fbpx
FeaturedVideogiochi

7 videogiochi dedicati all’esplorazione spaziale

Una carrellata di videogiochi incentrati sull'esplorazione spaziale e la scoperta di nuovi pianeti

In tutte le culture e in tutte le epoche, il cielo, lo spazio, le stelle, il sole e la luna hanno suscitato nel genere umano grande curiosità e interesse. Non deve stupire quindi che anche nel mondo dei videogiochi, il tema dello spazio e dell’esplorazione spaziale sia stato al centro dell’attenzione dagli inizi. Come non citare Space Invaders, Metroid e moltissimi altri titoli che hanno fatto la storia dei videogiochi.

La corsa allo spazio virtuale continua a sopravvivere anche ai giorni nostri potenziata da una tecnologia sempre più avanzata e visioni creative sempre più lungimiranti. E noi, da bravi videogiocatori, non possiamo far altro che esserne deliziati. Ecco quindi la nostra personale lista di 7 videogiochi sull’esplorazione spaziale.

No Man’s Sky

No Man’s Sky è probabilmente il gioco a cui la maggior parte di voi ha pensato leggendo il titolo di questo articolo. Il lungimirante titolo di Hello Games ha fatto molto discutere dopo il lancio avvenuto nel 2016. Il gioco non rispettava infatti tutte le caratteristiche annunciate dai produttori nei mesi precedenti diventando un vero e proprio caso mediatico senza precedenti. Dopo tre anni, però, la software house ha cercato di rimediare ai suoi sbagli con grande successo rilasciando tre grandi aggiornamenti gratuiti che hanno introdotto le caratteristiche promesse.

No Man’s Sky è costruito usando una tecnica nota come “generazione procedurale”. Si tratta essenzialmente di un algoritmo che genera i pianeti, le creature che vi abitano, le astronavi e così via, in modo automatico man mano che il giocatore esplora i vari pianeti. Questo brillante sistema fa si che l’universo di No Man’s Sky sia davvero immenso e conti più di 18 quintilioni di possibili pianeti da visitare. Sean Murray, autore del gioco ha affermato che “Se un nuovo pianeta in ‘No Man’s Sky’ fosse scoperto ogni secondo, ci vorrebbero 584 miliardi di anni perché tutti possano essere scoperti.

Il risultato è un videogioco fortemente incentrato sull’esplorazione dell’universo con moltissimi elementi da analizzare e una trama principale da scoprire. Il tutto utilizzando centinaia di gadget e armi e migliaia di astronavi da potenziare e personalizzare. Viaggiare in No Man’s Sky è un’esperienza sorprendente che ci fa intuire la bellezza e l’immensità dell’universo in cui viviamo.

Elite Dangerous

Dalle dimensioni più ridotte ma non per questo meno interessante, Elite Dangerous è diventato lentamente uno dei principali videogiochi sull’esplorazione spaziale. Questo capitolo è ambientato nella Via Lattea collocandosi tra mille e più anni del futuro, quando la razza umana avrà iniziato a colonizzare migliaia di sistemi stellari della galassia. In questa epoca di grande fervore spaziale saranno nate però anche incomprensioni politiche che avranno portato alla nascita di tre fazioni in guerra tra loro: l’Impero, la Federazione e l’Alleanza.

In questo scenario, abbiamo la possibilità di esplorare l’intera galassia, costruire la nostra reputazione nella società, guadagnare crediti, completare missioni e tanto altro. Le possibilità sono moltissime, dal commercio, al contrabbando, dall’esplorazione di aree inabitate alla raccolta di minerali e così via. Tantissimi mestieri e azioni possibili che avranno ripercussioni sulla galassia in cui vi trovate e sulle altre fazioni. Nel corso degli anni sono state rilasciate numerose patch gratuite ed espansioni che hanno arricchito il già vivace universo di Elite Dangerous.

Osiris New Dawn

Osiris: New Dawn è un survival fantascientifico attualmente in fase di Early Access che, nonostante ciò, merita un posto in questo articolo. Il gioco è infatti ambientato nel 2078 all’inizio dei viaggi interstellari intrapresi dall’umanità. Il nostro personaggio è stato inviato sul sistema planetario Gliese 581 dalle Nazioni Unite terrestri per studiare il pianeta e verificarne l’abitabilità. La tecnologia umana, tuttavia, è ancora imprecisa e il nostro protagonista finisce per precipitare su un pianeta desertico ostile con il minimo indispensabile per sopravvivere.

In questo gioco dovremmo infatti costruire la nostra base e sopravvivere alle minacce dei vari pianeti tra cui, ovviamente, anche creature aliene. Sarà possibile scegliere la classe del personaggio e giocare sia in singleplayer sia online in multiplayer per superare insieme i pericoli e le condizioni climatiche avverse di un pianeta sconosciuto. Contemporaneamente si dovrà costruire la propria base con unità modulari per coltivare il cibo e costruire alloggi e laboratori.

Le possibilità di esplorazione è ridotta rispetto ai titoli precedenti ma offre comunque un pianeta vivo e pieno di aree da esplorare, compreso l’interno del pianeta. Tutto per scoprire il mistero che circonda la prima missione di colonizzazione Osiris I.

Space Engineers

Space Engineers si posiziona su un piano relativamente diverso rispetto ai titoli che abbiamo analizzato fino ad ora. È infatti un sandbox ambientato nello spazio e sui pianeti esplorabili, una sorta di Minecraft spaziale (per aiutarci ad inquadrarlo). In Space Engineers avremo il controllo di un ingegnere spaziale attraverso il quale poter creare basi spaziali e astronavi con le quali esplorare l’universo. Dopo aver raccolto varie risorse da pianeti e asteroidi, sarà possibile personalizzare in tutto e per tutto le astronavi o i veicoli a terra per aiutarci ad esplorarli. Inizialmente il nostro protagonista possiede gli strumenti base per iniziare la costruzione e riparare le strutture, come un saldatore o un trapano. Grazie a questi attrezzi possiamo iniziare a creare le nostre basi utilizzando i voxel.

La ricchezza di Space Engineers è data, oltre dalla grande libertà di azione e di creatività, dalla varietà dal gioco. Oltre al gioco classico esistono anche due modalità, la modalità sopravvivenza, più impegnativa e avvincente, e quella creativa in cui dedicarsi pienamente alla creazione di strutture e astronavi senza preoccuparsi delle risorse.

Eve Online

Se si parla di videogiochi sull’esplorazione spaziale, non possiamo non citare Eve Online! Nonostante gli anni passati (ben 16), questo titolo è ancora uno dei MMORPG di simulazione spaziale più in voga che vanta decine di migliaia di utenti online ogni giorno. All’inizio del gioco, dopo aver creato il nostro capitano, avremo il controllo di una nave spaziale attraverso la quale potremo plasmare il nostro futuro all’interno dell’universo di Eve più vivo che mai. Sono infatti presenti corporazioni, alleanze, fazioni e un sistema economico stabile.

Avremo la possibilità di intraprendere numerose carriere come minatore, costruttore di astronavi, pirata, cacciatore di taglie, commerciante, ricercatore e tante altre. Sarà possibile allearsi con le corporazioni degli NPC oppure unirsi con gli altri giocatori e dedicarsi alla diplomazia e eventualmente, a gloriose battaglie spaziale contro migliaia di giocatori. In Eve online esiste infatti la possibilità di conquistare interi sistemi e creare imperi gestiti dagli stessi giocatori. Un universo in costante evoluzione plasmato dai giocatori stessi.

Nel corso degli anni sono stati rilasciati moltissimi contenuti extra ed espansioni totalmente gratuite che hanno perfezionato il gioco, aggiunto nuovi elementi e migliorato la grafica. Per giocare occorre scaricare gratuitamente il client di gioco disponibile in trial per 14 giorni dopo il quale è possibile estendere l’abbonamento con 19,00 €, nel primo mese, e per 14€ circa per i successivi.

Astroneer

Astroneer è ambientato nel XXV secolo durante il quale sono iniziati i viaggi intergalattici che hanno portano gli Astroneer, pionieri delle stelle, a esplorare le estreme frontiere dello spazio. In questo gioco  sarà possibile collaborare con gli altri giocatori per costruire basi personalizzate sulla superficie dei pianeti o anche sottoterra, creare veicoli per esplorare un vasto sistema solare. Quest’ultimo comprende sette differenti pianeti completamente esplorabili, dalla superficie al sottosuolo e persino nel misterioso nucleo. Ognuno ha caratteristiche uniche così come le minacce e le sfide da superare.

Astroneer presenta uno stile, sia grafico che di gameplay, molto particolare. Grazie allo strumento Deforma, è infatti possibile modificare il terreno per costruire (o distruggere) tutto ciò che si desidera e dare forma al pianeta stesso. Gli oggetti e le strutture costruite possono anche essere agganciate tra di loro per creare delle vere e proprie basi planetarie adatte a qualsiasi situazione. Una volta messe “radici” su un pianeta, gli astroneer potranno partire nella loro missione per scoprire tutti i segreti del sistema solare.

Stellaris

Stellaris ci offre un tipo di esplorazione diversa rispetto ai titoli che abbiamo elencato fino ad ora ma senza rinunciare all’emozione di scoprire, poco a poco, l’universo che ci circonda. Il gioco si avvale infatti di una forte componente strategica con cui bisognerà creare un impero galattico ed esplorare lo spazio per colonizzare nuovi pianeti. Il tutto analizzando e portando alla luce i tesori che la galassia ci nasconde. Anche Stellaris si avvale della generazione procedurale, grazie alla quale ci imbatteremo in razze aliene sempre diverse tra di loro.

Durante la partita e con la crescita del nostro impero, bisognerà fare scelte difficili, selezionare nuove ideologie, restrizioni, evoluzioni e tanto altro. Il tutto senza ovviamente trascurare la diplomazia, fondamentale anche nei viaggi interstellari. Cercherete di mantenere la pace o vi godrete le avvincenti battaglie spaziali?

Questi videogiochi sull’esplorazione spaziale non fanno altro che rinvigorire in noi, che siamo e rimaniamo dei sognatori/viaggiatori, il desiderio di esplorare il cosmo verso nuovi orizzonti, ma soprattutto di costruirci il “nostro” universo personale!

Tags

Daniele Cicarelli

Indigente giramondo con la grande passione per i videogiochi, l'Arte e tutte le storie Fantasy e Sci-Fi che parlano di mondi alternativi senza zanzare. Fermo sostenitore dell'innovazione, del progresso tecnologico e della superiorità del Tipo Erba. Dalla parte dei Villains dal 1991.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker