fbpx
AttualitàCulturaNewsTech

Come evitare le folle natalizie? Con la nuova funzionalità di Google Maps

In via di sviluppo anche una mappa che avvisa in caso di inondazioni

Il Natale è bello, certamente. Soprattutto quando si è a tavola tra parenti a gustare manicaretti prelibati e a sorseggiare i migliori vini della cantina. Con la promessa, puntualmente disattesa, che il prossimo 25 dicembre ci si sazierà un po’ meno.

Ma quanto è faticoso, nei giorni che precedono la ricorrenza, districarsi per negozi, tra la folla di persone che ogni anno si riduce all’ultimo per dedicarsi ai regali. E quando il peggio sembra alle spalle, non c’è volta che non venga in mente quel libro o quel vestito o quel gadget che ci stavamo dimenticando di comprare.

Ah, ci fosse qualcosa in grado di suggerirci in anticipo dove sono concentrate le folle di chi fa shopping sotto Natale!

Ebbene, sembra che adesso quel qualcosa esista, e stia in un aggiornamento di Google Maps.

Una serie di nuove funzionalità saranno rilasciate proprio sotto Natale, come è stato annunciato nella giornata di martedì 16 novembre in un post del blog ufficiale di Google. La firma è di Amanda Leicht Moore, direttrice del prodotto Google Maps, dunque la persona più autorevole che potesse esprimersi sull’app.

google maps

Le nuove funzionalità “natalizie” di Google Maps

Il pacchetto di aggiornamenti di Google Maps è stato in parte pensato proprio per agevolare gli utenti nel periodo natalizio.

Nel poste leggiamo: “Quest’anno, molti luoghi in tutto il mondo stanno revocando le restrizioni, il che significa che le persone sono entusiaste di festeggiare con amici e familiari. Per mantenere le prossime settimane senza stress, stiamo lanciando nuovi strumenti di Google Maps per aiutarti a stare al sicuro, massimizzare il tuo tempo con i tuoi cari e trovare il posto perfetto per il brunch delle vacanze.”

La funzione Area Busyness per evitare le folle

Nel post si passa poi a illustrare il più importante dei prossimi aggiornamenti di Google Maps.

La funzionalità si chiama Area Busyness, e permette di conoscere in tempo reale la densità della folla in un determinato quartiere o zona della città.

Un utente presume che quel determinato centro commerciale sia preso d’assalto proprio mentre sta pensando di raggiungerlo per fare acquisti? Apre Google Maps e verifica se quello è segnalato come un luogo momentaneamente da evitare.

Viceversa, una persona in viaggio è alla ricerca di quartieri chiassosi per trascorrere magari un dopocena in compagnia? Google indicherà la vivacità di una specifica area della città.

Più in generale, l’aggiornamento Area Busyness di Google Maps darà indicazioni sul grado di affollamento delle varie zone nei diversi orari della giornata. Oltre a fornire informazioni su ristoranti, negozi, luoghi ricreativi e servizi al suo interno.

Centri commerciali senza segreti

Sotto Natale i centri commerciali saranno presi d’assalto. Ma come ottimizzare il tempo al loro interno?

In questo senso, l’aggiornamento di Google Maps permetterà di conoscere tutto sui negozi situati nei grandi edifici: quali sono, quando sono aperti, oltre a una valutazione sulla qualità.

Discorso analogo per luoghi come aeroporti e grandi stazioni ferroviarie. Si potranno sapere gli orari degli esercizi commerciali, dei lounge, dei parcheggi e, ad esempio, degli autonoleggi.

google maps

Il ritiro della spesa

Già attivo in più di 2.000 punti vendita negli Stati Uniti, il servizio di ritiro della spesa sarà ampliato col prossimo aggiornamento di Google Maps. Permetterà di monitorare lo stato dell’ordine e far sapere al negozio quando si andranno a ritirare i prodotti acquistati.

Le informazioni sui ristoranti

Ma per la cena (o il pranzo) natalizio non è necessario cucinare.

Per chi volesse affidarsi a un ristorante, l’aggiornamento di Google Maps prevede una funzionalità che farà intercettare i locali suddivisi per fasce di prezzo, con giudizi degli altri utenti Google più dettagliati rispetto agli attuali. Saranno aggiunti parametri come, ad esempio, le opzioni di consegna e il numero di posti all’aperto.

Offerta

Non solo Natale: Google Flood Hub

Al di là degli aggiornamenti di Google Maps pensati per il Natale sempre più vicino, l’azienda sta lavorando a Google Flood Hub.

Cioè a una mappa interattiva, già attiva in India e in Bangladesh, in grado non solo di dare informazioni sulla profondità e l’estensione delle inondazioni in atto, ma anche di fare previsioni sulle inondazioni nella zona in cui si trova un utente.

A breve il servizio sarà esteso a tutti i Paesi dell’Asia meridionale e del Sud America, per poi coprire l’intero pianeta.

L’app, che sfrutta l’intelligenza artificiale creata dal team Google Crisis Response, è stata  sviluppata in collaborazione con l’Indian Central Water Commission e con il Bangladesh Water Development Board.

E mostra su Google Maps il luogo preciso nel quale è in corso l’inondazione, oltre all’orario previsto per l’arrivo della piena nelle zone circostanti.

Claudio Bagnasco

Claudio Bagnasco è nato a Genova nel 1975 e dal 2013 vive a Tortolì. Ha scritto e pubblicato diversi libri, è co-fondatore e co-curatore del blog letterario Squadernauti. Prepara e corre maratone con grande passione e incrollabile lentezza. Ha raccolto parte delle sue scritture nel sito personale claudiobagnasco.com

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button