di sbagliato e ha detto che la privacy e la sicurezza erano “priorità assolute”. L’azienda ha precedentemente accettato di risolvere un reclamo della Federal Trade Commission su questioni di privacy simili, tra cui il server web permanente che ha installato sui Mac.

Qualche mese dopo l’inizio della pandemia, Zoom ha cercato di rafforzare la sicurezza per le sue video chat. Ha infatti iniziato a distribuire la crittografia end-to-end nell’ottobre 2020, ha condotto revisioni e ha reso più difficile lo zoombombing. I miglioramenti, tuttavia, per alcuni utenti sono arrivati troppo tardi.

Offerta
Logitech C920S HD Pro Webcam, Videochiamata Full HD...
  • Videochiamate Full HD: La webcam Logitech C920 HD Pro trasmette video Full HD e 1080p a 30 ‎fotogrammi al secondo, sia...
  • Qualità Video Nitida: consente anche a ‎professionisti di registrare contenuti ricchi, fluidi mostra le tue abilità...
  • Obiettivo in Vetro Full-HD: E la messa a fuoco automatica Donano ‎chiarezza e nitidezza l'obiettivo in vetro a 5...
Source
Engadget

Veronica Ronnie Lorenzini

Videogiochi, serie tv ad ogni ora del giorno, film e una tazza di thé caldo: ripetere, se necessario.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button