fbpx
CulturaFeaturedTech

Le 5 migliori app per imparare le lingue straniere

Progettato un viaggio ma non conoscete la lingua del luogo? Basta un'app per impararla

Quali sono le migliori app per imparare le lingue straniere? In mezzo ad una marea di servizi che promettono di aiutarvi a carpire i segreti degli altri idiomi, ne abbiamo selezionate 5 che sicuramente vi permetteranno di portare a casa il risultato, migliorandovi e godendovi a pieno i vostri futuri viaggi.

Duolingo

migliori app per lingue straniere duolingoDuolingo è senza dubbio una delle learning application più conosciute a livello internazionale. Il punto di forza di questa App che ne ha determinato il successo e la crescita è il cosiddetto sistema di gamification: l‘apprendimento di una lingua unito ai meccanismi tipici di un videogioco. Su Duolingo è infatti possibile sfidare gli amici, superare livelli sempre più complessi e ottenere punti per le risposte corrette. Duolingo permette anche di fissare degli obiettivi giornalieri e scegliere la tipologia di apprendimento più adatta all’utente, rilassata, normale o intensiva. L’applicazione risulta in generale molto semplice da utilizzare e facilmente intuitiva, il che è un ottima caratteristica per invogliarvi a continuare ad utilizzarla nel lungo periodo.

I corsi in lingua italiana, al momento, riguardano solo l’apprendimento dell’Inglese, Francese, Spagnolo e Tedesco. Nel caso in cui siate già a un buon livello di inglese, sono disponibili oltre 30 lingue da apprendere.

Duolingo è consigliata per quegli utenti che abbiano già una prima infarinatura della lingua che si sceglie di imparare. L’assenza di una vera e propria sezione grammaticale può infatti rallentare l’apprendimento nel caso di primo approccio all’idioma straniero. C’è da dire, però, che l’applicazione e i corsi sono totalmente gratuiti. La versione a pagamento Plus, dal costo di 9,99€ al mese o 6,99€ al mese in caso di abbonamento annuale, consente di salvare le lezioni offline, eliminare gli annunci pubblicitari e sostenere l’istruzione.

Impara l'inglese con Duolingo
Impara l'inglese con Duolingo
Developer: Duolingo
Price: Free+

Babbel

migliori app per lingue straniere babbel

Anche Babbel ha conosciuto negli ultimi anni una grande fama a livello internazionale. Il motivo sono i corsi ben strutturati che il servizio offre, incentrati principalmente sulla conversazione. I corsi si sviluppano infatti su un apprendimento graduale di parole, frasi e approfondimenti grammaticali oltre alla possibilità di ritornare sui propri passi per migliorare o ripassare un’unità già trattata. Anche in questo caso l’interfaccia risulta molto semplice e intuitiva. Ogni esercizio svolto viene automaticamente salvato su cloud e sincronizzato su tutti gli apparecchi in modo da poter utilizzare lo stesso account sia su desktop che su smartphone.

A differenza di Duolingo, in Babbel i corsi sono esclusivamente a pagamento (a partire da 9,99€) ma sono disponibili ben 14 lingue tra cui Svedese, Turco e Indonesiano. Ogni idioma ha un percorso strutturato su 4 abilità linguistiche: lettura, scrittura, ascolto e parlato.

Secondo alcuni dati forniti dall’azienda, Babbel viene scaricato ogni giorno da più di 120.000 utenti.Dal 2007, anno della sua fondazione, la piattaforma si è aggiudicata diversi premi e riconoscimenti per il Private Learning e l’innovazione.

Impara le lingue con Babbel
Impara le lingue con Babbel
Developer: Babbel
Price: Free+

Memrise

migliori app per lingue straniere memrise

A differenza delle due precedenti applicazioni, Memrise utilizza un tipo di approccio mnemonico. L’applicazione sfrutta infatti la memoria visiva e l’associazione di parole per aiutare l’utente ad apprendere nuovi vocaboli. Attraverso un gran numero di esercizi, gli utenti devono infatti associare le immagini alle parole con la possibilità di apprendere fino a 40 nuovi termini all’ora migliorando nello stesso tempo la comprensione orale e la pronuncia. Da segnalare anche una sezioni a temi e quiz per sessioni di apprendimento un po’ più leggere.

I corsi di Memrise prevedono una grande varietà di lingue che, oltre a quelle europee, includono anche il Cinese, l’Arabo, il Giapponese e il Russo. Anche in Memrise i corsi sono disponibili in modo del tutto gratuito, ma agli acquirenti della versione Pro e degli abbonamenti (con diversi piani tariffari che potete visionare QUI) saranno offerti strumenti ancora più efficaci, come esercizi basati su video o la possibilità di comunicare con utenti madrelingua.

I corsi sono inoltre organizzati secondo i livelli del Quadro comune europeo di riferimento per le lingue. Si tratta di una caratteristica non da poco nel caso si scelga di utilizzare Memrise per prepararsi ad esami linguistici specifici.

Memrise: Impara le lingue
Memrise: Impara le lingue
Developer: Memrise
Price: Free+

Rosetta Stone

migliori app per lingue straniere rosetta stone

Rosetta Stone è uno dei corsi di lingua che può vantare una lunga tradizione e grande esperienza. L’azienda americana fondata nel 1992, si è evoluta dai corsi su CD e DVD all’e-learning con una applicazione professionale e ben realizzata. Attraverso gli esercizi sarà possibile imparare le basi della grammatica e nuovi vocabolari di oltre 20 lingue a disposizione tra cui il Coreano, l’Ebraico e il Persiano. Punto di forza dell’applicazione è il riconoscimento vocale, fondamentale per controllare e consolidare una buona pronuncia. Il software genera combinazioni di esercizi sia in maniera casuale che personalizzata, concentrandosi sulla presenza o assenza di testo, sul suono, sulla pronuncia o sulle immagini.

Essendo una delle applicazioni più professionali, a differenza dei suoi concorrenti il costo dei corsi risulta abbastanza elevato. Il prezzo varia infatti da un minimo di 79€ per 3 mesi ad un massimo di 318€ per due anni di corso supportati da un tutor madre lingua. Dell’applicazione esiste anche una versione business pensata per le aziende e i professionisti le cui tariffe sono cucite su misura per l’azienda.

HiNative

migliori app per lingue straniere hinative

HiNative offre un approccio alla lingua straniera originale e più incentrato sulla pronuncia e sul parlato che non sulla grammatica. Su HiNative è infatti possibile porre domande su qualsiasi lingua si desideri e ricevere una risposta da veri madrelingua di tutto il mondo. È possibile verificare la pronuncia di una parola, scoprire i modi di dire tipici di uno stato o eliminare qualsiasi dubbio inerente la lingua studiata.

L’applicazione assume quindi più una forma di social network dove è possibile porre delle domande (o rispondere) su una bacheca aperta a tutti gli interessati. È anche possibile porre domande e dare risposte attraverso delle registrazioni vocali, per migliorare l’ascolto e la pronuncia già dalla domanda stessa.

Data la natura dell’App, si consiglia il suo utilizzo a chi sta già imparando una lingua e desidera ricevere un riscontro sulle proprie competenze da parte di un madrelingua. HiNative è infatti consigliata anche per quegli utenti che stanno preparando dei test di competenze linguistiche come il DELF o il Trinity.

HiNative - Learn Languages
HiNative - Learn Languages
Developer: Lang-8, inc
Price: Free+

Daniele Cicarelli

Indigente giramondo con la grande passione per i videogiochi, l'Arte e tutte le storie Fantasy e Sci-Fi che parlano di mondi alternativi senza zanzare. Fermo sostenitore dell'innovazione, del progresso tecnologico e della superiorità del Tipo Erba. Dalla parte dei Villains dal 1991.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button