fbpx
CulturaFeaturedNewsTech

Aeroporto di Gatwick: il robot Stan parcheggerà le vostre auto

I robot posizioneranno le auto dei viaggiatori in apposite aree riservate al parcheggio

Dal prossimo agosto l’aeroporto di Gatwick si prepara ad accogliere un nuovo programma della durata di 3 mesi, per sperimentare l’utilizzo di robot chiamati “Stan”: saranno loro ad occuparsi del parcheggio delle auto dei viaggiatori.

Stan

Se la sperimentazione dovesse andare a buon fine sicuramente ci abitueremo alla vista di questi dispositivi robot anche in tante altre aree parcheggio sparse per il mondo.

Il programma dei Robot Stan

Il programma  è stato sottoposto all’approvazione del “Crawley Borough Council” dell’aeroporto e prevede un meccanismo molto semplice. Il guidatore può lasciare la propria vettura in uno dei nuovissimi box e convocare, semplicemente tramite touchscreen, uno degli Stan che prontamente si occuperà di parcheggiare l’auto in uno dei 270 spazi disponibili.

Il robot semplicemente afferrerà e solleverà da terra la vettura, in modo molto delicato. Naturalmente ogni Stan conosce alla perfezione le informazioni di volo riguardanti il proprietario e, dunque, al suo atterraggio si premurerà di far ritrovare l’auto in una delle cabine disponibili.

Vantaggi per il futuro

Innumerevoli sono i vantaggi apportati dall’introduzione di  questo sistema: basti pensare alla questione degli spazi ottimizzati. In fase di parcheggio ciò che più ci preme è posizionare il veicolo considerando l’apertura delle portiere, per poter scendere e salire in comodità: con i robot Stan questo è un problema da dimenticare. Infatti, dal momento che le vetture sono prive di guidatore e passeggeri, i robot possono incastrarle alla perfezione, riducendo lo spazio occupato da ognuno di esse. Così i posti disponibili per  il parcheggio aumenterebbero in modo considerevole, senza che a crescere siano i costi.

Progressi tecnologici come questi ci fanno ben sperare in un futuro ricco di soluzioni volte al tangibile miglioramento della vita umana.

[amazon_link asins=’8806194488,8886526008,B01N4NUXLE’ template=’ProductCarousel’ store=’gamspri02-21′ marketplace=’IT’ link_id=’bdf137b4-695d-4f5e-be79-53e148994e36′]

Via
Futurism
Source
Crawley Borough Council

Valeria Schifano

Passo le mie giornate a leggere e scrivere. Vivo in costante simbiosi col mio smartphone, o meglio con quello di turno: è a tutti gli effetti un'appendice del mio corpo. Nulla sfugge all'occhio attento della mia fotocamera: amo scattare. Sì, specialmente il cibo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button