fbpx
CulturaNews

Amaro Montenegro e Future Food lanciato #HUMANSPIRIT

Amaro Montenegro e Future Food collaborano per trovare una tecnologia che favorisca la convivialità

 

Amaro Montenegro

Amaro Montenegro e Future Food hanno recentemente iniziato una collaborazione per lanciare #HUMANSPIRIT, il nuovo progetto creato per individuare nuove tecnologie capaci di favorire la convivialità.

Il progetto #HUMANSPIRIT

Nell’era della tecnologia e dell’Intelligenza Artificiale si assiste sempre più spesso ad una tendenza delle persone ad isolarsi, non solo nelle azioni quotidiane, ma anche nel consumo di bevande e alimenti.

Proprio per questo Amaro Montenegro ha scelto Future Food, un ecosistema internazionale nato a Bologna per rendere l’innovazione alimentare un elemento chiave per affrontare le sfide del futuro, per lanciare il suo progetto #HUMANSPIRIT.

Alla base di quest’ultimo vi è infatti il desiderio di esaltare i valori autentici di condivisione, socialità e amicizia, che andrà a realizzarsi nel tentativo di coinvolgere i giovani innovatori. I partecipanti al progetto avranno il compito di sviluppare intorno agli spirit idee che con l’uso della tecnologia favoriscano l’aggregazione tra le persone, stimolando una condivisione autentica dell’esperienza di degustazione, tutto ispirandosi alla tradizione dell’amaro italiano.

I partecipanti al progetto e i premi in palio

A poter partecipare al progetto #HUMANSPIRIT saranno team multidisciplinari composti da maker, designer, giovani ingegneri, appassionati di robotica, sviluppatori, mixologist e culinary artist di qualsiasi provenienza geografica.

Il compito di questi gruppi sarà quello di riuscire a proporre un’idea rivoluzionaria, che guardi al futuro preservando i valori culturali e sociali da sempre capaci di contraddistinguere il brand Amaro Montenegro. 

L’idea più innovativa permetterà al team ideatore, al termine del progetto, di ricevere un premio finale in denaro, comprendente anche un percorso di fast-prototyping a Bologna, volto a realizzare e testare il prototipo del proprio progetto.

Entusiasta del progetto e della collaborazione con una realtà innovativa come Future Food è Marco Ferrari, CEO di Gruppo Montenegro. Ferrari ha infatti dichiarato: “L’innovazione esiste da sempre nel DNA di Amaro Montenegro: la sua stessa ricetta è il frutto di una ricerca incessante, spinta dalla curiosità geniale e ribelle del suo fondatore Stanislao Cobianchi, che oggi potrebbe benissimo essere un maker. Con l’aiuto di Future Food oggi cerchiamo i suoi eredi morali, i nuovi maker della convivialità”.

Maria Elena Sirio

Videogiocatrice dall'infanzia, innamorata del fantasy e dell'avventura (ma, soprattutto, di Nathan Drake), con una passione per il disegno, il cinema e le serie tv, che tenta di conciliare tutti questi interessi con la facoltà di Biotecnologie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button